15 marzo 2016   •   Snap Italy

RaMa Energy l’energia per il sociale

«Quello che ci rende felici, non è solo il poter dimostrare le nostre competenze, ma riconoscere che la richiesta o almeno la consapevolezza di sempre più cittadini stia diventando nature-based»

Martedì 8 marzo, RaMa Energy è stata premiata da Nicola Zingaretti per aver messo a punto un sistema innovativo di monitoraggio che renderà le abitazioni “smart”, efficienti e salubri.

L’azienda, che si trova a Cisterna Latina, è costituita da un team di professionisti, under 35, che si occupano di efficientamento e riqualificazione energetica, oltre che di fotovoltaico, impianti radianti, cappotti termici, pompe di calore, solare termico, illuminazione led. Dallo scorso anno si occupano anche della progettazione e realizzazione di abitazioni costruite con materiali definiti “bio-edili” quali legno e paglia, per garantire al cliente di beneficiare dell’efficienza della classe energetica A+ .

Noi di Snap Italy, abbiamo incontrato Alberto Ceri, responsabile del Marketing e della comunicazione che ci ha raccontato più nel dettaglio di RaMa Energy.

Come nasce RaMa Energy?
Era il 2010 e nel parterre delle offerte residenziali diventavano sempre più di comune uso gli impianti a trasformazione fotovoltaica.  Grazie agli incentivi gli impianti avevano un forte senso remunerativo e va detto che ne valeva veramente la pena grazie ai cortissimi tempi di ritorno dell’investimento. Tutto vero, bensì la chiave spesso speculativa degli investitori faceva tracimare quello che per noi, al di là del lato economico, dovrebbe sempre rimanere bene a mente la salvaguardia dell’ambiente e il dover caratterizzare ogni impianto a seconda dell’utilizzo che dovrà fare. Nasce così una realtà di professionisti che risponde a tutte le esigenze, dal residenziale fino all’energy management per grandi aziende.

Chi sono i vostri clienti?
Una delle cose che ci rende più fieri è proprio il nostro essere assolutamente liquidi, per usare una trend-word. L’avere la soluzione migliore per Mario Rossi ma anche quella più competitiva per una S.p.a. , quindi sapersi proporre a target di mercato diversi. Come anche i vostri editoriali, dal sito Snap Italy qualsiasi “bocca” può essere soddisfatta, che sia un appassionato di food piuttosto che di design. Ciascuno sa bene che in un grande aggregatore viene placato ogni tipo di palato. E spesso non è facile, avendo l’accortezza di terminologie e magari anche slang diversi avendo bene a mente del perché quel cliente in quel preciso momento sta decidendo di investire i suoi risparmi nell’efficienza energetica della sua casa, attività, azienda. Per noi la chiave di volta è l’opportunità che si crea ad ogni contatto, opportunità che è sempre ambo le parti, mai solo per chi vende.

Come funziona la vostra azienda?
L’amministrazione RaMa Energy è a guida femminile, poi c’è uno staff qualificato formato da ingegneri e professionisti che ne seguono l’aspetto tecnico, infine c’è la parte Commerciale&Marketing diviso in due branche, il Project Management che funge da pianificazione, strategy, customer care, comunicazione, e l’altra branca che cura il social marketing, grafiche, web e design. L’età media è under 35.

Che servizi offre RaMa Energy?
Oltre fotovoltaico, energie rinnovabili e un efficientissimo studio tecnico all’avanguardia, dalla fine delle scorso anno abbiamo approvvigionato il nostro know-how di una novità assoluta nel panorama italiano, la progettazione di edifici ad altissima efficienza energetica. Parliamo di abitazioni che non solo producono più energia di quella che consumano, ma che già dalla costruzione puntano al carbon free e all’abbattimento di energia grigia. Mi spiego meglio. I materiali vengono acquistati da filiere locali e a chilometri zero, nella versione più estrema parliamo di edifici con tamponatura in balle di paglia, che oltretutto è un materiale di scarto di cui i nostri territori sono pieni, altrimenti utilizziamo dei blocchi ecologici e naturali, che ad esempio possono avere derivazione da calce o canapa. L’intonaco può essere realizzato in terra cruda che è una delle soluzioni più tradizionali e garantisce una salubrità degli spazi interni scongiurando vernici e solventi chimici che poi respiriamo sui nostri muri. Nel complesso questo tipo di abitazioni hanno bisogno di un bassissimo apporto di energia elettrica e termica.

Cosa altro caratterizza le vostre progettazioni e realizzazioni?
Di concerto con i committenti ci teniamo a firmare le nostre progettazioni con personalità ed elementi che coniugano elementi bucolici e naturali al contesto urbano. Parliamo ad esempio di serre solari che diventano green living o giardini d’inverno, questi accumulano calore e lo rilasciano in modo graduale grazie a delle aperture, apportando così un riscaldamento passivo all’intero edificio. Anche i tetti giardino riscuotono successo nelle nostre edificazioni, rendendo il solaio dell’abitazione calpestabile come un terrazzo ma la piantumazione di flora sempreverde oltre isolare termicamente la stanza sottostante, migliora la qualità percettiva dell’edificio e il suo inserimento nel contesto ambientale. Tra le altre cose l’intonacatura esterna dell’edificio grazie a particolari finiture si presta a decorazioni parietali realizzate su misura dal nostro team, attraverso il quale il committente può griffare una parte dell’edificio con affreschi o decorazioni astratto-geometrici che danno un’assoluta identità e unicità alla propria abitazione. Nel complesso tutte le specifiche ben descritte anche sul nostro sito www.ramaenergy.it rendono le nostre abitazioni delle vere e proprie smart home di economica gestione energetica grazie a proprietà tecniche, progettuali e costruttive altamente ingegnerizzate.

Che obiettivi avete per il futuro?
Il 2015 è stato per noi di RaMa Energy un anno ricco di eventi che ci hanno posizionato in un contesto specifico di mercato, competenze che sono state suggellate dalla selezione di “Innovatori per Expo 2015” una classifica delle eccellenze del nostro territorio. Il 2016 è partito col trend positivo e siamo già impegnati in numerosi cantieri su diverse provincie. Quello che ci rende felici, non è solo il poter dimostrare le nostre competenze, ma riconoscere che la richiesta o almeno la consapevolezza di sempre più cittadini stia diventando nature-based. Questo ci rende orgogliosi di custodire e quindi prestare servizio all’ambiente che ci ospita.

Rossana Palazzo