Ponte dell’Immacolata
06 Dicembre 2019   •   Argia Renda

Ponte dell’Immacolata in Italia, ecco dove andare

«Il Ponte dell’Immacolata in Italia è l’occasione giusta per andare a vedere una delle tante città della nostra bella Penisola che ancora non conoscete»

Il Ponte dell’Immacolata è vicino e consiglio di approfittarne a tutti coloro che non hanno mai il tempo nemmeno di godersi un weekend fuori porta. Le mete in Italia sono veramente tante, quello che vi serve è cercare, prenotare, trovare la compagnia giusta e non pensarci nemmeno per un secondo di più. Di seguito vi suggerisco, come ogni settimana, qualche idea interessante.

Ponte dell’Immacolata a Gubbio

La prima tappa interessante potrebbe essere Gubbio, in Umbria. Il mio consiglio è quello di visitare il Castello di Petroia, costruzione passata alla storia perché nel 1422 vi è nato Federico da Montefeltro, Duca di Urbino. Il castello si trova sulla collina di Gubbio, oggi ospita una struttura alberghiera, un tempo – insieme ai castelli vicini  – ha costituito un caposaldo militare in difesa delle città di Perugia e Urbino. Gubbio è stata annessa allo stato di Urbino nel 1384,  quando Antonio da Montefeltro arrivò e occupò il castello.

ponte dell’Immacolata

Un po’ di relax a Monsummano Terme

Ci spostiamo in provincia di Pistoia, alla scoperta delle Grotte Giusti: il nome deriva dalla famiglia del poeta Giuseppe Giusti, che per primi sono stati i proprietari. Ancora oggi gli ambienti del Paradiso, Purgatorio e Inferno della Grotta Giusti richiamano visitatori e curanti da tutto il mondo. La temperatura costante di 34° e un tasso di umidità del 90%, consentono di effettuare efficaci cure antroterapiche (durata circa 50 minuti). Meta privilegiata di celebrità e autorità, lo stabilimento negli ultimi anni ha aperto una nuova piscina termale all’aperto, con impianto tecnologico di altissimo livello.

Ponte dell’Immacolata

Alla scoperta del Friuli Venezia Giulia

Concludiamo a Palmanova, chiamata città stellata per la sua pianta a stella con nove punte. La città, dal 1960, è monumento nazionale, mentre dal 9 luglio 2017 la fortezza di Palmanova è entrata a far parte del Patrimonio dell’umanità UNESCO, grazie al sito seriale transnazionale Opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo: Stato da Terra-Stato da Mar occidentale.

Ponte dell’Immacolata

Argia Renda