pastiera napoletana
18 Aprile 2019   •   Marcella Scialla

Pastiera napoletana: dove mangiare il tipico dolce pasquale

«Come ogni Pasqua che si rispetti, anche quest’anno non può mancare sulle tavole degli italiani la classica pastiera napoletana. Snap Italy vi consiglia 5 indirizzi nel capoluogo partenopeo dove trovare questo tipico dolce pasquale»

Profumata, morbida e dal gusto avvolgente: è la pastiera napoletana, uno dei dolci pasquali più amati dagli italiani. E se gustarla in ogni periodo dell’anno è un piacere, farlo nel corso delle festività pasquali è una dolce tradizione a dir poco irrinunciabile. Ecco perché Snap Italy ha selezionato 5 bar e pasticcerie nel capoluogo partenopeo dove trovare alcune delle più gustose pastiere napoletane da portare a tavola questa Pasqua.

Moccia 1936

Vera e propria istituzione per quel che riguarda la pastiera napoletana è Moccia 1936, la storica pasticceria in via Benedetto Croce, 57, a Spaccanapoli. Ciò che rende unica nel suo genere questa pastiera rispetto alle altre è principalmente l’utilizzo della ricotta di bufala per il ripieno e dello strutto per la frolla. Una ricetta speciale, tramandata da anni, che garantisce un risultato sbalorditivo al palato: cremosa e profumata all’interno e friabile all’esterno, rientra a pieno titolo nella rosa delle pastiere napoletane da non perdere assolutamente.

La Pastiera Napoletana

Al civico 50 della stessa strada troviamo invece La Pastiera Napoletana, un piccolo negozio completamente dedicato al tipico dolce pasquale, da poter gustare tutti i giorni dell’anno. Da ben tre generazioni, questa azienda familiare si dedica con passione e cura alla realizzazione di prodotti di pasticceria napoletana artigianale, seguendo scrupolosamente antiche ricette e utilizzando esclusivamente ingredienti freschi e di alta qualità. Oltre che per il sapore eccezionale, la pastiera napoletana è qui imperdibile grazie anche all’originale packaging vintage in latta con la raffigurazione del golfo di Napoli che ne permette la conservazione ottimale e le conferisce quel tocco di tradizione in più.

Carraturo

Spostandoci in via Casanova, 97 non possiamo non menzionare l’antica pasticceria Carraturo, locale storico a Porta Capuana attivo dal 1837 e particolarmente celebre per la sua sfogliatella riccia. In questo particolare periodo dell’anno, poi, la pasticceria non può non specializzarsi nella tipica pastiera napoletana, proposta sia nella versione alta, dal ripieno più umido, che in quella bassa e più asciutta. Un indirizzo imperdibile per guastare una vera pastiera tradizionale, realizzata secondo la ricetta originale tramandata di generazione in generazione.

Pasticceria Giovanni Scaturchio

Altra insegna storica e di qualità a Napoli è la pasticceria Giovanni Scaturchio, sita in Piazza San Domenico Maggiore, 19. Pasta frolla con ripieno composto di finissima ricotta, chicchi di grano mantecati, canditi e aromi delicati sono le caratteristiche della pastiera, realizzata secondo un’antica ricetta che si tramanda da ben 100 anni e perfettamente equilibrata nel gusto. Altra particolarità di questa pastiera napoletana è la lacrima, garanzia di una cottura perfetta che mantiene il ripieno umido al punto giusto. Ottima al gusto e bella alla vista nella scatola regalo in latta, è sicuramente una delle pastiere napoletane da non perdere.

Ceraldi Caffè

Non poteva infine mancare nella nostra rassegna sulla migliore pastiera napoletana quella del Ceraldi Caffè, bar pasticceria in Piazza Carità, 14 celebre tra le altre cose per il babà e per l’ottimo caffè, in special modo quello nocciolato. E come accompagnare una tazzina di caffè se non proprio con una fetta del tipico dolce partenopeo? Gustosa e morbida al punto giusto, è senza dubbio una delizia da non lasciarsi sfuggire.

Marcella Scialla