frangia corta
17 Febbraio 2019   •   Francesca D’Arienzo

Frangia corta: come portarla e a chi sta bene?

«Capelli mania: alla ricerca dell’acconciatura e del colore giusto? Riscopriamo la frangia corta per scoprire a chi sta bene e altre curiosità»

La frangia corta è la classica acconciatura che o si ama o si odia. Spesso, però, anche ciò che pensavi non avresti mai provato, si rivela essere ciò che più si desidera. Di recente sono stati i red carpet o le attrici a mostrarci in maniera inaspettata e sotto una nuova luce questo hairstyle. È stata prima Emma Watson ai Golden Globes dello scorso anno a mostrarsi in forma splendente con la frangia corta. Uno stile sbarazzino in grado di caratterizzarla al meglio. Infatti, questa tipologia di taglio fa apparire più giovani ed originali.

Ma, nello specifico, cosa si intende per frangia corta?

È la frangia tagliata a metà della fronte che nella moda si chiamerebbe uno statement piece, ovvero un accessorio che fa la differenza, donando carattere al look. Chi la preferisce, infatti, non passa di certo inosservata! Abbiamo riscoperto recentemente questa capigliatura in una delle protagoniste di Baby, la nuova serie tv Netflix che vede protagoniste delle ragazze adolescenti romane della zona Parioli. Alice Pagani, nei panni di Ludovica, sfoggia proprio questo stile che si rispecchia molto il fascino e la seduzione del personaggio che interpreta.

Ma a chi sta bene?

Questo tipo di frangia è la soluzione perfetta per chi ha il viso piccolo, ovale o la fronte bassa. Il taglio netto a metà fronte conferisce a chi la porta un look chic e romantico, soprattutto se abbinata ad un taglio corto, altrettanto fresco e disinvolto. Anche questo taglio, però, va curato costantemente per evitare che crescendo vada fuori forma. In generale una volta al mese è necessario tagliarla nuovamente per avere sempre un look in ordine. Infatti, deve essere portata liscia e piatta, senza la minima bombatura o increspatura e, quindi, è consigliata per chi ha i capelli lisci.

Quindi, ricapitolando quali sono le linee guida?

Innanzitutto, una volta tagliata è difficile tornare indietro. Ci vorrà più di un mese prima che i capelli crescano fino a toccare le sopracciglia e quindi portarli lateralmente. Se non si è abituati a vedersi con la frangia, è consigliabile iniziare prima con una frangia classica e successivamente optare per quella corta. La frangia corta richiede, come già detto, molta cura in quanto deve essere spuntata ogni 3-4 settimane. Raccomandiamo di recarvi sempre dal parrucchiere e non affidarsi al fai da te (le imprecisioni sono dietro l’angolo e l’errore diventa irreparabile fino a nuova ricrescita).

Richiede un continuo styling: piastre e shampoo anti-crespo dovranno essere i vostri migliori alleati. Se i capelli sono tinti in un colore molto diverso da quello naturale, la ricrescita sarà subito molto evidente. Quindi, dovrete mettere in conto di colorarli molto spesso.

Francesca D’Arienzo