primi di pesce
21 Agosto 2018   •   Marcella Scialla

Primi di pesce: ecco i più gustosi e dove mangiarli

«Piatto estivo per eccellenza, nonché simbolo della dieta mediterranea, i primi di pesce italiani sono tra i più amati e ordinati al ristorante. Scopriamone alcuni e vediamo dove poterli mangiare a regola d’arte nei ristoranti della nostra Penisola»

Che estate sarebbe senza una bella cena a base di pesce? Amatissimo dagli italiani per il suo sapore di mare, versatilissimo in cucina, nonché benefico per la salute, il pesce è infatti tra i piatti più ordinati al ristorante sotto forma di cruditè, fritture, grigliate ma, soprattutto, in abbinamento alla pasta, altro caposaldo della tradizione gastronomica italiana. E si sa, quando la freschezza del mare incontra la bontà della pasta – soprattutto se fresca e fatta a mano – il risultato è da leccarsi i baffi! Curiosi di scoprire quali sono i primi di pesce più gustosi e, soprattutto, dove poterli assaporare realizzati a regola d’arte? Snap Italy ha selezionato, a fatica, 5 piatti simbolo delle estati italiane e alcuni indirizzi assolutamente imperdibili dove provarli. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Scialatielli ai frutti di mare

Iniziamo subito con gli scialatielli ai frutti di mare, uno dei primi di pesce più famosi e più apprezzati del litorale campano. Un piatto dalla ricetta semplice ma dal gusto inconfondibile che unisce la bontà della pasta fresca alla freschezza dei frutti di mare. Questo particolare formato di pasta che, tra l’altro, rientra tra i PAT della regione Campania, nacque nel 1978 ad Amalfi per mano dello chef Enrico Cosentino e si caratterizza per la forma simile a quella degli spaghetti, ma più spessa e irregolare, capace di trattenere alla perfezione tutto il sapore del condimento a base di vongole, cozze, lupini, gamberi, calamari o qualsiasi altro frutto che il mare regala.

Dove mangiarlo? Ovviamente, se volete gustare il piatto in tutta la sua bontà, la scelta più saggia è quella di farlo direttamente in loco. I ristoranti in costiera amalfitana che offrono questo piatto tipico sono davvero numerosissimi, ma uno degli indirizzi più raccomandati è sicuramente il ristorante La Caravella di Amalfi, primo ristorante campano ad essersi aggiudicato una stella Michelin, che li propone quest’anno nella versione con passata di zucca, friggitelli napoletani e cubetti di ricciola cruda. Inoltre, fu proprio qui che lo chef Cosentino inventò gli ormai famosissimi scialatielli, guadagnandosi tra l’altro la vittoria del premio Entremetier al concorso internazionale di cucina del 1978. Se invece vi trovate nel capoluogo partenopeo, un’insegna da tenere a mente è la Trattoria del Golfo, dove potrete trovare ottimi scialatielli ai frutti di mare, in porzioni abbondanti e caratterizzati dal ricco condimento.

Spaghetti alla bottarga

Spostandoci nella bellissima Sardegna, tra i primi di pesce più apprezzati troviamo gli spaghetti con la bottarga, vera e propria specialità di tutta l’isola e in particolar modo della parte centro-meridionale. È proprio, infatti, nelle zone di Cagliari, Tortolì, Sant’Antioco, Terralba e dello stagno di Cabras che viene prodotta la bottarga di muggine, eccellenza sarda ricavata dalla salatura e dall’essicazione delle uova di muggine. Considerata come il “caviale del Mediterraneo” e caratterizzata dal colore ambrato e dal sapore più intenso rispetto a quella di tonno, è l’ingrediente principe di questa ricetta, dove viene utilizzata grattugiata sugli spaghetti, dando vita ad un piatto tanto semplice e veloce nella preparazione quanto unico nel gusto.

Dove mangiarlo? Proprio a Cabras si trova il ristorante Il Caminetto, uno dei locali in assoluto più apprezzati, oltre che per la fregola, anche per gli spaghetti alla bottarga, cremosi, saporiti e serviti in un cono di pane carasau. Altro indirizzo, stavolta ad Alghero, è il Ristorante Bar La Torre, le cui specialità sono proprio i primi di pesce, tra cui, oltre agli spaghetti all’algherese, spiccano degli spaghetti vongole e bottarga vista mare davvero da leccarsi i baffi.

