enoteche a Firenze
19 Maggio 2018   •   Manuela Ciliberti

Enoteche a Firenze: le vie del gusto della Toscana

«Dopo avervi portato in giro a Milano e a Roma ci fermiamo nel capoluogo toscano, dove il vino, più che una bevanda, è una vera e propria istituzione. Ecco allora alcune delle migliore enoteche a Firenze, boutique del gusto da non perdere.»

In vino veritas”, “Chi non beve vino, gli si tolga anche l’acqua”, “Nella botte piccola c’è il buon vino” e tanti altri ancora… Come mai si usa spesso il vino tra i detti? Che significato ha? Dalle sacre scritture della Bibbia alle leggende ancestrali, il vino è un tema ricorrente. Se pensate che solo nella Bibbia la parola vino viene citata 278 volte! Nella letteratura sono migliaia i versi dedicati al vino dai più grandi scrittori italiani e stranieri. Il vino è sicuramente simbolo di unione, gioia, vita e immortalità. Non è un caso se nelle occasioni speciali non deve mai mancare! Così, dopo il tour milanese e romano tra le migliori enoteche italiane, oggi vi portiamo tra le migliori enoteche a Firenze. Più nello specifico nella regione più rinomata per il vino a livello nazionale e internazionale. Tra Chianti, Brunello e Morellino, la scelta è molto ampia e prestigiosa. E se è vero che si deve mangiare bene si deve anche bere e saper abbinare bene un buon vino accanto ad ogni pasto. Qui sotto vi indico alcuni indirizzi della città toscana.

Enoteca Pinchiorri

Da 50 anni, l’enoteca Pinchiorri è lo scrigno dei tesori enologici. Oltre 4000 etichette pregiate del collezionista e sommelier Giorgio Pinchiorri. Negli anni ’70 fu uno dei primi a stappare bottiglie pregiate per la vendita al bicchiere. Negli anni 97-2007 apre la stessa enoteca a Tokyo e successivamente anche il ristorante al 42esimo piano di un palazzo super elegante di Nagoya. Oggi è premiato come miglior ristorante d’autore e tripla stella sulla guida Michelin. A Firenze il proprietario Giorgio e sua moglie gestiscono l’enoteca da anni, tra le antiche mura del palazzo Jacometti-Ciofi. Un mix tra storia, lusso e raffinatezza tra le migliori enoteche a Firenze, in Via Ghibellina 87. Tra le bottiglie più pregiate oltre i vini italiani da assaggiare Hermitage blanc e lo Chateauneuf de Pape.

Enoteca Pitti Gola e cantina

In piazza Pitti 16 nel cuore di Firenze, l’enoteca Pitti Gola e cantina nasce nel 2008. Da impiegati a proprietari Edoardo, Manuele e Zeno acquistano il locale e ne danno splendore. All’interno una libreria piena di piccoli vini di alta produzione spesso di case sconosciute. In cantina tra le molteplici etichette, ci sono oltre 3000 bottiglie del Chianti classico, Il vino tradizionale e più rinomato della Toscana.

Enoteca Sei Divino

Il vero intenditore non beve vino…degusta segreti!” Così ci introduce nella sua cantina il wine bar Seidivino. All’interno del Palazzo Vespucci nel centro storico di Firenze, troviamo 200 etichette di vino più di 100 alla mescita. Produttori a km 0 di salumi e formaggi tra i taglieri. Possibile acquistare bottiglie celebri e raffinate anche on line. Tra le bottiglie più pregiate non può mancare il famoso Brunello di Montalcino. Dal territorio “La Braccesca” denominato così perchè originario delle terre della fattoria cui risiedevano i conti Bracci, ad oggi proprietà dei Marchesi Antinori nascono i vini più prestigiosi come il Sabazio vino rosso di Montepulciano, Vigneto Santa Pia vino nobile di Montepulciano, Bramasole cortona doc Syrah e molti altri da degustare presso l’enoteca.

Il Santo Bevitore

In Via di Santo Spirito, tra le migliori enoteche a Firenze, il Santo Bevitore ci offre non solo il migliore vino ma altre due prelibatezze, suddivise in Santo forno e Santino Gastronomia. Oltre ad essere enoteca, Santo è anche ristorante. I taglieri, presentati a tavola per degustare i vini, sono ricchi di prosciutto crudo, miele e varietà di formaggi. Tra la carta dei vini il Montecucco del Montevertine è sicuramente quello più prestigioso.

Coquinarius

Con oltre 2000 recensioni su Trip Advisor, il Coquinarius dal 1999 è il luogo d’incontro per eccellenza per il vino e anche per il cibo. Situato dietro Piazza del Duomo in Via delle Oche, è aperto a pranzo e a cena dal lunedì alla domenica. Accanto ad un buon piatto di pici toscani, la pasta tipica senese fatta con farina, acqua e olio al ragù di pecora, si abbinano i migliori vini di ottime cantine, salumi e formaggi tipici toscani. Cioccolato finissimo artigianale da abbinare con un buon rum della Martinica. Il Chianti di Lamole, invece, è uno tra i vini più gettonati e più apprezzati dai clienti. Che dire? Qui trovate uno sposalizio tra ottimo cibo e ottimo vino.

Enoteca Bonatti

Nel lontano 1934, l’enoteca Bonatti nasce come luogo di rivendita di vino e olio. Il vino a quel tempo, arrivato in botti, veniva imbottigliato direttamente nel fiasco. E quindi non c’era una garanzia della qualità del vino e i giudizi dei clienti erano, a tutti gli effetti, il tester del prodotto. Ad oggi sono 70 anni che la qualità è rimasta alta e i clienti apprezzano con estremo piacere. Situato in Via Gioberti, da Bonatti si può trovare un’accurata selezione di vini e distillati, oltre ad un’attenta selezione di birre di qualità. Ogni giovedì l’enoteca apre degustazioni a tema, ognuna dedicata a due o tre bottiglie di vino. Tra quelli più buoni il Morellino di Scansano doc.

Manuela Ciliberti