Mostre primavera 2019
09 Aprile 2019   •   Argia Renda

Mostre primavera 2019, quali sono le più belle?

«Quali sono le Mostre primavera 2019 che non dovete assolutamente perdere? Scopriamolo insieme in giro per l’Italia.»

Con la bella stagione arrivano le Mostre primavera 2019, dedicate a tutti voi appassionati di arte, cultura e tanta bellezza. Gli appuntamenti in giro per l’Italia non vi deluderanno: l’arte è la vera testimonianza del nostro passato, unico e prezioso.

“Il disegno è la sincerità nell’arte. Non ci sono possibilità di imbrogliare. O è bello o è brutto.”
Salvador Dalì

Scuderie del Quirinale – Roma

Dal 13 Marzo al 28 Luglio 2019, nella capitale è possibile visitare: Leonardo Da Vinci, la scienza prima della scienza. Un indagine vera e propria sull’artista che quest’anno celebra i 500 anni della sua morte. Dalla formazione toscana, fino al soggiorno milanese, per arrivare alla sua permanenza romana, questa tra le Mostre primavera 2019 ripercorre le opere di Leonardo sul fronte tecnologico e scientifico. Le Scuderie del Quirinale si trovano in Piazza della Cancelleria.

Palazzo Pitti – Firenze

Seconda tra le Mostre primavera 2019 è quella presente nel territorio toscano dal 7 Marzo, fino al 29 Maggio 2019. Lessico femminile, le donne tra impegno e talento 1861-1926, questo è il titolo della mostra dedicata all’impegno professionale e al talento delle donne in Italia, tra Ottocento e Novecento.

Le date sono simboliche, rappresentano la storia del riscatto femminile e del ruolo pubblico delle donne; fotografie e opere che raccontano le diverse forme di operosità: le contadine dedite alle pratiche agricole, le donne borghesi che potevano studiare e intraprendere una carriera scolastica.

Musei Archeologici di Metaponto e Policoro – Matera

Come non concludere con la capitale europea della cultura 2019, questo nostro breve viaggio alla scoperta delle Mostre primavera 2019. Dal 21 Giugno al 31 Ottobre potrete visitare la Poetica dei Numeri Primi: Pitagora e la Bibbia ci credevano fermamente, mentre Copernico, Keplero, Leibniz e Newton sono stati i primi ha confermare che le nostre idee, la nostra arte, la nostra relazione col mondo sono fortemente legate al modo di contare, pesare e misurare.

I sei percorsi della mostra si snodano proprio partendo da questo concetto: uno storico, due didattici e tre artistici, dove si potranno incontrare le opere di artisti del calibro di Escher, Nespolo e Spizzichino. A rendere ancora più unica quest’esperienza, le conferenze di alcuni dei matematici più geniali, laboratori di ogni tipo, veri e propri spettacoli matematici e show di magia fino a rispolverare i manuali di algebra e scienza.

Argia Renda