fried cod
28 Dicembre 2017   •   Marcella Scialla

Baccalà fritto a Roma: ecco dove mangiarlo

READ ME IN enEnglish

«Il pezzo forte del fritto romano è lui: il baccalà fritto. Filetti pastellati gustosi e croccanti, da assaporare non solo in pizzeria e in trattoria, ma anche per strada, o addirittura in versione gourmet»

Insieme ai supplì, ai fiori di zucca e ai carciofi alla giudia, il baccalà fritto è un elemento fondamentale del tipico fritto misto alla romana. Questo pesce nordico è arrivato sulle tavole italiane al tempo delle Repubbliche marinare e ha trovato vari utilizzi nelle tante tradizioni culinarie regionali, specialmente nel Lazio. Immancabile la sera del 24 dicembre, nel tradizionale cenone della vigilia di Natale, il baccalà fritto, pietanza tipica della cucina romana ed ebraico romanesca, in realtà è un piatto talmente apprezzato da essere consumato tutto l’anno.

Baccalà fritto

 

Dato che ogni momento è quello giusto per gustare il baccalà fritto, vediamo allora alcuni posti dove poter trovare questa prelibatezza nella capitale!

Dar Filettaro a Santa Barbara. Una vera istituzione a Roma. In Largo dei Librari, a ridosso di piazza Campo de’ Fiori, il filettaro offre filetti di baccalà fritti al momento, saporiti e croccanti. L’ambiente è piccolo e spartano, così come lo è il menu che, oltre al baccalà fritto, offre altre specialità romane come le puntarelle alla romana, pane con burro e alici e fagioli all’olio. Un vero e proprio punto di riferimento per i romani amanti del baccalà fritto, che spesso lo consumano passeggiando per i vicoli della città o, gomito a gomito, ai tavolini del locale.

Assaggia. Decisamente meno spartano è questo ristorante situato nella centralissima via Margutta. Lo chef Daniele Ciaccio propone i piatti delle nonne romane, tramandati di generazione in generazione, in versione gourmet. La formula del menu “Assaggia Roma” offre, infatti, tra gli assaggi speciali anche i filetti di baccalà fritto in miniporzione.

Forno Ciabattini. Lo storico forno di Roma, nel quartiere dell’Esquilino, è la tavola calda di riferimento degli impiegati in pausa pranzo. Oltre a pane, pizza e pasticcini, propone infatti anche fritti ad hoc: filetti di baccalà e fiori di zucca squisiti.

Pesce fritto e Baccala. Questa tipica trattoria romana, nel cuore di San Lorenzo, fa quello che promette nel nome. Un ambiente accogliente e familiare che propone tutti i piatti della tradizione romana, tra cui ovviamente non può mancare il baccalà fritto.

Supplizio. La friggitoria gourmet a Roma è il luogo ideale dove fermarsi ad assaporare il cibo di strada della tradizione romana. Oltre a gustosi supplì, che riportano i sapori dei piatti tipici romani, e a tante altre sfizioserie, Supplizio, nel suo salone rustico ed accogliente, offre anche filetti di baccalà fritto croccanti.

I fritti de Sora Milvia. A Ponte Milvio potete trovare il fast food tutto romano. Collocato in uno dei principali poli di divertimento della città, questa friggitoria è in grado di soddisfare tutti i palati, dai più tradizionali ai più raffinati. Con una particolare attenzione alla qualità dei prodotti utilizzati, Sora Milvia propone i sapori del tipico fritto alla romana: carciofi alla giudia, supplì, fiori di zucca e gli immancabili filetti di baccalà.

Mama Eat. A Trastevere il baccalà fritto è anche gluten free. Il Mama Eat è la prima catena di ristoranti che propone tutti i piatti della tradizione culinaria italiana (partenopea in particolare), senza dimenticare le esigenze dei celiaci: con i suoi due chef e le sue due cucine separate riesce infatti ad accontentare proprio i palati di tutti. In questo ristorante il baccalà fritto lo si trova in pastella in forma di filetto, in bocconcini nel classico “cuoppo” fritto napoletano, oltre che alla brace.

O’ cartoccio. Tra Largo Argentina e piazza Campo de’ Fiori, è considerato da molti il “maestro del baccalà”. Una tappa obbligatoria delle passeggiate in centro: cartocci di zucchine, carciofi, alici, gamberi, calamari e bocconcini di baccalà, fritti ad hoc, ma anche primi piatti e bruschette a base di pesce.

Freetto. Se siete in procinto di prendere il treno e venite colti da un’irrefrenabile voglia di baccalà fritto, la terrazza di Roma Termini ospita Freetto, la friggitoria che strizza un occhio al bio e alla qualità degli ingredienti utilizzati. Immancabili i supplì, gli gnocchi fritti il giovedì, i fiori di zucca, i carciofi e le verdure in pastella, quando la natura li offre. Rispettando la stagionalità e la freschezza delle materie prime, potrete trovare, rigorosamente di martedì e venerdì (quando se ne trova al mercato), sua maestà il filetto di baccalà, avvolto in una croccante pastella.

Marcella Scialla

READ ME IN enEnglish