musei per bambini
29 novembre 2018   •   Carolina Attanasio

Musei per bambini: imparare divertendosi in tutta Italia

«L’Italia è il regno dei musei, ma i musei per bambini? Esistono, proliferano, fioriscono e aiutano le giovani generazioni a farsi un’idea bella e consapevole su arte, storia, scienza, memoria e curiosità. Eccone 5 da non perdere»

Impara l’arte e mettila da parte, dice il proverbio, e i musei per bambini sono i posti migliori dove inaugurare questa tradizione. Se è vero che infanzia e gioventù sono i momenti in cui non solo assimiliamo di più, ma formiamo anche carattere, opinioni, allora non possiamo dimenticare l’importanza dell’arte, della storia, della scienza e della memoria in questo percorso.

Di musei è piena l’Italia e questo lo sappiamo, non basterebbe una vita intera a visitarli tutti, nella loro interezza. I bambini questo, però, ancora non lo sanno, in più iniziando presto chissà, potrebbero prenderci gusto già in tenera età, farsi una buona cultura, diventare persone migliori, evitare di cascare nei tranelli del qualunquismo e dell’ignoranza che legano la vita di troppi di noi. Finita questa parentesi finto-democratica, prendere i vostri figli, nipoti, pronipoti, chiunque conosciate in età scolare e infilatelo con la testa in uno di questi musei per bambini. Noi vi ringrazieremo per averlo fatto, e speriamo un giorno anche loro.

Musei per bambini: Explora a Roma

Più che un museo, un mondo da esplorare, come il nome suggerisce. Niente guide o visite ordinate, qui, Explora è uno spazio libero dove i bambini se la scorrazzano allegramente, toccando tutto quello che incontrano e imparando di più su comportamenti civici, biologia, cibo, unità di misura e tanto altro. Un’ora e quarantacinque minuti, il tempo della visita, è sufficiente a scatenare la creatività anche del più asociale dei pargoli, con attività in continua evoluzione e aggiornamento, perché i bambini non si annoiano mai. L’Officina in Cucina è forse uno dei pezzi forti di Explora, un laboratorio dove si impasta, si stende e soprattuto si mangia il frutto del duro lavoro. Cucinare per credere, non voi eh, fate largo ai giovani.

Musei per bambini: Peggy Guggheneim collection a Venezia

L’avreste mai detto? Soprattuto, ci siete mai stati? Se la risposta è no, come sempre avete sbagliato. La signora Guggenheim ha accumulato negli anni una collezione di arte contemporanea da far rabbrividire di gioia. Voi non la capite, ma i bambini sì, perché fondamentalmente sono più svegli di voi, quindi fategli un favore e portateli in questo museo, che li aspetta con programmi e percorsi pensati appositamente per educarli al contemporaneo. Capire l’arte, leggerla oltre le righe,  andare oltre, divertircisi. Un lavoro tremendamente serio, un lavoro per bambini.

Musei per bambini: il Muse di Trento

Benvenuti nel tempio della scienza e- già che ci siamo – anche una gran bella opera di architettura a cura indovinate di chi? Il caro vecchio Renzo Piano, che in quel di Trento ha messo su questo posto incredibile, dove infanti e cariatidi restano a bocca aperta di fronte alle meraviglie che la scienza è capace di tirare fuori. Non solo lei, in realtà, qui si parla anche di storia naturale e del territorio (il Trentino, mica bruscoli), di genoma umano, di universi più o meno conosciuti. Interattivo e tecnologico, il Muse è uno dei musei per bambini più frequentato in Italia, preparatevi perché potreste trovare una fila fotonica. Higly recommended.

Musei per bambini: il museo Leonardo da Vinci a Firenze

Eccolo là, poteva mancare lui, il genio dei geni? Ditemi chi meglio di Leonardo può istruire la prole sul senso della genialità e sull’industriarsi sempre in nuove, mirabolanti idee? Una visita a questo museo, già che siete a Firenze, è d’obbligo. Svincolatevi dalla fila infinita per gli Uffizi, tanto il biglietto non l’avete preso in prevendita, e dedicatevi a mastro Leonardo. I bambini, qui, avranno il loro bel da fare esplorando vita, morte e miracoli dell’uomo che ha cambiato il volto dell’arte e della scienza – un connubio spesso impossibile – nell’Italia del 1500. Le macchine, la pittura, la mente del genio sono a disposizione attraverso visite personalizzate e interattive, più percorsi gioco da fare insieme ai genitori. Alla fine saranno i bambini a dovervi trascinare fuori da qui.

Musei per bambini: il MADRE di Napoli

MADRE, un nome una garanzia: il Museo di arte contemporanea Donnaregina è particolarmente dedito ai fanciulli, straborda di attività didattiche ed eventi dedicati ai più piccoli, un po’ come il già citato Guggenheim. I servizi educativi del museo propongono molti percorsi, con l’obiettivo di far conoscere i linguaggi dell’arte con strumenti e metodi innovativi, in quella che viene definita un’esperienza “per-formativa”. Prima o dopo la pizza, fate voi, ma non lasciatevelo scappare. I pargoli ringrazieranno, e l’arte pure.

Carolina Attanasio