sport sul ghiaccio
20 Dicembre 2017   •   Snap Italy

Sport sul ghiaccio, quali sono e dove praticarli

«Dal bob al pattinaggio di figura, tanti sono gli sport sul ghiaccio che si possono praticare durante le fredde giornate invernali. Quindi munitevi di guanti, cappello e sciarpa che si scende in pista!»

Con l’inverno arriva anche uno dei dilemmi più cruciali dell’anno: restare a casa sotto le coperte a vedere un film o mettersi alla prova cimentandosi in nuove attività? Qualora si dovesse optare per la seconda le scelte sono infinite. Durante la stagione invernale le attività sportive sono le più gettonate, in particolare gli sport sul ghiaccio. In occasione anche delle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018 (cliccate qui per scoprire chi farà parte della spedizione azzurra) vediamo insieme quali sono e dove praticarli in Italia.

Bob

sport sul ghiaccio

Disciplina nata negli Stati Uniti verso il 1880 circa, è uno dei pochi sport sul ghiaccio che si svolge obbligatoriamente a squadre. Gli equipaggi, composti da due o quattro persone (inizialmente erano sei), devono percorrere con il bob una discesa lunga circa 1500 m ottenendo il miglior tempo. La pista ghiacciata conta 15 curve e in alcuni punti è rialzata per evitare che nella discesa il bob esca fuori. Ogni slitta è costituita da elementi e materiali ben precisi in modo da favorire l’aerodinamicità del veicolo evitando così che diventi uno sport pericoloso. In Italia fra le migliori piste per la pratica agonistica c’erano quelle di Cortina d’Ampezzo (Bob Club Cortina) e di Cesana (Cesana Pariol) che però oggi non sono più attive.

Curling

sport sul ghiaccio

Considerato uno degli sport invernali più strani al mondo, dal 1998 nel programma olimpico, in realtà ha poche semplici regole da tenere a mente. La squadra, composta da 4 giocatori, prevede che ogni membro lanci una pietra di granito (detta stone). Questa, dotata di un’impugnatura, viene fatta scivolare verso un’area chiamata casa. I punti si accumulano al termine di ogni mano in base al numero di stone più vicine al centro della casa. Lungo il percorso che fa la pietra, i giocatori levigano la superficie ghiacciata con una scopa speciale che ha una doppia funzione dal momento in cui viene utilizzata anche nel lancio stesso della stone. Fra i Club italiani più rinomati abbiamo il Curling Club 66 Cortina.

Hockey su ghiaccio

sport sul ghiaccio

Sport olimpico dal 1920 è maggiormente diffuso in quei paesi dove le temperature sono più rigide consentendo di praticarlo anche in strutture esterne, come il Canada, la Repubblica Ceca e in generale i paesi nordici. È una disciplina di squadra che viene disputata su ghiaccio in cui i giocatori si servono di un bastone ricurvo per mandare un disco, detto puck, nella porta avversaria. Data la natura molto fisica dell’hockey le divise di ciascun giocatore prevedono delle protezioni robuste. Considerato uno degli sport sul ghiaccio più seguiti al mondo, in Italia sta prendendo sempre più piede anche grazie al campionato italiano organizzato dalla FISG. Fra i maggiori club l’Hockey Club Gherdëina.

Pattinaggio su ghiaccio e Short Track

Il pattinaggio su ghiaccio comprende due discipline: il pattinaggio di figura e quello di velocità. Per il pattinaggio di figura si intende uno sport che può essere individuale, di coppia e di squadra. Gli atleti, muniti di pattini, accompagnati da una base musicale, danzano sulla pista di ghiaccio eseguendo una serie di figure, salti e passi. Fra le migliori piste quella presso il Courmayeur Mont Blanc. Nel pattinaggio di velocità gli atleti, anch’essi dotati di pattini, devono percorrere una determinata distanza nel minor tempo possibile. In Italia la miglior pista è l’Oval Lingotto di Torino, edificato in occasioni dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006Molto simile al pattinaggio di velocità abbiamo lo short track, disciplina che si disputa in una pista più corta, con delle curve più strette e senza corsie, infatti sono permessi contatti fra i vari atleti.

Skeleton e Slittino

Queste due discipline sono molto simili tra loro. Lo skeleton (scheletro in inglese), disciplina individuale, prevede che ogni atleta percorra, disteso in posizione prona, una pista su un tipo di slitta munita di pattini. Al contrario, con lo slittino, la cui disciplina è sia individuale che di coppia, la posizione prevede che la schiena aderisca alla slitta, con il capo indietro e i piedi in avanti. È un vero peccato che in Italia non ci sia alcun catino per praticare slittino, skeleton e bob.

Buon divertimento!

Elisa Malomo