Piazze a Roma
24 Maggio 2018   •   Argia Renda

Piazze a Roma, l’itinerario perfetto per scoprire la Città Eterna

READ ME IN enEnglish

«Le Piazze a Roma sono le vere protagoniste della città. Anche se solo per un giorno sarà impossibile visitare la capitale senza imbattersi in quelle più importanti.»

È il vostro giorno libero e avete voglia di una bella passeggiata? Le Piazze a Roma vi aspettano! Perché se non bastassero i tantissimi monumenti, palazzi o le fontane di grandi artisti, a fare da attrazione ci sono anche loro, piene di storie e tante curiosità; visitarle tutte in un giorno sarebbe impossibile, ma il bello della Capitale è che offre sempre un motivo per farci ritornare. Il nostro obiettivo di oggi sarà quello di disegnare con un pennarello immaginario un vero tour che ci spieghi cosa fare e vedere della città, toccando le cinque Piazze a Roma più importanti.

Piazza di Spagna

Partiamo… per prima cosa munitevi di cartina, di scarpe comode e di un paio di biglietti della metropolitana in caso di stanchezza improvvisa; il nostro itinerario può cominciare. Immaginate anche solo per un secondo di essere uno di quegli omini dentro un videogame, il vostro punto di partenza sarà la scalinata di Trinità dei Monti, composta da 136 gradini restaurati l’ultima volta nel 2016 grazie al contributo di Bulgari. Da qui ci spostiamo verso la prima delle Piazze a Roma: Piazza di Spagna. Il suo nome nasce dal Palazzo di Spagna, sede dell’ambasciata. Al suo interno la fontana della Barcaccia scolpita da Pietro e Gian Lorenzo Bernini, sulla parte destra della piazza la casa del poeta Keats, oggi diventato museo, mentre sulla sinistra, proseguendo su Via Frattina, vi ritroverete la Colonna dell’Immaccolata Concezione, eretta come ringraziamento dello scampato pericolo dopo la proclamazione del dogma voluto dal re.

Piazza del Popolo

Lasciatevi questa prima piazza alle spalle e, percorsa via del Corso, vi ritroverete su Via Condotti. Girandovi verso destra ecco apparire la seconda tra le Piazze a Roma, e cioè Piazza del Popolo. L’origine del nome non è chiara, ma pare che derivi dal fatto che nella zona ci fosse un boschetto pieno di pioppi (populus) che avvolgeva la tomba di Nerone. All’interno la famosa chiesa di Santa Maria del Popolo, che ospita numerosi dipinti e architetture di Caravaggio, del Pinturicchio, di Raffaello e del Bramante; Insieme a quest’ultima non dimenticate le due chiese gemelle: Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, mentre alzando la testa potrete scorgere il Pincio: un colle di Roma molto famoso, la cui vista è semplicemente magnifica.

Piazza Venezia

In direzione opposta, invece, vi ritroverete a Piazza Venezia, un’altra tra le più belle piazze a Roma. Il suo aspetto, negli anni, è cambiato molte volte, complici le demolizioni e ricostruzione ordinate dopo la costruzione del Vittoriano, monumento dedicato a Vittorio Emanuele II oggi conosciuto come Altare della Patria. Altro elemento di importanza storica è Palazzo Venezia, inizialmente sede pontificia e poi sede del governo scelta da Benito Mussolini, che dal balcone pronunciava i suoi discorsi alla folla. Di fronte, invece, c’è Palazzo Bonaparte, casa in cui abitò fino alla morte la madre di Napoleone: Letizia Ramolino.

Piazza Navona

Proseguendo a piedi ben presto vi ritroverete davanti ai Fori Imperiali e al Colosseo. Monumento, quest’ultimo, unico al mondo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Dopo un breve pausa pranzo il percorso prosegue verso il Pantheon, che ci porta dritti verso la quarta tra le piazze a Roma scelte da noi: Piazza Navona. Fatta costruire dalla famiglia Pamphili, la sua forma è quella di uno stadio: in principio, infatti, era meglio nota come lo Stadio di Domiziano; al suo interno è presente la Fontana dei Quattro Fiumi, che rappresentano i quattro angoli della terra, la Fontana del Moro e la Fontana del Nettuno; la piazza inoltre ospita il mercato, nato come mercato rionale oggi diventato una vera e propria attrazione.

Piazza San Pietro

La vostra passeggiata continua infine sul Lungotevere. Nel cammino incontrerete tra i tanti Ponte Sant’Angelo e Ponte Vittorio Emanuele, punti di unione con Via della Conciliazione, che funge da lunga passerella verso il Colonnato del Bernini e La Basilica Vaticana. Entrambi i palazzi fanno da cornice, ma solo per oggi, all’ultima tre le piazze a Roma in cui vi imbatterete: Piazza San Pietro, che ovviamente fa parte della Città del Vaticano. Il suo colonnato è sormontato da 140 statue e rappresenta due grandi braccia che ogni giorno avvolgono migliaia di fedeli e pellegrini, il luogo da sempre designato a baricentro e cuore del cattolicesimo. Del resto si tratta della sede ufficiale di tantissime cerimonie liturgiche presiedute dal Papa, tra cui l’abituale Angelus Domini domenicale. Prima di tornare a casa non dimenticatevi di visitare i Musei Vaticani, che ospitano la Cappella Sistina e le tante splendide opere della collezione Vaticana.

Argia Renda

READ ME IN enEnglish