io italian osteria
11 luglio 2018   •   Deborah Scaggion

IO Italian Osteria: l’avventura di Chef Anna nel Sud-Est Asiatico

Chef, donna ed imprenditrice di successo: abbiamo incontrato chef Anna Borassi nel suo nuovo ristorante iO Italian Osteria di Bangkok per farci raccontare il suo lavoro e ruolo di donna. Ma anche di come tenacia e passione per la cucina italiana l’abbiano condotta al successo internazionale.

Cresciuta tra i fornelli del ristorante di papà, Chef Anna dopo il diploma decide di intraprendere la carriera di chef. Così si trasferisce a Roma e, dopo anni di gavetta, apre il suo primo ristorante. Presto si afferma tra l’alta società romana, ma capisce che le manca qualcosa. È allora che, un po’ per gioco, sei anni fa visitò Singapore, città fiorente e dinamica. Affascinata, decide di sfidare se stessa ancora una volta e aprire qui un ristorante autenticamente italiano: Etna Italian Resaurant. Il riscontro è così positivo che dopo pochi anni chef Anna non solo apre una un altro ristorante a Singapore, ma lo trasforma in una catena pluripremiata: nasce così iO Italian Osteria (sito ufficiale),che oggi dirige insieme all’aiuto dei suoi figli.

iO Italian  Osteria: Amore per la Cucina Italiana

Ma qual è il concetto che sta dietro al successo di iO Italian Osteria? L’idea è semplice: offrire a tutti la possibilità di conoscere e apprezzare il cibo italiano, ad un prezzo accessibile.  E questo passa soprattutto attraverso la riscoperta dei sapori semplici delle cucine regionali e la promozione di sapori e piatti meno conosciuti della cucina italiana, come la pasticceria e i numerosi cocktails. Questo ristorante vuole essere un’osteria al tempo della globalizzazione che connette due mondi: da un lato si rivolge ad una clientela multiculturale, dall’altro mette in risalto le tradizioni della cucina regionale italiana e offre opportunità internazionali ai piccoli produttori locali.

Chef Anna: Donna, Madre ed Imprenditrice

Chef Anna non solo è una delle poche donne chef che hanno ricevuto riconoscimenti importanti nel mondo, ma è anche l’unica donna contemporaneamente chef e manager del suo ristorante in Tailandia. Nonostante ammeta di aver incontrato delle difficoltà nel lavorare in un ambiente prevalentemente maschile, ci rivela che la sua tenacia, voglia di conoscere e migliorarsi le hanno permesso di arrivare al successo. Aggiunge, però, che vorrebbe vedere più donne in cucina: “Ho imparato tanto dagli uomini, ma dobbiamo ricordare che dietro ad ogni uomo c’è sempre una mamma, e quindi una donna. Motivo per cui le donne dovrebbero avere più importanza nel mondo della ristorazione”

Ispirazioni ed Aspirazioni

Sorridendo, chef Anna racconta di quanto il lavoro del padre l’abbia ispirata nella sua carriera. Ma riconosce che lavorare con clienti internazionali la stimola a cercare modi sempre nuovi di  ripensare la tradizione. Guardando al futuro, spera di riuscire presto a portare iO – Italian Osteria in altri paesi del sud-est asiatico per far conoscere il Made in Italy in questo angolo di mondo.

E ai giovani italiani che vogliono realizzare il proprio sogno professionale, in cucina e non, consiglia di viaggiare per aprirsi a prospettive internazionali, ma senza dimenticare la propria italianità, che li rende unici nel mondo.

Deborah Scaggion