materiale elettrico
24 Dicembre 2018   •   Redazione

Materiale elettrico, le aziende italiane dominano il mercato

«Non solo arte, buona cucina e turismo. Da qualche anno a questa parte le aziende italiane stanno caratterizzando anche il settore del materiale elettrico, distinguendosi per qualità e innovazione.»

Attenzione ai dettagli, ricerca della qualità, risultati, prestazioni di rilievo e, soprattutto, cura del design: queste sono le caratteristiche riconosciute da sempre come distintive del Made in Italy in ogni settore, artigianale o industriale. Ma c’è un campo, quello del materiale elettrico, in cui queste peculiarità trovano un’espressione di eccellenza, con tante aziende italiane che dominano il mercato a livello internazionale.

Parliamo del mondo della produzione di prodotti per l’elettricità e, con gli sviluppi della tecnologia, della domotica, le utili applicazioni che consentono di gestire vari elettrodomestici o accessori domestici attraverso la Rete Internet. Guardando sul sito emmebistore, in particolare, si possono scoprire i cataloghi delle grandi marche italiane specializzate in materiale elettrico, con nomi del calibro di BTicino, Vimar, Ave, Bocchiotti e Fantini Cosmi che sono tra i più importanti al mondo, come dimostrano le ultime notizie.

Doppio premio per la Vimar

L’ultima news, in ordine cronologico, arriva dai Paesi Bassi e riguarda la Vimar: la storica azienda veneta, leader nel mercato del materiale elettrico, ha ricevuto il prestigioso DAME Design Award 2018, un premio per l’eccellenza nel settore nautico e nelle sue applicazioni, grazie alle prestazioni dei nuovi comandi Eikon Tactil a 24 volt, una soluzione innovativa che permette la completa gestione di diverse funzioni presenti a bordo della nave.

Riconoscimenti a stile, funzionalità e design. La giuria internazionale ha assegnato a questo prodotto per la categoria “interior equipment, furnishings, materials and elettrical fittings used in cabins”, riconoscendo in particolare i meriti di uno stile “semplice, molto versatile, personalizzabile, elegante”, che rappresenta “un grande passo avanti per l’interior design”. Solo poche settimane prima, la stessa Vimar e le sue soluzioni touch screen VIEW avevano conquistato l’Iconic Awards del German Design Council, che premia il design e l’architettura a livello internazionale.

Il successo di Bticino e l’estetica di Fantini Cosmi

Non è da meno il palmares di BTicino, marchio che mantiene un cuore italiano nonostante l’acquisizione da parte del gruppo Legrand; basta citare il notissimo IF Design Award vinto nel 2017 nella categoria Building Technology grazie al termostato connesso Smarther, premiato per le sue valenze di funzionalità e di design che riescono a coniugare semplicità e innovazione grazie alla comunicazione tra smartphone e termostato, consentendo di controllare e gestire il clima domestico ovunque ci si trovi.

In tema design non si può non citare la scelta per così dire storica di Fantini Cosmi, che sin dagli anni Ottanta ha affidato la progettazione estetica di alcuni dispositivi a un vero mito dello stile italiano come Giorgietto Giugiaro, che ha firmato alcuni dei modelli di maggior successo della compagnia, come i cronotermostati C25 e C26 o i più recenti C75 e C76. Negli ultimi anni, invece, il brand lombardo si è affidato al designer Marco Fossati, che ha mantenuto la filosofia aziendale di realizzare prodotti che non siano solo efficienti e performanti, ma anche belli da vedere e da usare.

Il Made in Italy di Ave

Chiudiamo questa rassegna con una delle società italiane più “esperte” in questo campo, ovvero la Ave: fondata nel 1904, in questo secolo e oltre di attività l’azienda ha conquistato un ruolo di rilievo nel mercaro del materiale elettrico a livello internazionale con le sue soluzioni, ricevendo anche il Premio Compasso D’Oro per il Design e attivando, negli anni, collaborazioni con architetti e designer di fama mondiale, come Giò Ponti, Andries Van Onck o Makio Hasuike. Anche per questo, nel 2016 la Ave è stata inserita tra le 100 eccellenze italiane che rappresentano un patrimonio nazionale ed internazionale che contribuiscono a tenere alto l’onore del Made in Italy.