Favola
05 luglio 2018   •   Snap Italy

Favola di Filippo Timi: di nuovo al cinema fino al 10 luglio!

«Dopo l’evento cinematografico di soli tre giorni, il successo di Favola di Filippo Timi continua e prosegue fino al 10 luglio!»

Presentato in anteprima all’ultimo Torino Film Festival e con un esordio soprprendente lo scorso 25 giugno (ben 33mila euro il primo giorno!), Favola, l’irriverente opera teatrale scritta da Filippo Timi e portato al cinema da Sebastiano Mauri continuerà a far ridere il pubblico ancora per un po’.

L’apprezzato spettacolo, scritto e interpretato fin dal 2011 dallo stesso Filippo Timi, doveva infatti essere un evento cinematografico di soli tre giorni (dal 25 al 27 giugno scorsi), distribuito dalla Nexo Digital incollaborazione con i media partner Radio DEEJAY, MYmovies.it e l’Associazione Arcigay. Ma il successo del personaggio di Mrs. Fairytale ha colto tutti di sorpresa ed ecco la decisione di lasciarlo nelle sale fino al 10 luglio!

Qui il post su Instagram dello stesso Filippo Timi!

https://www.instagram.com/p/Bkkmrr9njQ5/?taken-by=filippotimi

Ma di cosa parla questo film ?

Prodotto da Palomar e Rai Cinema, Favola ci porta negli Stati Uniti degli anni Cinquanta: qui vive Mrs. Fairytale, una bella donna che crede nelle favole, il cui regno perfetto odora di lacca e profuma di pulito. I suoi giorni passano felici e sempre uguali, chiusa in casa come una perfetta moglie invidiabile, in compagnia di un cagnolino un po’ strano. Un sogno in technicolor dentro un’America scintillante e perbenista. Un sogno che però nasconde una terribile realtà: un’illusione pronta a svanire quando si sceglie finalmente di aprire gli occhi. E allora, guardando da vicino, la favola di Mrs. Fairytale è un po’ diversa, e fa anche un po’ paura.

Ecco il trailer del film

Favola porta in scena un mondo surreale, pieno di amarezza ma anche di speranza, in cui chiunque può finalmente essere chi vuole essere: una black comedy poetica e dissacrante allo stesso tempo, che usa l’ironia per mostrare la liberazione e la presa di coscienza della propria identità.

La storia raccontata in questo film è per certi versi unica nel panorama del cinema italiano, e quindi imperdibile. Avete ancora qualche giorno per vederlo…che state aspettando? Correte al cinema!

Serafina Pallante