fari italiani
14 Agosto 2018   •   Giulia Pepe

Fari italiani: quali sono i più belli del Belpaese?

«I fari italiani sono tanti e li troviamo disseminati un po’ su tutte le coste del nostro Paese. Seguiteci nella nostra Gita al faro e scoprite quali sono i più belli»

Il faro è stato fin dall’antichità un importante strumento di navigazione che serviva per l’orientamento dei marinai. Dal 2015 l’Agenzia del Demanio pubblica annualmente un bando per la concessione dei fari e degli edifici costieri per salvarli dal degrado e dall’abbandono sempre e comunque nel rispetto dell’ambiente. Ora, con le nuove tecnologie, il ruolo del faro non è più così importante ma il suo fascino è rimasto inalterato nel tempo! Scopriamo adesso quali sono i fari italiani più belli:

  • Faro di Portofino

da fotolia

In Liguria, a Portofino, una delle zone più esclusive dove trascorrere le vacanze, troviamo uno dei fari italiani più belli. Il faro fu costruito nel 1870 su un promontorio raggiungibile dal centro della città seguendo una piccola stradina. È una torre bianca dalla pianta quadrata alta 12 metri, mentre la lanterna si trova a 40 metri di altezza sul livello del mare. A fianco del faro c’è l’appartamento del custode. Percorrere questo sentiero, arrivare al promontorio del faro e da lì ammirare l’infinito azzurro del mare vi farà provare una sensazione di libertà assoluta. Provare per credere!!

da http://test.isoladicapraia.it

Sull’Isola di Capraia, in provincia di Livorno, a qualche chilometro dalla Corsica, si trova un altro bellissimo faro. La Capraia, immersa nel Tirreno, è un isola particolare. Può essere una meta perfetta per le vacanze estive, ma anche in inverno il suo splendore non viene meno. Nella stagione fredda, quando restano soltanto 200 abitanti, l’isola schiude la sua vera essenza, una vita tranquilla, pescatori che aggiustano le loro barche, a volte il sole e altre volte vento e aria di tempesta. Qui il faro fu costruito nel 1868 nella zona di Punta Secca su richiesta della Marina Militare per illuminare il lato est dell’isola. Il faro è a pianta quadrangolare, accanto c’è un edificio quadrangolare che rappresentava la casa del guardiano. Il suo colore bianco che spicca  sull’azzurro del mare lo rende uno dei luoghi più affascinanti e simbolici dell’isola.

  • Faro di Capo Circeo

da Italia in foto

A pochi chilometri da San Felice Circeo, una della spiagge più belle del litorale laziale, proprio sul promontorio,  si trova il faro di Capo Circeo. La torre del faro a pianta tonda è alta 18 metri ed  è ricoperta da maioliche bianche, è stata costruita nel 1866 sotto il pontificato di Papa Pio IX. Andare a vedere il faro di Capo Circeo significa immergersi nella nella natura mediterranea per poi arrivare in cima alla scogliera dove si trova la torre e da li ammirare un panorama meraviglioso: il mare azzurro, il tramonto e in lontananza l’isola di Ponza.

  • Faro di Punta Carena

da capri.net

Il faro di Punta Carena è senz’altro uno dei fari italiani più belli e più antichi che tutti gli appassionati di queste suggestive strutture costiere devono visitare. Si trova sull’isola di Capri, a 3 chilometri da Anacapri, è costituito da una torre ottagonale in muratura che si erge sull’abitazione del guardiano. La sua bellezza è legata anche al suo particolare colore rosso con le strisce verticali bianche che si intonano perfettamente con il cielo rosso del tramonto. Si tratta del secondo faro italiano per potenza d’illuminazione (preceduto da quello di Genova). Si innalza su una baia rocciosa e frastagliata che finisce a strapiombo in un limpido Mar Tirreno. Questo luogo è unico e sicuramente anche uno dei più belli in Italia, amato non solo dai turisti ma anche dagli isolani.

  • Il faro di San Vito Lo Capo

da sanvitoweb.com

Nalla bellissima località siciliana di San Vito Lo Capo il faro è un vero e proprio simbolo della città. La torre, alta ben 43 metri sul livello del mare, è stata edificata sotto il Regno Borbonico ed illumina la navigazione dei marinai dal 1 agosto 1859. La torre, completamente bianca, contiene un faro principale e uno secondario, il fabbricato bianco ad un piano è l’abitazione del farista. Quello di San Vito Lo Capo è uno dei pochi fari italiani a trovarsi sullo stesso livello della spiaggia, quindi è molto facile da raggiungere.

  • Il faro di Capo Caccia

da ilmondocapovolto.com

Il faro di Capo Caccia si trova sull’omonimo promontorio situato nella parte nord-occidentale della Sardegna, a 25 chilometri da Alghero. La torre attuale è stata costruita tra il 1950 ed il 1960 ma al suo posto esisteva già un precedente faro risalente al 1864. L’altezza di questo promontorio roccioso sommata con quella della torre di 24 metri si raggiungono 186 metri sul livello del mare, ciò rende quello di Capo Caccia il faro più alto d’Italia. Questo faro è uno dei pochi ad avere ancora un custode, che vive nel caseggiato bianco a tre piani. La posizione del faro su questo promontorio tra i più alti della bella Sardegna è meravigliosa e da qui potete godervi la vista su uno dei mari più cristallini d’Italia.

Immagine di copertina: da sanvitoweb.com

Giulia Pepe