Autore

Emanuele Bellizzi

Fino al 2014 aspirante giornalista, poi, per fortuna, giornalista respirante. Mi piace scrivere ma leggo molto di più. Ho iniziato a scrivere quasi per gioco, e giocando ne ho fatto una professione. Lo sport (tutto) e l’Italia (tutta) le passioni più grandi, di cui mi piace parlare, scrivere, discutere e confrontarmi. McLuhan, Zuckerman e Jarvis gli idoli, fari luminosissimi in un panorama, quello della comunicazione digitale, talmente da vasto da apparire sconosciuto. E poi? Ah sì, sono d’accordo con Floris: “Il giornalista può essere fazioso, il giornalismo non lo è mai”. O perlomeno lo spero…

[email protected]

Seguici sui social