lavori del futuro
11 luglio 2018   •   Snap Italy

Lavori del futuro: 5 professioni tra algoritmi, robot e intelligenza artificiale

«La Quarta rivoluzione industriale ormai è in atto e con essa un passaggio epocale, che porterà alla sparizione di alcune professioni a vantaggio dei lavori del futuro. Ecco 5 mestieri con cui avremo a che fare nei prossimi anni.»

Il mondo del lavoro sta cambiando, sempre più velocemente ed in maniera esponenziale. Dimentichiamoci i lavori di un tempo con carta, penna e calamaio, dimentichiamo lavori troppo manuali, dimentichiamoci, una volta per tutte, come si lavorava ieri. La Quarta rivoluzione, infatti, ha portato in dote tantissime novità, aprendo la strada ai cosiddetti lavori del futuro, professioni digitali e non, caratterizzati da algoritmi, robot e intelligenza artificiale. A questo proposito, riprendendo una ricerca commissionata dal governo britannico e sviluppata dall’istituto FastFuture, abbiamo selezionato 5 mestieri che dovremo imparare a conoscere, lavori del futuro che in meno di un ventennio dovrebbero prendere piede e trasformare il mondo del lavoro.

.

Alcuni di essi, a leggerli oggi, appaiono quanto meno strani, ma guai a sottovalutare i cambiamenti imposti da questa nuova rivoluzione industriale. Del resto ci troviamo in un’epoca in cui i numeri e i dati hanno sempre più importanza, così come il loro utilizzo e la loro conservazione. Con i dati, in effetti, si può cercare di leggere il mercato con largo anticipo e, soprattutto, si possono creare database ad hoc con cui strutturare progetti a lungo termine. Per questo motivo aziende come Recovery Data, specializzata nel recupero dati da dispositivi digitali, forniscono un punto di partenza ottimale, da cui ripartire nel caso in cui smartphone, server, USB e tanto altro ancora non avessero le stesse funzionalità di un tempo. Perché è proprio dai dati che l’istituto FastFuture è partito, stilando una lista con 20 lavori del futuro pronti a rivoluzionare il mercato. Tra questi ne abbiamo selezionati 5 che davvero non ci aspettavamo!

Agricoltore verticale

Ebbene sì, il futuro degli agricoltori è… in alto. L’idea è quella di sviluppare fattore urbane verticali, in cui è possibile produrre cibi da coltivazioni idroponiche. In parole più semplici verrà ricercato un agricoltore con competenze più ampie, che sappia muoversi sia in ambito scientifico che in quello ingegneristico. Del resto starà proprio a questo agricoltore verticale ideare un edifico a più piani in cui le piante siano coltivate sull’acqua e non sulla terra, aumentando in maniera significativa e riducendo l’impatto ambientale derivante da quest’ultimo.

Responsabile per lo smaltimento dei dati personali

In un momento storico in cui la privacy è costantemente sotto attacco, con le grosse multinazionali costrette a ritrattare le proprie politiche di approvvigionamento di dati personali, ci sarà sempre più richiesta di specialisti in campo informatico e giuridico che garantiscono alle persone il diritto all’oblio. Del resto non a tutti piace essere rintracciati e “schedati”, delegando questo delicato compito a figure professionali in grado di trattare e/o eliminare i dati personali contenuti nei database, siano essi elettronici o fisici.

Assistente sociale per social network

Restiamo nel mondo digitale e, più nello specifico, in quello dei social network. Un mondo a sé, in cui la nostra identità vive una vita parallela a quella fisica. Fatta questa premessa è quasi scontato pensare ad assistenti che gestiscano tutto questo, a partire dalla realizzazione di un avatar (di fatto il nostro alter ego nel mondo digitale, ndr), fino a veri e propri assistenti sociali, specializzati nel campo dei social network ed in grado di aiutare le persine traumatizzate e/o marginalizzate dalla comunità social.

Narrowcaster

I mass media generalisti tendono sempre di più a differenziare l’offerta, fornendo contenuti altamente personalizzati e targettizzati. A questo proposito è facile prevedere la nascita di nuove e variegate opportunità di lavoro per i cosiddetti “narrowcaster”, specialisti nel campo della comunicazione che siano in grado di lavorare in partnership con editor di contenuti e agenzie pubblicitarie, così da creare prodotti audiovisivi il più possibile aderenti alle esigenze e ai gusti del pubblico. Per molte persone è uno dei lavori del futuro già presente sul mercato, ma in tal senso, figure specializzate in quest’ambito ancora non ne esistono.

Sviluppatore di mezzi di trasporto alternativi 

Nei prossimi anni è possibile che le strade, almeno come le conosciamo oggi, non esisteranno più, cedendo il passo a nuovi mezzi di trasporto ed itinerari. Perciò andremo a confrontarci con progettisti e costruttori che studieranno e disegneranno mezzi di trasporto di nuova generazione, a basso impatto ambientale (forse ci sarà il definitivo addio al petrolio, ndr) e con l’utilizzo di nuovi materiali. Secondo previsioni un po’ più avveniristiche, avvicinandoci al 2040 le automobili volanti e quelle subacquee saranno finalmente realtà!

E voi? Cosa ne pensate? Questi lavori del futuro vi spaventano o vi elettrizzano? A noi incuriosiscono, così come tutte le novità che questa Quarta Rivoluzione industriale sta portando in dote. A questo punto non ci resta che attendere.