Brand social, i marchi che stanno “riscrivendo” il Made in Italy

11 luglio 2017 • Fashion & Lifestyle • Di: • Visto: 961

«Quali sono i brand social che stanno ridefinendo il concetto di made in Italy? Ecco una speciale classifica dei marchi di moda italiani più amati e seguiti»

Internet e i social network stanno cambiando, o meglio stravolgendo, il nostro mondo. Tutto sembra più veloce e immediato, cambiano le regole dei rapporti sociali e, allo stesso modo, cambiano le strategie di marketing. Tra le realtà più interessate da questi cambiamenti, troviamo i marchi di moda, la cui comunicazione si sta adeguando a questa nuova realtà. Non si tratta più di semplici marchi di moda, ma di brand social la cui reputazione passa per le maggiori piattaforme online.

Sia gli stilisti che i brand si sono inseriti in un ambiente più interattivo e dinamico, fino a poco tempo fa quasi sconosciuto. I social network, ormai, hanno il potere di determinare il successo o la sventura di un brand o di un personaggio legato al mondo della moda. Ne sono un esempio lampante i fashion blogger, che stanno costruendo imperi milionari grazie a Facebook o Instagram. Proprio quest’ultimo, il social network visuale per eccellenza, pare essere una vetrina incredibile per il mondo della moda e del lusso.

Ormai, durante le più grandi sfilate e i maggiori eventi di moda i social network sono i veri ospiti d’onore. Fotografie, selfiestoriestweet o dirette streaming danno la possibilità ai brand di aprirsi al mondo e migliorare la loro reputazione, e perciò anche il loro potere sul pubblico.

Snap Italy ha preparato per voi una classifica dei maggiori brand social che stanno ridefinendo il concetto di Made in Italy e in generale di moda. Scopriamoli insieme…

GUCCI

Oltre ad essere tra i brand più potenti al mondo, è sicuramente il più attivo dei brand social, con ben 15,9 milioni di followers su Instagram. Molto seguito e chiacchierato, il marchio italiano ha riscontrato una crescita esponenziale, anche sui social network in seguito alla nomina del nuovo direttore creativo, Alessandro Michele. Il nuovo appeal del brand, il suo nuovo stile e i suoi progetti innovativi hanno fatto salire esponenzialmente il numero di fan e seguaci. Inoltre, lo stesso Alessandro Michele (con 198mila seguaci) è molto attivo su Instagram e non perde occasione di condividere immagini legate per lo più alla sua vita quotidiana.

DOLCE & GABBANA

Come abbiamo già accennato in un precedente articolo, a Domenico Dolce e Stefano Gabbana piace far parlare di sé. E mettono in atto questa strategia anche sui social network. Su Instagram il brand conta ben 14 milioni di followers (la fan-base ha subito notevoli cali, a causa delle continue polemiche contro il marchio), ed è inoltre molto interattivo. La pagina ufficiale, comunque, si limita a condividere fotografie delle campagne pubblicitarie, delle sfilate o dei red carpet. La parte divertente, o per meglio dire irriverente, spetta a Stefano Gabbana, che ogni giorno condivide stralci della sua vita quotidiana e testimonianze dei suoi numerosi fan. Inoltre, è proprio dal suo account Instagram (con 1 milione di seguaci) che lo stilista risponde alle critiche, alle provocazioni o ai complimenti provenienti dagli altri utenti.

PRADA

La pagina Instagram della maison milanese conta 12.8 milioni di followers, riconfermandosi ancora una volta ai vertici del fashion system. Forse poco interattivo rispetto ad altri suoi “colleghi”, il brand pubblica le proprie campagne pubblicitarie, le immagini delle sfilate o dei red carpet, dando poco spazio al pubblico. Tuttavia, se parliamo di contenuti generati dagli utenti, Prada occupa una delle posizioni di prestigio, accanto ad altri marchi del settore moda e luxury.

