designer romani
09 luglio 2018   •   Raffaella Celentano

Designer romani: sono loro i veri padroni del fashion system

«Sono sempre di più i designer romani alla guida delle grandi case di moda italiane e internazionali: è la rivincita della Scuola Romana!»

Roma e le sue scuole di moda, troppo a lungo sottovalutate, si prendono la giusta rivincita! E lo fanno grazie ai tanti designer romani (nati e/o formatisi nella Capitale) che oggi sono alla guida delle maggiori maison internazionali.

Roma è stata il punto di riferimento per la moda mondiale negli anni Cinquanta e Sessanta, nel periodo della Hollywood sul Tevere: tutti i divi americani che arrivavano in Italia amavano indossare le creazioni made in Italy dei nostri designer romani. Dalle Sorelle Fontana a Valentino, da Bulgari a Fendi, passando per Gattinoni, Battistoni, Capucci e molti altri, la moda romana era amata e apprezzata in tutto il mondo. La situazione, però, è cambiata con l’arrivo del prêt-à-porter e il successo di Milano, che ha pian piano soppiantato Roma ed è diventata la capitale della moda italiana.

Ma, a quanto pare, le cose stanno cambiando nuovamente… Sì, perché questo è un periodo importante per Roma: i grandi nomi del fashion system si sono formati proprio nelle scuole di moda della capitale, e le maison romane hanno assistito alla loro crescita professionale. Basti pensare i fashion brand più potenti del momento e ai loro direttori creativi: quasi tutti si sono formati nelle scuole e nelle case di moda della Città Eterna. Da Maria Grazia Chiuri (attualmente direttrice creativa di Dior) a Pierpaolo Piccioli (definito il vero erede di Valentino), passando per Alessandro Michele (il genio di Gucci), Giambattista Valli (che sfila a Parigi) e Frida Giannini (ex di Gucci e tuttora uno dei nomi più importanti della moda italiana), tutti si sono formati a Roma, rubando i segreti e scoprendo le meraviglie di questa incantevole città.

È Roma, quindi, l’ombelico del mondo (della moda), da dove arrivano non solo i più importanti stilisti, ma anche disegnatori, sarte, modelle, esperti di accessori… Le accademie e gli istituti, precedentemente ritenuti inferiori rispetto a quelli di Milano o di città straniere, hanno registrato negli ultimi anni una notevole crescita sia nel numero di iscritti che nella reputazione.

Ma vediamo, adesso, qual è stato il percorso che ha portato questi designer romani al successo globale…

Maria Grazia Chiuri

Figlia di una sarta, Maria Grazia Chiuri è nata a Roma nel 1964, e qui ha frequentato l’Istituto Europeo di Design. In seguito è approdata da Fendi e poi da Valentino. Qui, nella maison dell’Imperatore, si è occupata prima degli accessori della sua casa di moda, e poi della linea Red Valentino, per poi diventare (insieme a Pierpaolo Piccioli) direttrice creativa del brand. Le loro strade si sono, poi, separate nel 2016, quando la Chiuri è stata nominata direttrice creativa di Dior. Oggi la sua vita è divisa tra Parigi e Roma, dove afferma che ci siano ancora le sue radici e che considera la sua meraviglio palestra.

Alessandro Michele

Classe 1972, Alessandro Michele si è formato nella prestigiosa Accademia di Costume e Moda di Roma. Ha lavorato prima presso Fendi come Senior Accessories Designer, e poi è approdato da Gucci nel 2002. Braccio destro di Frida Giannini, ha poi preso il suo posto nel gennaio 2015 come direttore artistico della casa di moda italiana. Da allora il successo è stato inarrestabile! Stagione dopo stagione, passerella dopo passerella, ha portato il brand Gucci in cima alle classifiche della moda mondiale. La sua ispirazione è, da sempre, la sua città, con le sue innumerevoli opere d’arte, i suoi segreti e la sua storia, che sono presenti in ogni collezione.

Pierpaolo Piccioli

Direttore creativo (ed erede) di Valentino, Pierpaolo Piccioli è uno dei più accaniti sostenitori della scuola romana e dell’importanza di Roma all’interno del panorama moda mondiale. Per lui Roma è stato un sogno quando, da ragazzo, arrivava nella capitale da Nettuno e seguiva i corsi dell’Istituto Europeo di Design. Anche lui ha lavorato da Fendi e poi è passato da Valentino. Di Roma ama tutto, ma soprattutto ama la sua bellezza, la sua arte e il suo essere così intimamente collegata alla moda. La Città Eterna è sempre la sua prima fonte di ispirazione, che riesce ad ammaliarlo in modi sempre diversi.

Giambattista Valli

Nato a Roma nel 1968, nel corso degli anni ha conquistato la capitale francese della Haute Couture con il suo stile elegante e classico, ma mai banale. Il suo rapporto con Roma, come ha raccontato ad Altaroma, è un rapporto di amore e odio. Ha sempre affermato che vivere a Roma è stata una fortuna, soprattutto perché ha conosciuto il momento d’oro della Capitale con Valentino, le sorelle Fendi, Gianni Versace e le sue top model. Eppure, in seguito, è andato via, forse perché eccessivamente viziato dalla città e dalla sua bellezza, troppo abituato alla bellezza e alla grandezza di Roma. Ed è proprio per questo che nel tempo è diventato uno dei maggiori difensori di Roma e della sua bellezza. Bellezza che deve essere considerata un privilegio e costantemente protetta.

Raffaella Celentano