vacanze a vieste
01 Luglio 2018   •   Argia Renda

Vacanze a Vieste, alla scoperta della terra Garganica

«Le Vacanze a Vieste vi faranno percorrere un viaggio indimenticabile alla ricerca di grotte, spiagge meravigliose, paesaggi mutevoli e oasi naturali.»

La settimana inizia con un nuovo itinerario, dedicato alle vacanze a Vieste, località in provincia di Foggia, nota specialmente per la qualità delle acque del suo mare a cui più volte è stata assegnata la Bandiera Blu. Partiamo subito col dire che non potete godere delle vere vacanze a Vieste se non sapete che fa parte del Parco Nazionale del Gargano, area nazionale protetta definita Sperone d’Italia; ma non solo: la cittadina è considerata da sempre la metà ideale per chi vuole concedersi qualche giorno di relax. Per le vostre vacanze estive, in effetti, potrebbe essere un’ottima idea prenotare in un villaggio sul mare a Vieste e godersi tutto ciò che quest’oasi offre, da spiagge magnifiche a panorami semplicemente indimenticabili.

I monumenti

La prima cosa che vi consiglio di cercare durante le vostra vacanze a Vieste è il Castello, fatto edificare dagli Svevi si tratta di una costruzione imponente, che si distingue da tutti gli altri palazzi per il suo colore scuro. Al momento, più che un’attrazione turistica, però, si tratta di un vero e proprio edifico pubblico, utilizzato dalla marina militare italiana. Inoltre non dimenticata di dare una sbirciatina al Pizzomunno, palazzo simbolo della città, al quale sono legate anche delle leggende: si racconta, ad esempio, che al tempo in cui l’attuale città non era altro che un villaggio composto da sparute capanne e abitato da pescatori, vi vivesse un giovane pescatore alto e forte di nome Pizzomunno. Nello stesso villaggio abitava anche una fanciulla di rara bellezza, di nome Cristalda: i due giovani si incontrarono su una sp’aggia e si innamorarono, giurandosi eterna fedeltà. Una delle tante sere in cui i due amanti andavano ad attendere la notte sull’isolotto che si erge di fronte alla costa, le sirene, colte da un raptus di gelosia, emersero dalle acque, aggredirono Cristalda e la trascinarono incatenata nelle profondità del mare.

Pizzomunno rincorse invano la voce dell’amata. I pescatori il giorno seguente ritrovarono il giovane pietrificato dalla rabbia e dal dolore, trasformato nel bianco scoglio che porta ancora oggi il suo nome. La leggenda racconta anche che ogni cento anni, nella notte del 15 agosto, la bella Cristalda torni dagli abissi, mentre Pizzomunno ritorna in forma umana: è in questa notte che i due giovani amanti si ricongiungono, per vivere nuovamente il loro antico amore. Al Festival di Sanremo 2018, Max Gazzè ha portato la canzone dedicata proprio a questa storia.

Dopo una bella passeggiata nel centro storico, in cui perdersi tra i vicoli e le strade della città, e prima di visitare tutte le spiagge più belle, di cui vi parleremo tra poco, vi consigliamo di prenotare anche un tour delle Isole Tremiti. Da Vieste, infatti, si possono organizzare diverse escursioni verso le isole al largo dell’Adriatico, veri e propri gioielli che vale la pena provare a visitare. Tra tutte vi segnaliamo Crepaccio, più che un’isolotto uno scoglio, a queste bisogna aggiungere il Crepaccio, di dimensioni talmente ridotte da essere considerato più che un isolotto uno scoglio di dimensioni talmente ridotte destinato a scomparire, complice l’azione continua degli agenti atmosferici.

Le spiagge

Non si possono definire vere vacanze a Vieste senza il mare… Già, le spiagge in questo luogo sono quasi tutte larghe e profonde, tutte bellissime e adatte anche alle esigenze più disparate. Tra tutte impossibile non citare la spiaggia di San Lorenzo e la Scialara, entrambe vicine al paese e quindi raggiungibili a piedi. Ma non è tutto: una fantastica attrattiva è rappresentata senz’altro dalla Baia di San Felice, che comprende una spiaggetta dal fondale basso e sabbioso, adatta anche ai più piccoli, mentre per tutti gli amanti dello sport vi consiglio di provare la vela, il windsurf o il kitesurf. A Baia Molinella, ad esempio, le onde arrivano a 4-5 metri d’altezza, facendone meta ideale per principianti e esperti.

Concludo dicendo che le vacanze a Vieste sono fatte anche per gustare tanta buona cucina: i ristoranti tipici del centro storico sapranno proporvi piatti dal sapore inconfondibile, nel rispetto della tradizione pugliese. Nel caso in cui abbiate bisogno di un’ulteriore guida una volta giunti sul posto vi consigliamo una visitina sul sito turismovieste.it, portale dedicato esclusivamente alla cittadina pugliese.

 

Foto copertina: By Idéfix [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

Argia Renda