sanità digitale
12 Novembre 2021   •   Manuela Ciliberti

Sanità digitale: come WelMed la sta rivoluzionando

«Il mercato investe nella sanità digitale rivoluzionandolo. La startup italiana WelMed raccoglie 5 milioni di euro e si prepara a crescere ancora.»

Una comunicazione efficace e tempestiva: fra medico e paziente, fra i diversi professionisti della sanità, fra chi fa ricerca medica o, ancora, chi si occupa di gestione della sanità. Obiettivo: migliorare il servizio reso ai cittadini, innovare la pratica clinica e aiutare la ricerca scientifica. Come? Grazie alla Piattaforma di Medicina Digitale intelligente, accessibile, collaborativa e incentrata sul paziente messa a punto da WelMed, startup italiana di digital health fondata dai due medici Giulia Franchi e Marco Manzoni. WelMed è nata da una necessità e da una visione; da un lato la necessità dei due medici fondatori, di avere uno strumento di comunicazione clinica idoneo a scambiare informazioni con i loro pazienti e con i loro colleghi; dall’altro una visione, ovvero raccogliere e organizzare i dati clinici attraverso l’utilizzo dei servizi di comunicazione ad alta fruibilità di tale strumento, per una pratica medica democratica e a valore aggiunto, accrescendo l’universo della sanità digitale.

Nuove tecnologie

Una necessità che con la pandemia è diventata evidente a tutti: nei mesi dell’emergenza, infatti, si sono rese necessarie soluzioni e tecnologie che consentissero di effettuare in maniera professionale prestazioni sanitarie da remoto, garantendo il più possibile il contatto tra il medico, il paziente e il Care Team. Una visione, quella dei due fondatori, in linea con la sanità del futuro disegnata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che vede nella digitalizzazione uno dei pilastri su cui costruire la nuova assistenza sanitaria territoriale. Nata nel 2017, la soluzione sviluppata da WelMed costituisce un ecosistema digitale sanitario data-driven: grazie all’utilizzo di protocolli di intelligenza artificiale (AI) i dati del paziente sono processati in un unico ambiente digitale sicuro, protetto e GDPR-compliant, a cui possono collaborare tutti gli specialisti e le strutture sanitarie che lo seguono, favorendo una migliore gestione dell’intero percorso di cura.

WelMed trova applicazione in differenti scenari: dai singoli operatori sanitari, consentendo loro di svolgere online la loro pratica clinica, alle strutture sanitarie, che possono digitalizzare l’erogazione dei loro servizi, mediante ambulatori virtuali e percorsi digitali, realizzando il cosiddetto ospedale diffuso, alle reti di patologia, con la creazione di  network digitali per la condivisione di conoscenze, esperienze e processi multidisciplinari, alle Aziende, Assicurazioni ed Enti Previdenziali che con WelMed possono offrire servizi online di prevenzione e assistenza ai propri utenti. La Piattaforma WelMed non ha necessità di implementazione e installazione, ed è oggi utilizzata con soddisfazione in più di 200 realtà sanitarie (reparti, ambulatori, ospedali). Le sue caratteristiche sono state premiate anche dal mercato: WelMed ha appena concluso un importante round di investimento di 5 milioni di euro nell’ambito di un’operazione finalizzata a realizzare un aumento di capitale fino a 10 milioni di euro entro la fine del 2021, con il supporto di Alchimia Spa

Una vera e propria missione

«La nostra missione è quella di migliorare la qualità di vita delle persone e supportare gli stakeholder del mondo sanitario ad innovare, per erogare cure sempre più accessibili, personalizzate e a valore aggiunto. È un round da Silicon Valley, che testimonia come anche in Italia le start-up che fanno bene possono farcela», dichiara Giulia Franchi, co-founder e CEO WelMed.

Questa importante operazione finanziaria consentirà un ulteriore rafforzamento della startup e del settore della sanità digitale, ed una apertura verso i mercati internazionali. La società di investimenti Alchimia ha contribuito in qualità di sponsor e coordinatore della raccolta fondi. «Un risultato degno di nota – dichiara Marco Manzoni co-founder e CMO WelMed – considerando che in Italia gli investimenti complessivi nel mondo delle startup health-tech sono ancora limitati. Ci auguriamo che questa operazione sia di incoraggiamento per il segmento».

sanità digitale

«La pandemia ha impresso una forte accelerazione alla digitalizzazione in tanti mercati – ha aggiunto Marcello Tedeschi, Head of Strategy & Business Development di Alchimia Spa – Da società attiva nel Venture Capital, abbiamo interpretato il momento storico e l’andamento del mercato nella maniera corretta. Da sempre generiamo opportunità, soprattutto internazionali, in diversi settori chiave e il target è costituito da aziende scalabili ad elevato potenziale di crescita. Con WelMed abbiamo trovato tutto questo, insieme alla grande passione e competenza dei suoi fondatori. Siamo felici di accompagnarli per raccogliere il meglio che le opportunità del mercato ci presenteranno».