biblioteche a roma
02 Gennaio 2019   •   Francesca Celani

Biblioteche a Roma: 5 luoghi per studiare, ma non solo!

« Quali sono le migliori biblioteche a Roma per concentrarsi, studiare, o perdersi fra tanti libri? Ecco 5 indirizzi da non perdere assolutamente»

Studiare a casa, soprattutto sotto il periodo delle feste, non è sempre così semplice: tra genitori che parlano, zii o nonni che vengono a trovarvi, il cane che abbaia e la vicina che non fa altro che urlare, sembra impossibile leggere anche solo una pagina; ma, per fortuna di tutti gli studenti romani, le biblioteche a Roma di certo non scarseggiano, anzi. 

Veri e propri punti di riferimento culturali, immerse nella natura, o con svariati secoli alle spalle, molte biblioteche a Roma sono deigioielli, in cui potrete recarvi per studiare finalmente in santa pace, o anche per trascorrere una giornata, o magari qualche ora, diversa dal solito curiosando tra tutti i libri che sono a disposizione, o in cui potrete assistere a delle presentazioni o mostre di vario genere. In un periodo in cui leggere un bel libro sembra una cosa così strana e oltrepassata, provate ad entrare in uno di questi luoghi, e curiosando tra i tanti scaffali, sono sicura che cambierete idea. Ecco 5 biblioteche a Roma davvero imperdibili, delle tipologie più diverse.

Biblioteca Villino Corsini a Villa Pamphilij: una biblioteca nella natura

Immersa in uno dei parchi più belli e famosi della capitale, questa biblioteca a Roma è un vero e proprio luogo idilliaco dove studiare e leggere in santa pace. Dall’entrata di Porta San Pancrazio di Villa Pamphilij, dopo alcuni metri vi troverete questo imponente e rosato edificio sulla destra, ossia la Biblioteca Villino Corsini. Qui studiare è un vero e proprio piacere, in quanto mentre leggerete il vostro libro o ricopiate i vostri appunti, potrete volgere lo sguardo verso una delle tante finestre della sala lettura e ammirare la natura della villa, con il verde che contrasta con l’azzurro del cielo.  Ma Biblioteca Villino Corsini non è solo un luogo perfetto per preparare gli esami, ma anche un vero e proprio centro culturale, dove vengono organizzati incontri con professionisti di settore, proiezioni di film e presentazioni di vario genere.
Questa biblioteca è davvero l’ideale per studiare nella più totale tranquillità.

Orario: nel periodo da ottobre ad aprile questa biblioteca comunale è aperta dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 16.00; da aprile ad ottobre invece dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00.

Biblioteca Casanatense: una biblioteca con secoli di storia

Ci troviamo in via sant’Ignazio, in una delle biblioteche a Roma più antiche e ricche di storia. La Biblioteca Casanatense nasce dalla raccolta di oltre 20.000 volumi che era del cardinale Girolamo Casanate; la raccolta venne utilizzata dai domenicani, proprio come voleva il testamento del sacerdote, per realizzare questa biblioteca a lui dedicata. Inaugurata nel novembre del 1701, era una delle biblioteche più fornite del tempo. Oggi è una delle biblioteche pubbliche statali del Ministero per i beni e le attività culturali. Purtroppo i posti disponibili sono pochi: le sale di consultazione sono due, ma in questo periodo la seconda è chiusa per lavori di ristrutturazione.

Nella prima sala vi sono 18 posti, di cui però solo 8 sono riservati a chi si porta libri da fuori, mentre gli altri devono essere lasciati liberi per chi consulta il materiale presente in loco. Tantissimi i cataloghi di libri da consultare, in cui si trovano moltissimi manoscritti antichi, ideali per gli appassionati e ricerche specializzate. E’ possibile visitare ogni giorno dal lunedì al venerdì, fino alle ore 13.00, il Salone Monumentale, del quale può anche esserne richiesto l’uso per manifestazioni artistiche e culturali, riprese cinematografiche o eventi promozionali. È la biblioteca perfetta per chi ama i luoghi antichi e l’affascinante odore di polvere dei vecchi manoscritti.

