06 Marzo 2016   •   Snap Italy

Balamp: la lampada che funziona come una bilancia

«Da Teramo a Monaco di Baviera il passo è breve, Andrea Cingoli porta la sua lampada intelligente al iF design award» 

Andrea Cingoli, 35 anni, è l’inventore di Balamp, la lampada intelligente che funziona come una bilancia. Il progetto risale agli ultimi mesi del 2015, quando Cingoli pensa ad una lampada che generi un fascio di luce che sia più o meno intenso a seconda che l’oggetto da qui sollevato sia rispettivamente più o meno leggero: al sollevare di un oggetto leggero posto sopra, Balamp proietterà oltre che l’orario, un fascio di luce leggero, così come un fascio di luce più intenso se l’oggetto sollevato sarà più pesante. Inoltre l’intensità della luce potrà essere aumentata anche facendo una pressione con la mano sulla superficie della lampada.

Non solo luminosità. Oggi tutti abbiamo con noi uno smartphone, che ricarichiamo generalmente durante la notte. Con una Balamp sul comodino, ci basterà appoggiare il telefono sulla superficie per vederlo ricaricarsi in modalità wireless. Il suo stile semplice si adatta ad essere piano d’appoggio semplice e elegante, oltre che dispositivo digitale che collegato ad una app sul cellulare, imposta sveglia, orologio e colore della luce: una multifunzionalità eccellente per l’uomo e la donna medi che svolgono funzioni e stili di vita diversi ma con simili bisogni.

Un progetto, questo, che ha portato Andrea Cingoli dall’Abruzzo a Monaco di Baviera (Germania), dove il progetto è stato presentato all’ iF design award, concorso di design tra i più rinomati al mondo organizzato da iF International Forum Design Gmb a partire dal 1954 e dove ha vinto, questo venerdì 26 febbraio 2016, il premio iF design award 2016 nella categoria lighting.

Nel comunicato stampa del 29 febbraio Andrea Cingoli dichiara:

«Esploro e rileggo la realtà quotidiana conferendo ai prodotti nuovi significati, inaspettate forme e funzionalità»

Monaco non è però da ricordare come unico luogo importante per Andrea: con il suo studio di progettazione Concepticon vanta già diversi riconoscimenti, come la menzione d’onore LICC (London International Creative Competition) e il primo premio International design award del 2014 con QWERTY, il progetto di un divano letto che ha la forma della tastiera dei nostri computer. Ogni tasto accanto all’altro vanno a comporre la forma del divano ed è regolabile singolarmente. Rilassarsi in modo divertente, con un oggetto di design che certamente sorprenderà ogni vostro ospite.

Disponibile e gentile, Andrea Cingoli ha rilasciato un’intervista per Snap Italy.

Da cosa è nata l’idea di Balamp?
L’idea nasce dall’esigenza quotidiana. Ho una bambina di un anno e mezzo e con mia moglie spesso ci alziamo per controllarla, ma durante la notte è difficile riuscire a non fare rumore, e anche solo accendere la lampada sveglia l’altro, per questo ho pensato all’importanza di una luce di via. Se si accende l’abatjour, infatti, questa è a luce piena, invece con Balamp basterà sollevare un piccolo oggetto come il cellulare, che nel frattempo si sarà ricaricato, e si avrà una luce di via a minima intensità, così da non svegliare il partner e riuscire anche a vedere anche l’ora (che la lampada stessa proietta).

Quando è stato ideato questo progetto?
L’idea in sé nasce a fine cinque, sei mesi fa, a ridosso della fine del 2015, e adesso si dovrà realizzare.

Quanto tempo ci vorrà per realizzarlo?
Sarà pronta a livello di engineering in sei mesi circa, mentre per la messa sul mercato dipenderà dal luogo di realizzazione. Io sono originario di Teramo, il design ha però tempi diversi, dipenderà molto dal distretto industriale che si occuperà della produzione, senza dubbio spero in un sei/otto mesi, o magari anche prima. Un concept design diventa prodotto quando i tempi sono maturi e credo che Balamp sia pronta per essere apprezzata in tutte le sue funzioni.

Andrea, tre motivi per cui chiunque dovrebbe possedere una Balamp.
Innanzi tutto, incontra l’esigenza delle persone, è facile e non ha bisogno di essere spiegata, è l’oggetto a dover essere flessibile e rendersi utilizzabili, infatti Balamp è un oggetto multifunzionale. Secondo, è un oggetto di design esteticamente bello, il che è importante perché nel design l’occhio vuole la sua parte, e un oggetto brutto a vedersi non potrà avere successo. Terzo, è un oggetto umile: non una scultura, ma qualcosa che convive con tutto ciò che ci si poggia sopra, sulla stessa linea di come viviamo oggi, con tante cose in mano e tutte diverse tra di loro.

Occhio al design, arriva Balamp!

 

Gloria Palladino