Chef Rubio
05 Marzo 2019   •   Viviana Gaudino

Chef Rubio: «La mia passione per la cucina»

«È uno degli chef più amati d’Italia, è un fenomeno mediatico ed è un personaggio che fa sempre parlare di sé. In attesa della nuova stagione di Caministi in trattoria ecco cosa ci ha raccontato Chef Rubio.»

Chef Rubio, originario di Frascati, è uno dei cuochi più amati della televisione italiana: un fenomeno mediatico di grande portata che proprio non ha intenzione di arrestarsi. Un cuoco non convenzionale, grande viaggiatore e amante della terra e dei suoi prodotti genuini. Lo abbiamo intervistato in vista della nuova stagione di Camionisti in trattoria, in tv da marzo 2019.

Come è nata la sua passione per la cucina?
Sono sempre stato affascinato dalla cucina, mi è sempre piaciuto. Non c’è stato un momento preciso in cui ho scelto di avvicinarmi ai fornelli, è sempre stato così. Non ci sono aneddoti o grandi motivazioni, doveva essere così.

Sono tanti i programmi che parlano di cucina in tv, lei però ha trovato una chiave diversa per raccontarla. Cosa l’ha spinta a mettersi in gioco e a portare la sua idea di cucina davanti alle telecamere?
Non mi sono mai approcciato alla televisione pensando di fare qualcosa di diverso, o di impormi rispetto ad altri format televisivi. Ho portato la mia idea di cucina, i miei programmi sono diversi, ma questo non significa che io abbia pensato di fare qualcosa di rivoluzionario rispetto agli altri. Il tutto è avvenuto molto spontaneamente, rispecchiano quello che più mi piace fare.

 

Parliamo di Camionisti in Trattoria. Una serie di successo, molto divertente, poco convenzionale che si rivolge a tutti. Come sono andate le riprese dell’ultima stagione che andrà in onda a breve marzo? Cosa ci aspetta?
Ho continuato il mio viaggio per capire se effettivamente i camionisti, come si narra da leggenda, mangino bene; sono andato in giro per l’Italia con i camionisti e ho assaggiato tutto ciò che il viaggio mi ha offerto.  Penso di voler continuare con questo format, magari un giorno di portarlo anche all’estero…ma chissà! Le riprese sono andate bene e la nuova stagione andrà in onda da marzo 2019.

Un’ultima domanda. Lavora anche ad altri progetti, quali sono?
Sì, ci sono alcuni progetti a cui sto lavorando. Con Todis, ad esempio, in occasione del ventennale del marchio, abbiamo lanciato una campagna, partirà dal 26 gennaio, Spesa per tutti che si rivolge a persone bisognose assistite dalla comunità Sant’Egidio. Sarà data a tutti la possibilità a tutti i clienti di aiutare i meno fortunati. Poi ho lavorato a Elias, un corto prodotto da me, realizzato insieme ad attori dilettanti, amatoriali, nella comunità rom di Roma.

Viviana Gaudino