pubblicità su instagram
04 novembre 2018   •   Snap Italy

Pubblicità su Instagram, il social d’oro che ha scalzato Facebook

«Non c’è Facebook che tenga: a caratterizzar il nostro futuro sarà il social delle foto. Quindi, per non farvi trovare impreparati, scoprite come fare pubblicità su Instagram.»

Se chiedeste a qualcuno qual è il cambiamento che negli ultimi anni ha portato più conseguenze nel nostro stile di vita, la risposta sarebbe ovvia: l’introduzione dei social network. Dalla nascita di Facebook nell’ormai lontano 2004 il nostro modo di comunicare è cambiato radicalmente. Concetti come quelli di “Like”, “follower” e condivisione sono entrati stabilmente nella nostra vita quotidiana, tanto che è difficile pensare a quando ci si manteneva in contatto con gli amici tramite sms o addirittura lettere scritte.

Se lo strapotere di Facebook è ormai assodato (si parla di più di 2 miliardi di utenti attivi, di cui 30 milioni solo in Italia), negli ultimi anni i social si sono moltiplicati. Il secondo posto nella classifica dei più utilizzati è occupato da Instagram. Nato come app per smartphone, in soli 4 anni Instagram ha più che decuplicato i propri utenti attivi, arrivando a quota 600 milioni nel 2017. Qual è il motivo di questo successo travolgente? Per chi non lo sapesse, Instagram si basa interamente sulla condivisione di foto e video. Gli utenti commentano e condividono le fotografie che scattano con il cellulare, utilizzando gli hashtag, ossia delle parole chiave che descrivono l’immagine. Rispetto a Facebook, si tratta di uno strumento che permette una comunicazione più veloce, quasi istantanea, incentrata interamente sull’immagine, mettendo in secondo piano le parole e il messaggio scritto. Social che ha avuto un impatto devastante, spingendo molti a chidersi come fare e farsi pubblicità su Instagram, imbeccati da un esercito di influencer ormai vastissimo, che si è specializzato soprattutto nel fitness, nella moda e nell’enogastronomia.

Perché fare pubblicità su Instagram?

Non a caso, Instagram è diffuso soprattutto fra i giovani, che sono da sempre abituati ad avere a che fare con gli smartphone e a utilizzare i social. Naturalmente, tutta questa popolarità ha messo in luce le potenzialità economiche di questo social. Le grandi marche ormai utilizzano molte strategie per farsi pubblicità su Instagram e promuovere nuovi prodotti o servizi. Da questo punto di vista Instagram è perfetto, perché offre una grande visibilità a costi tutto sommato contenuti.

Una fotografia pubblicitaria condivisa da un influencer, ossia le pagine o le persone con milioni di like, assicura una diffusione enorme. Inoltre, vedere che altre persone hanno pubblicato o messo “like” alla stessa immagine da un senso di fiducia: se altri hanno provato quel prodotto e si sono dichiarati soddisfatti, allora perché non provare noi stessi? Se poi è un volto noto a farlo, il successo è assicurato. La pubblicità su Instagram, statene certi, ha una percentuale di riuscita davvero enorme…

Influencer italiani

Molte aziende, infatti, si affidano agli influencer per promuovere i loro prodotti. In Italia non sono pochi i volti famosi che devono il loro successo ai social. È il caso ad esempio di Chiara Ferragni, la vera regina di Instagram del nostro paese, che ha iniziato come blogger per poi diventare un’esperta di moda: oggi, il suo profilo instagram ha quasi 13 milioni di follower. Ma non è l’unica. Favij a soli 23 anni ha costruito un impero social iniziando con i video di gameplay su Youtube. Adesso, con 3 milioni di follower, raggiunge guadagni davvero stellari. Giulia de Lellis e Andrea Damante sono diventati volti noti partecipando a Uomini e Donne, prima di approdare su Instagram e macinare milioni di ammiratori. È superfluo dire che i loro profili sono ricercatissimi da molti brand di moda di successo, alla ricerca di un nuovo volto per allestire le ultime campagne di pubblicità su Instagram. Alessia Marcuzzi, che sicuramente conoscerete come presentatrice, utilizza il suo seguitissimo profilo Instagram per promuovere la sua linea di abbigliamento e per sponsorizzare prodotti di marchi importanti.

Diventare influencer però non è affatto facile. Ci vuole pazienza, dedizione, e bisogna avere le idee chiare su che direzione dare alla propria pagina: capire a quale target si vuole puntare, in che modo, con quali contenuti. D’altronde, esistono varie strategie per aumentare i follower su Instagram. Uno degli aspetti a cui prestare più attenzione è dato dagli hashtag. Bisogna sapere bene quali utilizzare, e in che numero: troppi possono scoraggiare e confondere gli utenti, mentre troppo pochi limitano la visibilità del contenuto. Alcuni degli hashtag più utilizzati assicurano un buon numero di condivisioni, naturalmente a patto che ciò che è stato pubblicato sia interessante per chi lo visualizza.

A volte basta poco: una foto particolarmente bella o magari un video divertente, con gli hashtag giusti, possono garantire migliaia di follower in poche ore. Il successo di Instagram comunque non sembra diminuire, anzi è in continuo aumento. Grazie alla maggior semplicità e immediatezza, non è detto che non possa raggiungere i numeri di Facebook, arrivando forse a soppiantarlo nel prossimo futuro.