Un progetto per tenersi in forma: Squat&Basilico

Squat&Basilico

1 agosto 2017 • Food • Di: • Visto: 916

«Squat&Basilico, la nuova start up italiana che promuove la ricerca del benessere partendo dal cibo sano.»

Da pochi mesi nel mondo del food delivery, Squat&Basilico (sito ufficiale) ha fatto già parlare molto di sé, ampliando notevolmente la risonanza attorno ad una start up molto innovativa, nata dall’idea di due ragazzi italiani, o per meglio dire bolognesi, amanti del cibo buono e sano (ne abbiamo parlato qui).

Del resto ordinare il cibo direttamente e comodamente da casa dal proprio dispositivo rientra ormai nelle azioni comuni degli italiani: il lavoratore, infatti, ha poco tempo da dedicare alla preparazione del suo pasto, mentre l’universitario, deve fare i conti con la poca esperienza accumulata davanti ai fornelli. Il food delivery, quindi, prende sempre più piede e, soprattutto nelle principali città italiane, si specializza e si diversifica, cercando di personalizzare sempre di più l’offerta per un pubblico molto esigente.

Dal “pizza dipendente” al sushi addicted, dall’affezionato alle cucine tradizionali locali a chi, invece, ama sperimentare i sapori delle tradizioni lontane e sconosciute. Tutti, ormai, possono usufruire del servizio più comodo e veloce, a casa, in ufficio, ovunque.

E gli sportivi? Per fortuna Claudio Venezia e Nicola Tasselli hanno pensato anche a chi il cibo lo predilige buono ma “funzionale”. Giovanissimi e in forma, i due startupper, appassionati di sport e fitness, hanno dato vita a Squat&Basilico, un servizio online che fornisce cibo funzionale nella città di Bologna. L’idea nasce nel Gennaio del 2016, quando entrambi, impegnati in altri ruoli lavorativi, durante una pausa pranzo condivisa cercano invano un’alternativa healthy ai piatti tradizionali che hanno a disposizione in città. Così, grazie a un’analisi di mercato, Venezia e Tasselli appurano che il bisogno esiste, decidendo finalmente di creare il loro business.

“Uno degli errori più comuni in fase di start up è quello di concentrarsi in un’ ottica miope solo sul prodotto e sul fatto che le esigenze proprie devono per forza coincidere con quelle di mercato. Lo studio che abbiamo condotto ci ha dimostrato che il fenomeno è in espansione e che i nuovi trend sui social media possono trainare e creare nuove opportunità di mercato.”

Qual è, dunque, il valore aggiunto di Squat&Basilico? Cosa lo differenzia dalle altre imprese di settore?
Il core business, innanzitutto, è il fornire prodotti diversi per una determinata categoria di persone: sportive, attente e salutiste. Ma dopo una prima analisi non è certamente questa l’innovazione che più colpisce.

Squat&Basilico

Il vero valore, in effetti, è il team. Oltre ai due fondatori ci sono più di 10 nutrizionisti e personal trainer, che scelgono e consigliano, a seconda delle esigenze dell’utente, il pasto più utile e adatto, restando comunque in linea col proprio obiettivo di benessere. Il sito, infatti, permette a ognuno di scegliere il proprio obiettivo nutrizionale: Fitness, Detox, Perdere peso, Healthy, Stop & Go. Una volta scelto il proprio obiettivo, il team d’esperti suggerisce dei pasti pronti, studiati in base al diverso target da raggiungere e riportando tutti i valori nutrizionali con il relativo contenuto calorico.

Squat&Basilico

“Sentivamo il bisogno di poter disporre di informazioni utili per seguire un regime alimentare corretto. Troppo spesso ci si affida a verità comuni e soluzioni fai da te. Abbiamo pensato che la presenza di pasti strutturati da professionisti del settore poteva creare valore per il consumatore finale.”

Internet sicuramente rende ormai accessibile a chiunque tutte le informazioni riguardanti l’alimentazione sana. Proprio per questo, spesso, le informazioni, sono talmente tante che finiscono per essere discordanti. Squat&Basilico, con il supporto dei nutrizionisti e dei personal trainer, riesce così a creare valore per il consumatore, perché ascolta e accoglie la personale esigenza e richiesta di ognuno, personalizzando, peraltro, anche i vari suggerimenti.

Questo servizio genera inevitabilmente fiducia: il consumatore finale vedendo raggiungere un obiettivo, si fida del team, lo ascolta e continua così a supportarlo. La presenza dei professionisti nella piattaforma, allo stesso modo, facilita il flusso di informazioni e rende rapidi il servizio e il soddisfacimento del bisogno.

Squat&Basilico
Le consegne, poi, in linea con la filosofia green e healthy del progetto, sono affidate a bikers che raggiungono tutta la città rapidamente in bici.

E il nome? Facile e immediato, dà subito l’idea di qualcosa legato al mondo del fitness con la parola Squat, esercizio fisico ormai conosciuto a livello internazionale, e allo stesso tempo al mondo del buon cibo, quello genuino, fresco e mediterraneo, spesso rappresentato anche dalle foglie di basilico.

Le previsioni future dei due fondatori sono ben chiare: quattro nuove aperture a Milano, Roma, Firenze e Torino per il 2018, e il progetto di farsi conoscere attraverso partnership con palestre e health centers, sponsorizzando, tra gli altri, grandi eventi legati al mondo del fitness.

L’intraprendenza di Claudio e Nicola e la costanza propria degli sportivi hanno dato vita a una piccola e interessante realtà, con tutte le carte in regola per divenire grande, diramata e, perché no, anche internazionale. L’attenzione crescente, la sensibilità e la curiosità degli italiani in tema di alimentazione sana e funzionale faranno da corrente a tutto questo e condurranno velocemente Squat&Basilico a ottimi risultati. E poi, se il nutrizionista consiglia bocconcini di pollo al curry… Viva il cibo funzionale!

Tra le scelte possibili di Squat&Basilico, qual è la vostra pietanza preferita?

“Da sportivi, sicuramente il Trancio di salmone in crosta di sesamo con riso venere e zucca. Il salmone è un alimento iperproteico, ideale dopo un allenamento intenso per aiutare a ricostruire le fibre muscolari. Il riso venere e la zucca apportano un contenuto di carboidrati adeguato che rende il piatto perfettamente bilanciato.”

 

Noemi Rizzo

Tags: , , , ,

Comments are closed.