13 febbraio 2018   •   Redazione

Fiere di settore in Italia, perché è importante partecipare

«Risorsa sempre più importante per tutti gli imprenditori, le fiere di settore regalano opportunità e vantaggi a chiunque decida da parteciparvi… andiamo a scoprire come!»

Un’azienda non può mai essere un’isola: non serve a niente separarsi dal mondo che la circonda, dato che il contatto continuo con il proprio settore è sempre un modo per ottenere svariati vantaggi. È una questione di crescita e di conoscenza, che permette di aggiornarsi sui trend del momento e comprendere verso quale direzione sta virando il mercato. È per questa ragione che le fiere di settore rappresentano l’occasione ideale per calarsi tout court in un mondo sempre vivo e in continuo cambiamento. Le opportunità, poi, non mancano: Roma offre fiere come ad esempio Enada, focalizzata sull’industria alberghiera e sull’arredamento, oppure Legion Run, evento pensato per tutte le aziende che si occupano di sport. Altre fiere che vale la pena ricordare? Il famoso Romics, il SSIEM e il SOI (tecnologia medicinale) ma anche l’ECOC (ottica).

Perché è importante partecipare alle fiere di settore?

Sono tantissime le ragioni e i benefici che possono derivare dalla partecipazione ad una fiera di settore: intanto per una questione di conoscenza, perché questo consentirà all’azienda di farsi notare e di rafforzare la propria identità di brand. Qui la comunicazione gioca un ruolo fondante: farsi notare durante una fiera, scambiando quattro chiacchiere con gli avventori, aiuta a fissare nella loro mente il proprio marchio. Inoltre, le fiere sono equiparabili ad un terreno di caccia: partecipandovi, è possibile catturare l’interesse di nuovi clienti potenziali, oppure fidelizzare clienti già acquisiti. Come? Fissando un appuntamento in fiera, puntando sul rapporto umano, e facendo anche vedere agli altri che lo stand è frequentato. Un altro grande vantaggio delle fiere di settore è la possibilità di creare network con altri player: di partner non se ne hanno mai abbastanza, e questo è il momento migliore per rimpolpare la propria rete. Infine, come già accennato poco prima, le fiere rappresentano anche uno spaccato dei nuovi mercati che si stanno aprendo o si sono già aperti.

Come e cosa serve per partecipare alle fiere di settore?

Dopo aver individuato la fiera giusta per la vostra azienda, dovrete studiarne la storia così da comprendere quali tecniche di allestimento o di promozione utilizzare. Questo perché ciò che conta, più di tutto il resto, è la percezione che il vostro pubblico avrà della vostra realtà: in sintesi, bisogna raccogliere quanto più possibile da questa esperienza, rendendola produttiva. Ecco perché ottengono sempre un grande risalto i classici veicoli di marketing aziendale come la cartellonistica, le brochure, i volantini e i cataloghi: ottimi strumenti di comunicazione che durante le fiere valgono come l’oro. Un altro strumento di questo tipo sono i gadget personalizzati, che possono essere ordinati anche online su siti come axonprofil.it: perché sono importanti? Perché lasciano un ricordo dell’evento, e perché consentono al logo dell’azienda di “seguire” un potenziale cliente. Il consiglio da un punto di vista organizzativo, invece, è il seguente: la programmazione del calendario fieristico per partecipare alle fiere più di interesse, senza versare nella confusione e spendere troppo.

Loading...