caffè storici a trieste
16 Ottobre 2018   •   Marcella Scialla

Caffè storici a Trieste: cinque locali da visitare e gustare

«I caffè storici a Trieste sono sicuramente tra i maggiori luoghi d’interesse della città. Snap Italy vi propone un viaggio tra i più affascinati dove immergervi,  in atmosfere d’altri tempi e con proposte culinarie di alto livello»

Come sappiamo, l’Ottocento è stato in Italia il secolo che ha visto il fiorire dei cosiddetti “caffè’, sedi di intrattenimento culturale e di scambio di idee. Così come succede a Roma in locali come l’Antico Caffè Greco, anche nella città di Trieste un gesto semplice come bere una tazzina di caffè può trasformarsi in un’esperienza carica di fascino e storia. Così, dopo una piccola panoramica sui caffè storici in Italia, stringiamo il focus sul Trentini, portandovi alla scoperta di cinque caffè storici a Trieste, luoghi che hanno visto avvicendarsi negli anni ai propri tavolini i più importanti personaggi della letteratura, sia italiana che straniera, da visitare e gustare assolutamente.

Caffè Tommaseo

Parlando di caffè storici a Trieste non possiamo che partire dal Caffè Tommaseo, lo storico caffè fondato da Tommaso Marcato nel 1830 in Piazza Nicolò Tommaseo, una delle più prestigiose zone della città. Svevo, Joyce, Quarantotti Gambini ed Umberto Saba sono alcuni dei grandi del passato che hanno frequentato questo locale, insignito nel 1954 dell’onoreficenza di “Locale storico d’Italia”. Seppur rinnovato e restaurato, il locale conserva tutt’oggi le decorazioni realizzate dal pittore Ganderi e gli specchi, fatti arrivare all’epoca dal Belgio, che adornano le pareti. Famoso anche per esser stato il primo a portare in città il gelato, oggi l’attività del caffè si è decisamente ampliata, proponendo un’offerta ristorativa e aggiungendo al tradizionale caffè il marchio dell’Enoteca Bischoff, altro storico locale del centro e famosa enoteca fin dal 1777. Con una splendida vista sul mare, è infatti possibile gustare la cucina di pesce dello chef Blasotti, ma anche qualche proposta di carne, in uno degli ambienti più eleganti e raffinati di Trieste.

Caffè degli Specchi

Spostandoci di pochi metri, la seconda tappa del nostro viaggio tra i caffè storici a Trieste ci fa approdare in Piazza Unità d’Italia. È qui, infatti, che nel 1839 apriva i battenti il Caffè degli Specchi, da sempre considerato come uno dei migliori salotti della città, che vanta un’affluenza annuale di un milione e mezzo di avventori. Chiamato così poiché era tradizione incidere gli avvenimenti storici più importanti su specchi o lastre di vetro, di cui oggi ne restano solo tre esemplari, il locale è oggi gestito dalla famiglia Fagiotto, cioccolatieri e pasticceri di fama internazionale, diventando meta prediletta di triestini e turisti provenienti da tutto il mondo oltre che per la particolare atmosfera del locale, anche per la bontà di tavolette, praline e sculture di cioccolato di qualità finissima. E per il pranzo o uno snack a qualsiasi ora del giorno, il bistrot propone sia piatti tradizionali, come gulash alla triestina e sarde frittte, che panini, sandwich e crostini, da gustare accomodati ai divanetti della sala interna o nello splendido dehor.

Caffè Stella Polare

Il terzo dei caffè storici a Trieste che vale assolutamente la pena visitare è il Caffè Stella Polare, il locale aperto nel 1867 in via Dante che fu rifugio di intellettuali e irredentisti. Dotato di sale da biliardo e da lettura negli anni del suo massimo splendore e trasformato in una famosa sala da ballo durante l’occupazione angloamericana, oggi il Caffè conserva solo due stanze tra cui una Tea Room decorata con stampe della Trieste antica e una sala principale dove periodicamente si alternano mostre pittoriche e fotografiche. In questi spettacolari ambienti è possibile consumare caffè e colazioni, ma anche rilassarsi nella pausa pranzo e per l’aperitivo.

Caffè San Marco

In via Cesare Battisti si trova invece il Caffè San Marco, in assoluto uno dei più famosi caffè storici a Trieste, celebre per esser stato ritrovo di intellettuali e per aver mantenuto intatta in tutti questi anni la sua atmosfera nobile. Fondato nel 1914 e insignito nel 1984 dell’onorificenza di “Locale storico d’Italia”, si contraddistingue per l’eleganza e l’originalità dei suoi arredamenti: tavolini in marmo, bancone in legno intarsiato e decorazioni a forma di foglie di caffè lo rendono senza dubbio uno dei più affascinanti locali storici della città. Dopo aver visto l’avvicendarsi di diverse gestioni, oggi il locale è caffè, ristorante e libreria e ospita nel corso dell’anno eventi e presentazioni. Il luogo ideale dove immergersi in un’atmosfera d’altri tempi, gustando un dolce o una delle proposte per il pranzo, o anche per un semplice caffè e una partita a scacchi.

Antico Caffè Torinese

Per chiudere in bellezza, non potevamo dimenticarci dell£Antico Caffè Torinese, il locale su Corso Italia nato nel 1919 ad opera dell’ebanista triestino Giuliano Debelli. Tutt’oggi caratterizzato da uno scenografico lampadario in cristallo e da un bellissimo bancone in stile liberty, si è rimodernato però nell’offerta dal 2014, anno in cui i due soci che ne hanno assunto la gestione hanno conferito allo storico locale una veste più contemporanea, proponendo oltre al servizio di caffetteria, pasticceria e cucina, la mixology. Drink ricercati, piatti realizzati con ingredienti selezionati e vini d’eccellenza sono quello che troverete in questo storico locale, oltre ovviamente all’esclusiva atmosfera.

Marcella Scialla