Festival di Venezia 76
20 Agosto 2019   •   Argia Renda

Festival di Venezia 76, torna il grande evento di agosto

«Ecco tutte le importanti novità del Festival di Venezia 76, in programma dal 28 agosto fino al 9 settembre 2019.»

Il Festival di Venezia 76, giunto anche quest’anno alla sua nuova edizione, è ricco di tante novità, oltre a quelle che avevo annunciato nel mio precedente articolo. Tanto per cominciare, la direzione del Festival di Venezia 76 è affidata a Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.

Le sezioni e i loro segreti: partiamo con… Fuori Concorso

Sono presentate Fuori Concorso alcune opere significative dell’anno, per un massimo di 18 titoli. Tra queste, lavori di autori affermati che abbiano già partecipato in precedenza alla Mostra, documentari o film nei quali la dimensione spettacolare si accompagna a forme di originalità espressiva o narrativa. Nella fascia oraria di mezzanotte potranno essere inoltre ospitati alcuni film Fuori Concorso, le cui caratteristiche convengano a questo particolare orario di proiezione. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale.

Orizzonti

Concorso internazionale riservato a un massimo di 18 film, dedicato a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale, con particolare riguardo per gli esordi, gli autori emergenti e non ancora pienamente affermati, le cinematografie minori e meno conosciute, ma anche opere che si misurano con i generi e la produzione corrente con intenti d’innovazione e di originalità creativa. All’interno della sezione Orizzonti è ospitata una selezione competitiva di cortometraggi della durata massima di 20 minuti, scelti in base a criteri di qualità e originalità linguistico-espressiva. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi e i cortometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale.

Festival di Venezia 76: Sconfini

La sezione, non competitiva, prevede una selezione di opere senza vincoli di genere, durata e destinazione. Possono farne parte film d’autore e di genere, sperimentali e d’artista, serie televisive e produzioni crossover, sino a un massimo di 10 titoli, eventualmente preceduti o accompagnati da incontri e approfondimenti con autori, interpreti e personalità del mondo dell’arte e della cultura. Sono ammesse alla selezione solo opere presentate in prima mondiale alla Mostra.

Venice Virtual Reality

È prevista la presentazione, in concorso e fuori concorso, di un massimo di 30 opere VR Storie/Esperienze Immersive di qualsiasi durata e formato (Samsung Gear, HTC Vive, Oculus GO, Oculus Rift, SONY Playstation, dispositivi tattili, AR, MR; eventuali altri formati devono essere discussi preventivamente con la Direzione della Mostra), in prima mondiale e/o internazionale. Sono presentate Fuori Concorso le opere dei team che partecipano alla terza edizione di Biennale College Cinema-VR e i film realizzati in precedenza dai team invitati a Venice Production Bridge.

Festival di Venezia 76

sito della Biennale di Venezia

I film restaurati

La 76. Mostra del Cinema di Venezia si terrà al Lido dal 28 agosto al 7 settembre 2019, Venezia Classici è la sezione che dal 2012 presenta alla Mostra in anteprima mondiale, con crescente successo, una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo.

Tra i restauri di Venezia Classici, si vedranno ad esempio al Lido:

  • Lo sceicco bianco di Federico Fellini, che ebbe la première alla Mostra di Venezia del 1952, oggi presentato in vista del centenario della nascita del regista nel 2020;
  • Un “doppioBernardo Bertolucci con La commare secca, esordio del regista alla Mostra del 1962, e Strategia del ragno, presentato alla Mostra del 1970;
  • Il sorprendente esordio di Giuliano Montaldo, Tiro al piccione, che ebbe la sua prima alla Mostra del 1961;
  • Da riscoprire anche un altro grande prodotto dalla Rai, Maria Zef (1981) di Vittorio Cottafavi.
  • Il capolavoro di Manoel de Oliveira, Francisca (1981);
  • Out of the Blue (1980) di Dennis Hopper;
  • New York, New York (1977) di Martin Scorsese, in una nuova copia 35mm appositamente stampata per la Mostra in occasione del 100° anniversario della United Artists.

Argia Renda