Viaggio nella Matera de La passione di Mel Gibson

La passione

4 maggio 2017 • Cinema & TV - Web • Di: • Visto: 991

«Vero e proprio set cinematografico all’aperto e presto capitale europea della cultura, Matera è una città tutta da scoprire. Come fece Mel Gibson, che nel 2004 ci ambientò il suo La passione di Cristo. Ecco le principali location viste nel film»

Pasqua è da poco passata e forse non è più il momento perfetto per guardare La passione di Cristo, ma di certo non è troppo tardi per (ri)scoprire la sua ambientazione. Diventata ormai un set cinematografico all’aperto, la città di Matera sta decisamente vivendo un periodo di rinascita turistica e culturale. Il capoluogo lucano patrimonio dell’Unesco sarà presto capitale europea della cultura, e solo nell’ultimo anno è stata il set di due grandi blockbuster americani, Ben Hur e Wonder Woman (ne parliamo qui nel dettaglio), senza parlare della produzioni italiani di cinema e fiction, come Sorelle di Cinzia TH Torrini.

Se il cineturismo è tornato di moda a Matera lo si deve anche a Mel Gibson, che nel 2004 si innamorò letteralmente della città dei Sassi e decise di girarci quasi interamente il suo film: La passione di Cristo, infatti, ha segnato un nuovo ingresso di Matera tra i set della produzione cinematografica internazionale, oltre che a rivalutarne la bellezza turistica. The passion of the Christ, infatti, è stato girato interamente in Italia, tra Matera, la città fantasma di Craco (sempre in Basilicata) e Cinecittà per gli interni. Il film si concentra sulle ultime ore di vita di Gesù Cristo, dall’arresto nell’Orto degli Ulivi al processo presso il Sinedrio condotto da Ponzio Pilato, fino alla sua atroce flagellazione, alla morte in croce ed alla risurrezione.

Costato quasi 30 milioni di dollari, il film ottenne un grande successo ma allo stesso tempo spaccò nettamente a metà pubblico e critica a causa delle scene di forte e cruda violenza presenti nel film. Non solo location made in Italy, ma anche tantissimi attori italiani hanno partecipato al film, tra cui Monica Bellucci nel ruolo di Maria Maddalena, Sergio Rubini in quello del ladrone Disma, Claudia Gerini nel ruolo di Claudia Procula, la moglie di Pilato, ed ancora Francesco Cabras, Mattia Sbragia, Sabrina Impacciatore, Francesco De Vito, Davide Marotta e soprattutto la straordinaraia performance di Rosalinda Celentano come Satana.

I set naturali per il film sono stati principalmente quattro, il Belvedere di Murgia Timone, Via Muro presso la Civita, il Vico Solitario nel Sasso Caveoso e Piazza di Porta Pistoia, tutti visitabili anche grazie ai numerosissimi tour tematici che la città offre. Partendo dal Belvedere di Murgia Timone, questo altopiano che fronteggia la città è un luogo antichissimo che l’uomo abita sin dalla preistoria ed è stato lo scenario naturale per le scene della Crocifissione al Golgotha.

Le scene relative alla vita di Gesù da bambino, invece, sono state girate presso il Parco della Murgia Materana: il forno dove la Madonna si accingeva a cucinare visto nel film è un pezzo di scenografia che ancora si può trovare all’interno della Masseria Radogna, realizzato in vetroresina e rimasto sul set originale sin dal 2004. Trovandosi nel centro storico invece si può raggiungere la parte più antica della città, la Civita e proprio sotto la Cattedrale Medioevale che domina la vallata è possibile percorrere Via Muro e la sua ripida scalinata sulla quale è stata girata la lunga sequenza della Via Crucis e della Passione.

Proseguendo si può poi raggiungere il Sasso Caveoso, precisamente Vico Solitario, in cui sono state girate le scene del Mercato e della vita quotidiana di Gerusalemme. Come ultima tappa troviamo Via Madonna delle Virtù e subito dopo Piazza Porta Pistoia, dove il naturale scenario fu poi integrato con le riprese in interni realizzate a Cinecittà, che raffigurano la Porta di Gerusalemme. Per le intense e struggenti scene dell’Ultima Cena e della Lavanda dei Piedi, esse sono state girate nell’antica Chiesa Rupestre di Madonna delle Virtù. Come detto il film è stato girato anche a Craco, un centro a pochi chilometri di distanza, conosciuto come “la città fantasma” (il paese di 792 abitanti è protagonista anche di una scena del film Basilicata coast to coast).

«La prima volta che ho visto Matera ho perso la testa perchè era semplicemente perfetta» queste le dichiarazioni che Mel Gibson rilasciò al New York Daily News ai tempi dell’uscita del film a proposito della città lucana e dopo questo itinerario non è difficile capirne il motivo. Matera non solo rappresenta una delle città più antiche d’Italia, ma anche una città in cui ci si è adoperati per mantenere intatto il paesaggio e le strutture, conservandone così la sua antica identità. Le abitazione scavate nella pietra ricordano esattamente le costruzioni che un tempo si realizzavano a Gerusalemme e nel Medio Oriente, e continuando nella sua intervista il regista dichiarò infatti che «tutto di Matera era perfetto per il film, l’architettura, i blocchi di pietra, le zone circostanti e il terreno roccioso aggiungevano una propspettiva ed uno sfondo che noi abbiamo usato per creare i nostri imponenti set di Gerusalemme, ma in realtà abbiamo fatto molto affidamento sulla vista che c’era già lì».

Mel Gibson non è stato però il primo a scegliere di realizzare la propria Gerusalemme nella città dei sassi: nel 1964 Pier Paolo Pasolini ci girò il suo Vangelo Secondo Matteo, mentre nel 1985 Bruce Bresford ci ambientò il film biblico King David, con protagonista Richard Gere. «Prima di girare La passione non conoscevo Matera né la sua storia cinematogtafica, solo dopo ho saputo che Pasolini vi ha realizzato il Vangelo secondo Matteo» continua Mel Gibson «non mi sorprende che tanti registi l’abbiano scelta e continuino a farlo: lavorare in un posto come Matera conferisce a un film un particolare senso della storia. La città è certamente uno sfondo, ma acquista la sua propria voce, trasmette un carattere che nessuna ricostruzione scenografica può riprodurre. Diventa un vero e proprio personaggio». Un personaggio che è pronto a tornare per il secondo atto stando alle ultime notizie che vedono Mel Gibson impegnato nella realizzazione di Resurrection un film per così dire sequel de La passione e che, anche stavolta, sarà girato nella città lucana.

Pronti a godervi altri scorci di Matera sul grande schermo?

Serafina Pallante

Tags: , , , , , , ,

Comments are closed.