Roma Fringe Festival 2017 e il teatro indipendente

Roma Fringe Festival

8 settembre 2017 • Travel & Culture • Di: • Visto: 211

«Torna anche quest’anno il Roma Fringe Festival, arrivato alla sesta edizione. Tanti gli spettacoli da vedere, nella splendida cornice di Villa Mercede».

Anche quest’anno gli amanti del teatro indipendente trovano nel Roma Fringe Festival (sito ufficiale) la vetrina per la loro passione. Il festival, che si svolge dal 30 agosto al 23 settembre nello scenario suggestivo di Villa Mercede (via Tiburtina 113 – 115 Zona San Lorenzo), prevede ben 8 spettacoli a sera per tre settimane: una chicca per chi ama il mondo del fringe.

Roma Fringe Festival: l’edizione del 2017

Questa in atto è la sesta edizione del festival e si presenta ricca di interessanti novità. Come oggi anno, arrivano sul palco 50 compagnie, pronte a dare vita a 150 appuntamenti da non perdere. Performance art, stand up commedy ma anche teatro civile e una forte componente visual: questo è solo una parte di ciò che si può trovare al Roma Fringe Festival.

Come sempre, sono previste anche attività pensate per i più piccoli, incontri e letture. Interessante anche il mercatino vintage, quello dell’artigianato e quello dei prodotti biologici. La novità assoluta di questa edizione 2017 è la nascita della sezione Movie Fringe Arena: viene, quindi, dato spazio anche al cinema e alle proiezioni.

Naturalmente, come ogni anno, il teatro di ultima generazione (date un’occhiata anche qui) è al centro della manifestazione. L’importanza delle nuove drammaturgie è rimarcata anche da Davide Ambrogi, Direttore Artistico del festival, che ha dichiarato:

«Quest’anno abbiamo selezionato quasi esclusivamente nuove drammaturgie, confermando il ruolo di vetrina privilegiata del teatro indipendente con testi dal taglio civile, ironico o poetico che affrontano la contemporaneità, con un occhio particolare alla società dell’immagine e al fenomeno “social”, senza dimenticare l’attualità e le storie di vita che arrivano dalle zone colpite dal terremoto o dalla guerra».

Il Roma Fringe Festival, quindi, si conferma una vetrina di grande importanza e gli appuntamenti sono tutti da non perdere.

Roma fringe festival

Spettacoli in programma

Ecco alcuni di quelli che sono gli spettacoli in programma durante le tre settimane del Fringe Festival.

Si parte da L’imbroglietto – Variazioni sul tema Habitas (Roma), un’opera di Niccolò Matcovich, che ne è anche il regista. Questo si presenta come un omaggio a Karl Valentin e Liesl Karlstadt, nonché come un gioco di ruolo teatrale. Da segnalare anche Prove Aperte del Libero Teatro Calabria (Cosenza), opera e regia di Max Mazzotta. La commedia vuole mettere al centro della narrazione quello che è il dramma della vita nel teatro, con tutte le difficoltà quotidiane che si devono affrontare.

Ottimo anche il monologo generazionale che è alla base di Generazioni, opera di Alessandra Cappuccini con la regia di Mario Umberto Carosi. Tre donne, nonna, madre e figlia, a confronto: parlando di morale e ribellione. Spicca anche il one woman show di Anna Mazzanti, dal titolo Mettetevi in fila. Da segnalare anche il bell’omaggio di Fabio Appetito alla Merinicon l’opera Ci chiamarono tutti Alda, regia di Marco Guadagno. 

Roma Fringe Festival

Il 2 Settembre è stato il momento dello spettacolo di un autore ormai affezionato a questo festival. Johnny Palomba ha portato sul palco del Fringe Festival la sua opera RecinzioniSi tratta di una serie di recensioni in romanesco fatte dal critico che vuole dire la sua sul cinema e sul mondo dello spettacolo.

Questi sono solo alcuni dei titoli degli spettacoli in scena in questa edizione del Roma Fringe Festival. Ogni sera, sino al giorno 23 Settembre, sarà possibile godere di un po’ di teatro indipendente, in un’ottima cornice come quella di Villa Mercede. La manifestazione rientra nel programma dell’Estate Romana ed è promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

Serena Marigliano

 

Tags:

Comments are closed.