Venezia 76
21 Maggio 2019   •   Argia Renda

Venezia 76, le prime novità sulla Biennale del Cinema 2019

«Venezia 76 è la nuova edizione del Festival Internazionale del Cinema che si terrà dal 28 Agosto al 7 Settembre 2019.»

Quest’estate torna Venezia 76, ovvero l’edizione del 2019 della Mostra Internazionale d’arte cinematografica. Il festival si svolge ogni anno all’interno del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia. È la manifestazione cinematografica più antica al mondo dopo l’Oscar, il premio principale è il Leone d’Oro che deve il suo nome al leone, simbolo della splendida città lagunare.

Venezia 76: le prime novità in vista della nuova edizione

In questi giorni sono cominciate a trapelare le prime news sull’evento più atteso dell’estate: Alessandra Mastronardi sarà la madrina del festival, l’attrice condurrà la serata di apertura e di chiusura. Un volto femminile dopo Alessandro Borghi e Michele Riondino padrini delle ultime due edizioni. Venezia 76 sarà diretta Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

Altra novità: Julie Andrews riceverà il Leone d’Oro alla Carriera: «La Mostra del cinema è da lungo tempo considerata uno dei più stimati festival internazionali. Ringrazio la Biennale per questo riconoscimento del mio lavoro, e sono impaziente di arrivare in quella meravigliosa città a settembre per un’occasione così speciale».

Biennale College Cinema

All’interno di Venezia 76, ci sarà anche la Biennale College Cinema, giunta all’ottava edizione, è rivolta alla formazione di giovani filmmaker provenienti da tutto il mondo e operante anche nei Settori Danza, Musica e Teatro della Biennale di Venezia. L’obiettivo è quello di promuovere i talenti offrendo loro di operare a contatto di maestri per la messa a punto di “creazioni”.

Si tratta di un programma di importanza decisiva e, per quanto riguarda il Settore Cinema ha acquisito una configurazione inedita, avendo avviato una serie di attività permanenti “oltre la Mostra” con un forte impegno verso lo sviluppo di nuove energie creative per la produzione artistica.

Argia Renda