Risotto alla pescatora

Tra i primi di pesce italiani non potevamo certo dimenticarci del classico e intramontabile risotto alla pescatora. Immancabile in qualsiasi ristorante di pesce italiano, è una ricetta dalle origini incerte, sebbene sia possibile affermare con una certa sicurezza che il risotto sia un piatto consumato prevalentemente nel settentrione d’Italia. Potremmo quindi dire che è uno di quei piatti che rappresenta il perfetto connubio in cucina tra nord e sud. Ma allora dove possiamo gustare il miglior risotto alla pescatora di tuttta Italia? Impresa di certo non facile ma, se è vero che il giusto sta nel mezzo, incontriamoci a metà strada e fermiamoci nella città eterna.

Dove mangiarlo? Eh già, sarà pur vero che Roma non è propriamente una città marinara ma ciò non significa di certo che non vi si possano trovare ugualmente degli ottimi ristoranti di pesce. Ne è un esempio il ristorante Chinappi che porta nel cuore della capitale i migliori prodotti ittici di Formia. Pesce freschissimo e mantecatura egregia rendono il suo risotto “Ferron” alla pescatora semplicemente unico. Altro indirizzo da non perdere è la Pesceria Barberini dove questo classico primo di pesce viene proposto in tante diverse innovative varianti, come quella che vede l’utilizzo di gambero rosso e plancton.

Spaghetti alle vongole

Torniamo a Napoli per parlarvi di un altro classico delle tavole italiane: gli spaghetti alle vongole, un piatto che, in tutta la sua semplicità, rappresenta forse meglio di qualunque altro alla perfezione il connubio tra pasta e mare. La ricetta originale li vuole rigorosamente bianchi, conditi solo con olio, aglio, peperoncino, prezzemolo e vongole fresche di primissima qualità, meglio se “veraci”. Non potendo contare su una salsa, per conferire agli spaghetti la giusta cremosità e legare alla perfezione tutti gli ingredienti, servono mani sapienti ed esperte. Vediamo allora a chi poterci affidare per gustare degli spaghetti alle vongole fatti a regola d’arte…

Dove mangiarlo? Assolutamente imperdibile è una tappa da ’A figlia d’o Marenaro, vera e propria istituzione in tutta Napoli per quel che riguarda la cucina di pesce, grazie alla freschezza e alla qualità superiore delle materie prime utilizzate. Tra le tante squisite portate, particolarmente apprezzati sono proprio gli spaghetti alle vongole, gustosi e serviti con una spolverata di granella di tarallo. Si va sul sicuro anche alla Trattoria del Golfo dove, oltre a degli ottimi spaghetti con volgole fresche del Golfo, vi consigliamo di provare anche la spigola fritta in crosta di sale, altra specialità della casa.

Pasta con i ricci

L’ultimo piatto della nostra rassegna ci fa approdare in Sicilia, regina indiscussa della pasta con i ricci, vera e propria leccornia capace di esaltare al massimo il profumo e il gusto del mare. Anche in questo caso, oltre ai ricci, ingrediente fondamentale è la mestria nel saper legare la polpa con gli spaghetti, lasciando che si formi quella tipica cremina che conferisce al piatto la giusta consitenza.

Dove mangiarlo? A Palermo, precisamente a Sferracavallo, il Rosso di Sera Food & Wine propone pasta con i ricci in porzioni abbondanti e dal condimento più che generoso. La cremosità di certo non manca e, altra bella notizia, sono disponibili anche nella versione gluten freeSpostandoci a Catania troviamo invece il Ristorante Colapesce, specializzato in piatti tipici della cucina siciliana, dove potrete gustare delle linguine con i ricci di mare sicuramente tra le più buone di tutta la Sicilia, rese speciali grazie alla freschezza del pesce e alla maestria dello chef.

Foto copertina: ’A figlia d’o Marenaro

Marcella Scialla