30 maggio 2016   •   Snap Italy

StayDo: la vacanza personalizzabile per tutti i gusti

Sei un turista che ama divertirsi e scoprire sempre attrattive oppure sei un albergatore che vorrebbe proporre alla sua clientela nuovi servizi? StayDo fa per te. Ma che cos’è?

StayDo è la piattaforma destinata a chi vuole organizzare e vivere una vacanza in un modo tutto nuovo.
L’idea principale sviluppata è quella di voler offrire un servizio diversificato rispetto a tre diverse tipologie di utenti.
Ai turisti un’esperienza di viaggio davvero unica e personalizzata; potranno fruire di diverse attività presso residenze turistiche prescelte. Gli albergatori potranno differenziare l’offerta dalla concorrenza, creando nuove attrattive e incrementando così il numero di prenotazioni, e gli istruttori dà la possibilità di poter offrire dei corsi.

Ma vediamo più nel dettaglio come funziona. Noi di Snap Italy abbiamo incontrato Marilisa Bruno, responsabile dell’Ufficio Stampa di StayDo.

Come nasce e cos’è Staydo?

StayDo nasce da un’idea di Paolo Pastorino, fondatore e titolare dell’azienda che nel suo ruolo di turista, al momento di scegliere una struttura alberghiera o un ristorante, si trovava ad avere la possibilità di scegliere tra una gamma di proposte sempre più ampia, spesso di qualità elevata, ma anche poco differenziata. Pastorino ha quindi voluto escogitare un metodo per permettere alle strutture (principalmente b&b, agriturismi e ristoranti) di distinguersi dalla concorrenza.

L’idea alla base di StayDo è quella di poter permettere al turista di scegliere una destinazione, una struttura in cui soggiornare, ma anche attività e corsi da poter seguire presso la stessa struttura o nei pressi di questa.

StayDo offre pertanto un servizio a tre diverse categorie: consente ai turisti di cercare corsi in base all’area geografica ed al periodo di interesse, agli istruttori di poter offrire corsi ed alle strutture di poterli ospitare.

Come funziona la piattaforma?

Attraverso un campo di ricerca presente sul sito www.staydo.it il viaggiatore avrà a disposizione un servizio di ricerca e prenotazione delle attività fruibili presso le residenze turistiche prescelte. La piattaforma permette quindi di selezionare, prenotare e acquistare le attività scelte, magari condividendole con altri utenti, aumentandone quindi anche il fattore ‘social’.

Gli albergatori nel proprio profilo semplicemente potranno indicare gli spazi utilizzabili dai propri ospiti e dare visibilità di questa opportunità presso i loro mezzi di comunicazione alla clientela.

Gli istruttori ed esperti, professionisti e semi-professionisti, potranno inserire la propria proposta di corsi e attività specificandone contenuti e durata, ricevendo anche recensioni sui corsi effettuati e ampliando così la propria clientela.

Quali vantaggi e servizi offre Staydo?

Il nome StayDo vuole richiamare l’idea di ‘stare’, ‘fermarsi’ per una vacanza, ma anche di continuare a ‘fare’, di essere operosi, proprio come l’ape del nostro logo. Con StayDo vogliamo proporre un servizio assolutamente innovativo che si pone sul mercato B2C2B, adeguandosi alle necessità dei fruitori che possono sostanzialmente seguire il corso prescelto nella stessa struttura che hanno selezionato per il loro soggiorno.

I turisti hanno finalmente la possibilità di integrare facilmente le proprie vacanze con attività da fruire direttamente presso le strutture scelte. Le strutture focalizzeranno il loro impegno sull’ospitalità e la ristorazione, lasciando a StayDo il compito di accompagnarli nell’offerta innovativa di servizi e attività per i loro ospiti. Gli istruttori potranno offrire nuove e stimolanti opportunità per impiegare in maniera innovativa il tempo libero nelle vacanze, avvicinando anche il territorio con i propri prodotti e offerte al turista.

Che riscontri avete avuto da chi usufruisce della piattaforma?

Il territorio di lancio del servizio Langhe, Roero, Monferrato, Astigiano, collina e provincia torinese alimenta quell’immagine di Piemonte che sa innovare anche sotto il profilo turistico. StayDo è un progetto supportato dal programma Mettersi In Proprio dell’Area Metropolitana di Torino e che collabora con Camera di Commercio di Torino, Regione Piemonte, Comune di Torino, Città di Asti, ATL Asti, Città di Chieri, Reseau Entreprendre Piemonte, e molte altre realtà piemontesi che stanno credendo nel forte potenziale innovativo di questa start up.

Numerosissime sono le strutture incontrate e pronte ad aderire al progetto e gli istruttori ed esperti sul territorio (in settori quali Enogastronomia, Benessere, Erboristeria, Manualità creativa, Artigianato, Yoga, Sport, Fotografia, Astronomia, Musica, Magia, Danza, ecc.) hanno accolto con entusiasmo questa nuova opportunità.

Che progetti avete per il futuro?

Stiamo focalizzando i nostri sforzi di lancio ad aree del Piemonte dotate di importanti peculiarità turistiche e di visibilità anche a livello internazionale (si pensi a Langhe e Monferrato patrimonio UNESCO), ma abbiamo già intenzione nel corso dell’anno di espandere il servizio in tutta la regione Piemonte oltre ad avere già ricevuto contatti e richieste di collaborazione anche da Lombardia, Toscana, Lazio e Sicilia.

Rossana Palazzo