biblioteche a firenze
08 Marzo 2019   •   Francesca Celani

Biblioteche a Firenze: 4 pezzi di storia nel cuore della città

«Per una straordinaria immersione nella città rinascimentale per eccellenza, ecco 4 storiche biblioteche a Firenze che vi faranno assaporare a pieno tutta la cultura della capitale toscana»

Le biblioteche non sono solo luoghi di studio, ma anche occasioni per scoprire la storia e la vita delle nostre meravigliose città. Per questo oggi vi portiamo alla scoperta di 4 storiche biblioteche a Firenze che vi mostreranno un volto unico della capitale toscana, spesso sottovaluto.

Biblioteche a Firenze: la Biblioteca Nazionale Centrale

In piazza Cavallegeri si trova una delle biblioteche a Firenze più antiche e importanti. Stiamo parlando della Biblioteca Nazionale Centrale, nota anche con il nome di Biblioteca Magliabechiana, che ad oggi è la più grande biblioteca italiana con ben 6 milioni di volumi. Il suo patrimonio ha origine dalla collezione di Antonio Magliabechi, che contava solo 30.000 volumi. Questa  venne poi ampliato con la collezione Medicea unendo la biblioteca Magliabechiana con quella Palatina. Oggi dipende dal Ministero per le Attività Culturali.

La Biblioteca Nazionale Centrale non è solo una delle biblioteche a Firenze più importanti in assoluto, ma conserva questo titolo anche in tutta Europa grazie al suo ingente patrimonio. Infatti stiamo parlando di numeri da record: all’interno sono custoditi 7.000.000 volumi a stampa, 160.000 testate di periodici, 4.000 incunaboli, 25.000 manoscritti, 29.120 edizioni del XVI secolo, 2.696.327 opuscoli e oltre 1.000.000 di autografi. L’accesso è gratuito e libero a tutti, ma esclusivamente per motivi di studio. Una biblioteca unica, dove potrete immergervi a pieno nella cultura straordinaria che da sempre caratterizza la magnifica Firenze.

Biblioteche a Firenze: la Biblioteca Marucelliana

A via Cavour è situata la Biblioteca Marucelliana, aperta al pubblico dal 1752. Sulla sua facciata una scritta in latino catturerà la vostra attenzione: Marucellorum Bibliotheca publicae maxime pauperum utilitat. Ciò vuol dire che questa biblioteca fu concepita come un luogo di studio con massima utilità per i poveri. Infatti il suo fondatore, Francesco Marucelli, pensò questo posto come una culla di cultura generale aperta ad una vasta utenza. 

Singolare è la struttura interna di questa biblioteca. Infatti la Marucelliana è un raro esempio di modello in legno di pioppo e acero. Al suo interno disegni, stampe, incunaboli, cinquecentine, fondi di carattere storico, artistico, letterario, politico. La bellissima Sala di Consultazione presenta le scaffalature provenienti dalla Biblioteca Medicea Palatina che le cedette alla Marucelliana quando divenne poi la Biblioteca nazionale Centrale. La Biblioteca Marucelliana è aperta a tutti per studi, prestiti e consultazioni. È possibile anche prenotare visite guidate per ammirare la sua bellezza. Non perdete assolutamente la Marucelliana tra le biblioteche a Firenze: il calore e il fascino che si respirano in questa biblioteca sono davvero unici!

biblioteche a firenze

By MarcoPacini [CC BY-SA 4.0] Via Wikimedia Commons

Biblioteche a Firenze: la Biblioteca Medicea Laurenziana

La Biblioteca Medicea Laurenziana non è solo una delle principali biblioteche a Firenze, ma costituisce una delle più importanti raccolte di manoscritti al mondo. E non basta. Infatti il complesso architettonico di questa biblioteca fu disegnato e realizzato in parte tra il 1519 e il 1534 da Michelangelo Buonarroti.

La Biblioteca Laurenziana contiene ben 11.000 manoscritti, unici non solo per la quantità, ma anche per la specificità delle raccolte, l’originalità dei testi e la qualità filologica. In questo meraviglioso luogo sono conservate opere antiche di Tacito, Plinio, Eschilo, Sofocle, Virgilio, e anche una delle tre raccolte complete dei Dialoghi platonici in carta bona. Ma anche reperti unici, come 2.500 papiri, 43 ostraka, 566 incunaboli, 1.681 cinquecentine, 592 testate di periodici specializzati e un totale di 126.527 edizioni a stampa. Una biblioteca unica che eccelle per la sua magnifica architettura e i grandiosi reperti classici e antichi che ancora conserva. Un must da visitare a Firenze!

Biblioteche a Firenze: la Biblioteca di San Marco

Tra le biblioteche a Firenze storiche troviamo anche la Biblioteca di San Marco, la più antica di tutta la capitale toscana e la prima biblioteca pubblica della città. Stiamo parlando di una delle costruzioni più particolari del primo Rinascimento, costruita da Michelozzo. Oggi è visitabile e fa parte del Museo di San Marco, famosissimo per la conservazione di opere del Beato Angelico. La gran parte dei suoi libri più preziosi risalenti all’epoca di Cosimo il vecchio furono trasferiti nel XIX secolo nella Biblioteca Laurenziana a causa della soppressione del convento. Oggi la biblioteca conserva ancora opere di teologia e filosofia, e vari codici della collezione medicea. Tra questi troviamo il Messale 558 miniato da Beato Angelico.

Foto copertina: By MarcoPacini [CC BY-SA 4.0] via Wikimedia Commons

Francesca Celani