Orari: il lunedì, il mercoledì e il giovedì apre dalle 8:30 alle 19:00, mente il martedì e il venerdì dalle 8:30 alle 15:00.

Bibliocaffè: la biblioteca alternativa

Già vi abbiamo parlato di questa biblioteca suis generis nel nostro articolo riguardo i migliori caffè letterari della capitale. Infatti il Caffè letterario di via Ostiense, non è solo una libreria-caffè, ma una vera e propria biblioteca, inserita nel servizio di biblioteche in Comune di Roma. Infatti la presenza di una biblioteca pubblica all’interno di uno spazio simile rappresenta un qualcosa di veramente innovativo. Qui si trovano circa 11.000 documenti, tra libri, periodici e audiovisivi; si dà molto spazio alle novità editoriali e si trovano circa 6.000 titoli di cinema d’autore italiano e straniero. 

Ma ovviamente, in collaborazione col Caffè letterario si organizzano attività culturali e finalizzate a promuovere la lettura. Oltre che per la biblioteca, un salto al Caffè letterario è d’obbligo, in quanto è la prima libreria caffè che ha aperto nella capitale, dove si studia, si legge, si beve, si ride, si svolgono attività di co-working e mostre di design contemporaneo. È la biblioteca ideale per chi desidera studiare senza rinunciare al divertimento.

Orari: da ottobre a maggio è aperta il martedì dalle 14.00 alle 21.00, dal mercoledì al venerdì dalle 10.00 alle 21.00, e il sabato e la domenica dalle 16.00 alle 21.00. Da giugno a settembre la biblioteca è aperta solo da martedì a venerdì, dalle 10.00 alle 21.00.

Biblioteca Gianni Rodari: la biblioteca per i lettori più giovani

Qui stiamo parlando di una delle biblioteche a Roma più adatte per i più piccoli. La Biblioteca Gianni Rodari è la biblioteca comunale del quartiere romano di Tor Tre Teste, e si affaccia proprio su parco Giovanni Patalucci, meglio conosciuto, appunto, proprio come Parco Tor Tre Teste. I libri al suo interno sono circa 20.000, e almeno la metà sono per bambini e ragazzi. Anzi, molto importante il Fondo Giorgia Grandoni, collaboratrice delle Biblioteche di Roma, donato dalla famiglia della stessa, e costituito da libri adatti ai più piccoli. Tutti i libri di questo fondo sono distinti dal simbolo del melograno.
Ovviamente questa biblioteca in via Taglieri, è ideale per avvicinare i più piccoli alla lettura.

Orari: il lunedì dalle 15.00 alle 19.00, da martedì al venerdì apre dalle 9.00 fino alle 19.00 mentre il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Teatro-Biblioteca Quarticciolo: una biblioteca polifunzionale

A via Ostuni, tra via Prenestina e Via Palmiro Togliatti, si trova una delle biblioteche a Roma ideali per chi desidera un luogo davvero fuori dal comune. Infatti qui non stiamo parlando di una semplice biblioteca, ma di un centro polifunzionale e pulsante di cultura, un Teatro-Biblioteca, nato dal recupero di un ex mercato di quartiere. Oltre ai vari spettacoli che vengono realizzati, potrete recarvi infatti anche nella biblioteca di questo teatro, facente parti del Sistema casa dei teatri e della Drammaturgia Contemporanea, dove vi è una sala lettura con 70 posti, possibilità di prestito, di consultazione catalogo, una zona espositiva, uno spazio per consultazione internet con 6 postazioni e una sala ragazzi. Di libri che potrete consultare ce ne sono tantissimi, che spaziano dalla filosofia alla matematica, dalla storia al teatro, dalla lingua straniera alle scienze sociali. È la biblioteca ideale per chi ama uscire fuori dagli schemi, anche solo per leggere un libro!

Orari: dal martedì al venerdì è aperta dalle 10.00 alle 19.00, il sabato dalle 10.00 alle 20.30 e la domenica dalle 10.00 alle 17.30.

Francesca Celani