Marcella Filippi
09 aprile 2018   •   Snap Italy

Marcella Filippi: «A 32 anni c’è sempre spazio per i sogni»

«Diciamo che a 28 anni uno normale non ci crede neanche più. Ma non io! Ho sempre inseguito il mio sogno, e tuttora lavoro e mi impegno per cercare di migliorarmi». –  Marcella Filippi

Nata e cresciuta in una famiglia di cestisti Marcella Filippi (profilo Instagram) a 32 anni sogna la convocazione in vista degli Europei del 2019. Sogna ma con i piedi ben piantati a terra! La nostra atleta, ala presso la Fila San Martino di Lupari, si allena duramente per raggiungere il suo grande obiettivo. La sua mente e il suo corpo non sono solamente protagonisti della Lega Femminile di Basket italiana ma anche e soprattutto del campionato 3×3 della FIBA dove la nostra Marcella Filippi è capitana della nazionale e prima nel ranking. Compagna, nella squadra azzurra, di Giorgia Sottana (qui per leggere l’intervista) e Cecilia Zandalasini, non si ispira a precisi personaggi del mondo del basket. Il suo unico vero motore è la passione per il basket che la spinge a praticarlo ovunque si trovi. Leggiamo insieme cosa ci ha raccontato.

Come è iniziata la tua avventura nel mondo della pallacanestro?
Andando a vedere le partite di mio papà. Tra un tempo e l’altro mi buttavo in campo per tirare, anche senza arrivarci!

Hai iniziato in A2 alla Basket Carugate passando per la Libertas Udine e la Fortitudo Pomezia per poi approdare in A1 e arrivare ad oggi con la maglia del San Martino. In quale realtà Marcella Filippi crede di essere cresciuta maggiormente sia dal punto di vista agonistico che umano?
Dal punto di vista tecnico e agonistico Udine, dal punto di vista umano San Martino di Lupari, ma ogni realtà che ho vissuto mi ha lasciato qualcosa, dentro e fuori dal campo.

Cosa ti ricordi del tuo esordio in maglia azzurra del 2014 in occasione dell’All Star Game di Rimini?
Diciamo che a 28 anni uno normale non ci crede neanche più, ma non io! Ho sempre inseguito il mio sogno, e tuttora lavoro e mi impegno per cercare di migliorarmi. Quindi quando ho ricevuto la convocazione ero felicissima, ma non soddisfatta, volevo arrivarci davvero in nazionale e giocare almeno una competizione ufficiale. Ritengo il mio reale esordio quello di quest’anno in Svezia dove per la prima volta mi sono sentita parte della Nazionale e mi sono commossa vedendo le ragazze in campo giocare così bene. Non ci credevo, io ero lì!

Marcella Filippi è capitana della Nazionale 3×3 e sulla vetta del ranking. I numeri della FIBA parlano forte e chiaro. Sei entusiasta di questo tuo successo?
Molto, anche perché per arrivarci ho investito tempo, denaro e fatica. Ma non mi accontento!

Hai un idolo/modello agonistico che stimi particolarmente e a cui ti ispiri quando ti appresti a scendere in campo?
In realtà nessuno in particolare.

L’amore per la palla a spicchi è ereditario o in famiglia sei stata una vera e propria pioniera?
Papà, mia sorella e mio fratello: tutti giocatori. Se ci aggiungi anche i cognati e i due nipoti… facciamo una bella squadretta!

Gli Europei 2019 si avvicinano. Quali sono gli obiettivi ha Marcella Filippi per uno degli appuntamenti più importanti della sua carriera agonistica?
Poter essere tra le convocate sarebbe un gran traguardo… a 32 anni c’è sempre spazio per i sogni!

Se dovessi promuovere lo sport di squadra e in particolare la tua disciplina, quali parole utilizzeresti?
Lo sport è un maestro di vita che ti porti dietro per tutto il resto delle tue esperienze: lavorative, familiari, di relazione, etc.

Dove ti vedi fra 5 anni?
A lavorare! Ma per il resto tutto uguale ad ora. Niente figli. Mai.

NBA, la pallacanestro d’oltreoceano. La segui o semplicemente preferisci lo scenario del vecchio continente?
Non guardo molta tv per fortuna! Preferisco più giocare che guardare quindi o vado in qualche palazzetto a vedere qualsiasi cosa oppure scappo al campetto con i mie amici anche solo per una gara notturna di 100.

Il tuo profilo Instagram ritrae molti tuoi “esperimenti culinari”. La cucina è una tua passione o semplicemente ami mangiare sano?
Amo mangiare e cerco di farlo in modo sano. Mi diverto a scoprire e provare cose nuove, ricette, ingredienti e organizzare cene per stare in compagnia.

Fotohttps://www.facebook.com/lupebasket/

Elisa Malomo