Vincitori David di Donatello
04 Aprile 2019   •   Argia Renda

Vincitori David di Donatello, chi è riuscito nell’impresa?

«I Vincitori David di Donatello sono stati anche per il 2019 tantissimi e tutti strameritati: scopriamo chi sono.»

La cerimonia che ha decretato i Vincitori David di Donatello per questo 2019 si è svolta lo scorso 27 Marzo 2019, presso gli Studios di Roma. Una serata dedicata al cinema italiano e non in modo totalitario, sotto la guida esperta di Carlo Conti, che tra gag e premiazioni è riuscito a dare anche il suo tocco.

«Senza gli spettatori i film non esistono: un film che non viene promosso può anche essere un capolavoro, ma viene ignorato da chi non sa che quel film esiste»
Gabriele Muccino

I titoli che hanno assolutamente padroneggiato tra i Vincitori David di Donatello sono stati il pluripremiato Dogman di Matteo Garrone (con nove statuette) e Sulla mia Pelle, con un felice Alessandro Borghi, Vincitore David di Donatello come Miglior attore protagonista. Di fatto la consacrazione definitiva per l’attore romano, tornato recentemente alla ribalta anche per l’interpretazione di Aureliano nella serie Suburra.

Nomination e premi

Miglior Film:  Dogman di Matteo Garrone

Miglior Regia:  Matteo Garrone per Dogman

Miglior Regista Esordiente: Alessio Cremonini per Sulla mia pelle

Miglior Sceneggiatura originale: Dogman

Miglior Sceneggiatura non originale: Chiamami col tuo nome

Miglior Produttore: Sulla mia pelle

Miglior Attrice Protagonista: Elena Sofia Ricci per Loro

Miglior Attore Protagonista: Alessandro Borghi per Sulla mia pelle

Miglior Attrice Protagonista: Marina Confalone per Il vizio della speranza

Miglior Attore Protagonista: Edoardo Pesce per Dogman

Miglior Fotografia: Dogman

Migliore Musica: Capri-Revolution

Miglior Canzone Originale: Chiamami col tuo nome

Migliore Scenografia: Dogman

Migliore CostumistaCapri-Revolution

Migliore Truccatore: Dogman

Migliori Acconciature: Loro

Miglior Montaggio: Dogman

Miglior Documentario: Santiago, Italia di Nanni Moretti

Migliori Effettiv Visivi: Il ragazzo invisibile – Seconda generazione

Miglior Suono: Dogman

Miglior Film Straniero: Roma di Alfonso Cuaron

Premio dello Spettatore: A casa tutti bene

Argia Renda