vincenzo falcone
09 Aprile 2018   •   Monica Mariani

Vincenzo Falcone : «Vi spiego le mie follie creative»

«L’intervista “Delicious” a Vincenzo Falcone, imprenditore e food-influencer, che ci ha parlato della sua storia, dei suoi locali e dei suoi progetti per il futuro »

Giovanissimo imprenditore di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Falcone (profilo Instagram) ha creato nella sua amata città un piccolo impero fatto di hamburger, pizze e baguette dando vita ad hamburger&delicious, baguette&delicious e pizza&delicious. Scopriamo insieme la passione di Vincenzo per questo lavoro che ha reso i suoi locali sempre pieni ed apprezzati. I sogni già realizzati e i nuovi progetti.

Come è venuta a Vincenzo Falcone l’idea di creare l’impero delicious a Cava de’ Tirreni?
L’idea è partita dal progetto che avevo di hamburger&delicious, però io ho una storia abbastanza particolare dietro.  Io a 19 anni, finita la scuola ho fatto sei mesi di università e poi l’ho mollata vedendo che lo studio non era la mia passione più grande, la trovavo noiosa ed ero stato anche bocciato due volte. Studiavo solo il greco classico, il latino classico ma matematica, chimica non le toccavo proprio. Ho sempre pensato che la scuola non andasse a braccetto con l’intelligenza del singolo e si potessero fare altre cose. Allora ho deciso di inseguire il mio sogno, poi interrotto, di lavorare in Valtur nei villaggi. Così ho iniziato a lavorare con questa agenzia, che mi ha dato l’opportunità di girare il mondo, visitando oltre 16 paesi. Per sette otto anni sono stato in giro per il mondo come un nomade. Finchè nel 2014 la Valtur è andata in fallimento e vedendo che le cose non andavano bene, mio padre mi disse di aver trovato un locale in un vicolo di Cava e di voler fare ristorazione con me. Io risposi “Va bene si può fare papà. Però si fa alla mia maniera, ovvero facciamo hamburger”. Questo perchè nel 2011 che lavoravo alle Maldive, una coppia di imprenditori mi chiese di andare a lavorare in un ristorante da loro appena aperto a San Diego in California, Mi avevo apprezzato al villaggio e mi ritenevano un personaggio folkloristico e avrei potuto dare un tocco di italianità al loro ristorante. Lì ho fatto un esperienza bellissima lavorando in un ristorante italiano, poi in un fast food, assimilando segreti che poi ho riportato nella ristorazione che abbiamo fatto a Cava de Tirreni. In Campania siamo stati la priva vera hamburgeria fatta bene. Dopo di che abbiamo aperto baguette&delicious e pizza&delicious.

Nelle tue stories hai annunciato di star lavorando per l’apertura di Giappo Sushi&delicious? I tuoi fan sono in trepida attesa, puoi darci qualche indizio sui nuovi ristoranti?
Giappo Sushi&delicious nasce da un progetto che avevamo da circa un anno e mezzo, che adesso si è concretizzato grazie alla fusione del mio brand “Delicious” con il brand napoletano “Giappo” di un amico imprenditore che ho conosciuto e apprezzato in questi anni e si chiama Enrico Schettino. Nonostante io sia stato in Giappone, è difficile intraprendere la strada della ristorazione giapponese, perche sai non è la nostra ristorazione, c’è un’altra materia prima e un’altra ricerca. Data la qualità di “Giappo”, abbiamo deciso di unirci e creare questo format che dovrebbe essere pronto per Giugno. Con Giappo faremo la ristorazione tradizionale giapponese e poi ci sarà una carta delicious dove ci saranno tutte le mie porcose fantasie.

Il successo del tuo brand è sicuramente dovuto anche all’importanza che dai alla comunicazione tramite i social network mixando vita privata e mondo  enogastronomico. Come vive Vincenzo Falcone il rapporto con i suoi fan?
Il rapporto con i miei fan è bellissimo. Io l’ho detto sempre, dato che il villaggio mi manca, da quando ho iniziato a capire che Instagram poteva essere sia un piacere che un lavoro, ho fatto si che ricreassi il mio villaggio virtuale. Poi da quando hanno introdotto le storie di instagram , tu puoi veramente far capire la tua vita, far divertire le persone e far vedere quello che stai facendo con una pubblicazione di 15 secondi. Quindi ho fatto in modo di mixare la mia vita privata con la mia ristorazione. Infatti alcune mie follie e creazioni gastronomiche vengono anche dalla mia personalità e da quello che ero prima, ovvero un animatore scellerato. Ogni giorno centinaia di persone mi scrivono, ricevo almeno 700-800 messaggi al giorno. Prima riuscivo a stare dietro a tutti, adesso mi riesce praticamente impossibile. Mi veglio la mattina e vedo già 150 messaggi in posta, poi in più ho altro da fare. Il mio profilo mediamente al giorno riceve 85000 visualizzazioni fisse e di questo sono felicissimo, perché vuol dire che stiamo lavorando bene, che io e i miei prodotti piacciamo alla gente.

Oramai la fama ti precede e sei diventato uno tra i più amati food-influencer, come vivi il rapporto con i tuoi colleghi?
Il rapporto con loro è fantastico. Considera che quando è nato il mondo food-social, siamo partiti tutti quanti insieme: io, napolifoodporn, italyfoodporn, Egidio Cerrone di Puokemed e altri personaggi. Siamo nati nello stesso momento e ci siamo dati man forte in qualsiasi cosa. Ci confrontiamo spesso sul lato social e gastronomico ed è molto divertente. Siamo quei 4-5 forti in Italia e soprattutto in Campania. Ci troviamo davvero molto bene e c’è una bella sinergia. Adesso con Egidio stiamo preparando una mini web serie che andrà su fb e su instagram dal nome The king of delicious per far vedere tutto il mondo delicious, la ristorazione incentrata sui piatti e sul mio personaggio. Dovrebbe partire in estate e poi uscire prima dell’inverno.

@Vincenzo Falcone con Egidio Cerrone

Vincenzo Falcone ci ha rivelato uno scoop, annunciandoci che tra poco inizieranno le riprese del film di suo padre, il regista Pasquale Falcone. Girerà un musical composto da 3 storie generazionali d’amore raccontate con le canzoni dei Pooh e Vincenzo farà parte di una di queste 3 coppie, quindi sarà co-protagonista. Questa cosa lo entusiasma tantissimo perché lo riporta alla recitazione e all’animazione che era quello che faceva prima.

@Vincenzo Falcone con il padre Paquale

Monica Mariani