Inno Marvin Vettori
05 Aprile 2021   •   Cecilia Gaudenzi

Inno Marvin Vettori: Gué Pequeno, VillaBanks e Greg Willen firmano The Italian Dream

«Uscito il 2 aprile The Italian Dream, il brano fimato da Gué Pequeno, VillaBanks e Greg Willen, che sarà l’inno utilizzato da Marvin Vettori in MMA.»

È uscito lo scorso venerdì 02 Aprile il brano Marvin Vettori – The Italian Dream, inno ufficiale del campione italiano di MMA ormai famosissimo anche oltre l’Oceano, che accompagnerà il lottatore trentino dagli allenamenti all’ottagono, dove proprio il prossimo 10 aprile 2021 vedremo Vettori affrontare il lottarore di MMA britannico Darren Till per l’accesso alla prestigiosa Title Shot UFC.

L’attesissima traccia è nata da due eccellenze del rap italiano diventate ormai due icone. Il riferimento è ad artisti come Gué Pequeno e VillaBanks, a cui si aggiunge un’altra eccellenza di primissimo livello come Greg Willen, che si occuperà della produzione consolidando così il rapporto di due discipline da sempre molto vicine: il mondo dei fighters professionisti e quello del rap. Il brano, che si intitola Marvin Vettori – The Italian Dream, è già in pre-save ed è disponibile ovunque dal 2 aprile. Come anticipato si tratta di un brano davvero molto atteso, che nasce dalla collaborazione di Thaurus Music e Sideout: «È un onore per noi rappresentare l’Italia nel mondo e supportarne le eccellenze, attraverso la musica dei nostri artisti».

Chi è la promessa italiana della MMA

Marvin Vettori, classe 1993, è un lottatore di MMA originario di un piccolo paese della provincia di Trento. Trasferitosi a Londra giovanissimo per perseguire la carriera di lottatore MMA, nel giro di pochi anni ha scalato il ranking internazionale fino a ritrovarsi nel 2020 al quinto posto della classifica UFC per la categoria dei pesi medi, una delle più competitive e difficili in assoluto a livello mondiale. In caso di vittoria nel suo incontro del 10 aprile con l’inglese Darren Till, Vettori potrebbe portare la bandiera dell’Italia ancora più in alto, come mai è riuscito a nessun italiano prima di lui.