piccadilly roma
18 Dicembre 2018   •   Marcella Scialla

Piccadilly Roma: la semifinale di Cucinema “Christmas edition”

«Cucinema 2018 è giunto alla sua ultima semifinale da Piccadilly Roma. La Christmas edition del contest ha visto chef e bartender sfidarsi a suon di film natalizi cult»

Aria di Natale all’ultima semifinale di Cucinema 2018, tenutasi da Piccadilly Roma (via Appia Nuova, 127) il 16 dicembre. Per il primo Cucinepanettone del contest, tre chef  e due bartender si sono sfidati per contendersi un posto in finale proponendo attraverso piatti e cocktail i sapori dei film di Natale. Snap Italy come di consueto era in giuria e vi propone qui tutto il report della serata.

Alberto Esterini – Christmas ball

Ad immergerci subito nell’atmosfera natalizia ci ha pensato Alberto Esterini, lo chef che si era aggiudicato con il suo squisito Pollo alla Hoghwarts la tappa food pairing da Pantaleo. Per la semifinale da Piccadilly Roma ha invece gareggiato proponendo la sua Christmas ball, ispirata al film The Blues Brothers: una sfera contenente gamberi scottati con maionese alla bisque, gel di cipolla rossa e basilico, lattuga, julienne di ortaggi e chips di pane, presentata su un letto di verdura scottata e impreziosita da polvere d’oro edibile. Un antipasto gustoso e dal sapore delicato, accompagnato da uno spumeggiante calice di Alta Langa DOCG.

Il Maritozzo Rosso – Romano de Roma

Con Edoardo Fraioli de Il Maritozzo Rosso si fa un viaggio a Saint Moritz tra le ambientazioni di Vacanze di Natale ’91. Il suo Romano de Roma, composto da trippa di baccalà con pomodorini gialli, chorizo de’ noantri (salsiccia piccante di Fortunato), trancetto di baccalà in olio cottura, carciofi croccanti e maritozzo, riprende infatti la famosa scena del film che vede protagonista l’ancor più celebre duo Boldi – De Sica e il grande Alberto Sordi, in cui i commensali cercano invano di ordinare la cena dal menu in francese, per poi ricadere sul classico della cucina romana: la trippa, appunto. Bella la presentazione del piatto, accompagnato dal simpatico menu Le Maritozz Rouge ideato apposta per l’occasione, e il tocco natalizio dato dall’abbinamento del baccalà ai carciofi, da sempre elementi immancabili sulle tavole natalizie romane.

Silvia Carpene – Oompa Loompa

Ad accompagnare la trippa di baccalà de Il Maritozzo Rosso, l’Oompa Loompa ideato da Silvia Carpene di Buseto che, per il suo cocktail natalizio, si è ispirata al film La fabbrica di cioccolato. Gin tanqueray ten, succo di fragola, Ananda liquore al cacao, lime, succo di marasca sciroppata, crusta di cacao amaro e sale rosa dell’Himalaya gli ingredienti utilizzati per il drink. L’oro e il cacao sul calice nel quale viene presentato ricordano molto sia nei colori che nel profumo, intensificato anche dall’essenza di crumble al cioccolato spruzzata sulla mano degli ospiti che si accingevano a sorseggiarlo, l’inizio del film e quindi la barretta di cioccolato con il biglietto dorato vincente. Il colore bronzeo del drink ricorda invece la carnagione dei personaggi del film, il succo di fragola il colore delle loro tutine e l’Ananda al cacao riprende invece con il suo gusto il tema principale del film.

Mirko Campoli – Sfumature, cervo e bosco

L’ultimo piatto in gara è stato quello proposto dallo chef Mirko Campoli di Osteria 140, che ispirandosi a Vacanze di Natale a Cortina ha presentato Sfumature, cervo e bosco: cubo di cervo scottato affumicato con legno di ciliegio in crosta di pistacchi, sottobosco di funghi (chiodini, porcini, cardoncelli) e castagne, maionese al rafano, carote baby gialle e arancioni, topinambur e zucca, fondo bruno e patate al burro nocciola. A completare il tripudio di ingredienti e sapori, le diverse tecniche utilizzate: sferificazioni, polverizzazioni e spume arricchiscono il piatto conferendogli diverse consistenze e lo rendono complesso e ricercato. L’essenza di ginepro vaporizzata a piatto ultimato, infine, gli dona il profumo tipico della montagna, ricordando quindi l’ambientazione della pellicola di riferimento.

Angelo Bonanni – PandoRum

In abbinamento al piatto a base di selvaggina il bartender resident di Piccadilly Angelo Bonanni ha proposto PandoRum, un drink ispirato alla pellicola Colpi di Fortuna, a base di rum al pandoro homemade, lime, zucchero e l’ingrediente antisfiga per eccellenza che richiama il film: il peperoncino. Il gusto del pandoro si percepisce bene e risulta molto gradevole, smorzato nella dolcezza dal lieve retrogusto piccante dato dal peperoncino.

I finalisti di Cucinema 2018

Arriva il momento di tirare le somme e vengono decretati i due vincitori del primo Cucinepanettone da Piccadilly Roma. Mirko Campoli per la categoria chef entra nella rosa dei finalisti di Cucinema 2018, mentre Silvia Carpene (in arte Doris, unico Oompa Loompa donna nel film) si aggiudica un premio speciale: la realizzazione di una video ricetta su Ciak si cucina, come rappresentazione del bartending.

A contendersi la finale di gennaio, e quindi la vittoria di Cucinema 2018, saranno:

1. Chef Pierluigi Gallo Giulia Restaurant con Patrizio Boschetto Bar Manager OFF Club Rome
2. Chef Valerio Chiacchierini Davide Lombardi Cento Gourmet con Luca Devon Moroni OFF Club Rome
3. Chef Fabio Pecere FAD Burger and Bistrot – Centocelle con Stefano Franzon Bar Manager My Martini
4. Chef Mirko Campoli Osteria140 con Jordy Di Leone jordymixdileone Bar Manager Botaniko.

Dalla semifinale di Cucinema 2018 tenutasi da Piccadilly Roma è tutto. In attesa della finale di gennaio, vi invitiamo a rimanere sintonizzati per scoprire data e location dell’ultimo entusiasmante episodio del contest da film!

Marcella Scialla