VERSACE

Un altro brand social che si sta facendo strada nel mondo di Instagram, con i suoi 9.6 milioni di fan. Le sue immagini provengono per lo più dalle campagne pubblicitarie, ma non mancano anche le collezioni Versace Home e le fotografie delle celebrities, che indossano le creazioni del brand. Discorso a parte merita l’account personale di Donatella Versace, che ha 1.6 milioni di followers e che condivide continuamente momenti della sua vita quotidiana: un viaggio in aereo, il backstage di una sfilata o la partecipazione ad un concerto. Anche queste sono scelte pensate per far “avvicinare” il pubblico ai suoi idoli, presentandoli in una veste comune e molto più accessibile, anche se sempre molto fashion.

VALENTINO

Con un leggero distacco troviamo la maison romana fondata nel 1960 da Valentino Garavani. La pagina Instagram del brand conta 9 milioni di seguaci. Un numero notevole, se consideriamo che è uno dei brand social meno interattivi. I suoi contenuti si basano su sfilate, campagne pubblicitarie, backstage e red carpet, ma lo spazio per il pubblico, in effetti, è davvero striminzito. Il marchio, comunque, guadagna punti grazie alle continue dirette streaming delle sue sfilate. Infine, per quanto riguarda le personalità legate al brand, sia Valentino che Giancarlo Giammetti hanno le loro piattaforme social (con, rispettivamente 866 mila e 371 mila seguaci), che aggiornano di continuo; al contrario, l’attuale direttore creativo, Pierpaolo Piccioli, non è presente sulle reti social.

ARMANI

Dopo l’Imperatore, arriva il Re. Il brand di Giorgio Armani è seguito da 8.5 milioni di utenti. Ai classici contenuti (campagne pubblicitarie, sfilate e red carpet), questo brand affianca anche contenuti speciali come interviste dei suoi testimonial o immagini di eventi legati al brand e alla famiglia Armani. Non si dà molto spazio al grande pubblico, ma si cerca di far parlare le celebrities che partecipano o assistono agli eventi. Anche Armani, inoltre, come Valentino, ha aperto le porte delle sue sfilate alle dirette streaming, trasmettendo di continuo sul sito web.

FENDI

Il brand romano conta 7.5 milioni di followers e nell’ultimo periodo di sta aprendo sempre di più a nuove sfide social, soprattutto grazie al progetto F is For… Fendi. Si tratta di una piattaforma digitale dedicata ai millennials e fortemente voluta soprattutto dai membri più giovani della Famiglia Fendi. Nato da un’idea di Cristiana Monfardini, Worldwide Communication Director della maison romana, F is For… Fendi è una piattaforma digitale curata dai millennials per i millennials, con l’intento di comunicare contenuti ma soprattutto esperienze rilevanti in grado di trasmettere il DNA Fendi in modo autentico ed innovativo.

MOSCHINO

Arriviamo al brand diretto da Jeremy Scott, che ha radunato 5.1 milioni di seguaci. Sulla pagina Instagram del brand si da molto spazio ai modelli e ai testimonial, ritratti sempre in fotografie colorate e allegre, oltre che al direttore creativo, vera e propria anima del brand. Il brand ha deciso di seguire una strada nuova, diventando (soprattutto nell’ultimo periodo) molto interattivo, e ricondividendo le fotografie dei propri fan, o almeno di quelli più famosi.

BULGARI

Con 4.4 milioni di followers, la maison dei gioielli per eccellenza mantiene sempre una parvenza elitaria. Appare molto lontana dal suo pubblico, ma comunque abbastanza attiva nel mondo dei social. Servizi fotografici, celebrities e (ovviamente) i migliori gioielli delle sue collezioni sono i protagonisti dei suoi post, sempre molto seguiti e ricondivisi.

ROBERTO CAVALLI

Chiudiamo la classifica con i 4 milioni di fan del marchio Cavalli. Ampio spazio dedicato alle campagne pubblicitarie e ai testimonial del brand, ma compare anche qualche evento importante e alcuni red carpet moments. Manca, anche qui, il fattore interattività, che però è recuperato dal profilo personale di Roberto Cavalli (con 464 mila followers) che condivide spesso alcuni momenti della sua giornata e ricordi della sua carriera.

Raffaella Celentano

Tags: , , , , , ,

Comments are closed.