rocca di cave
14 settembre 2018   •   Giulia Pepe

Rocca di Cave: il luogo in cui il cielo incontra la terra

«Rocca di Cave: il posto in cui potete osservare le stelle e la storia geologica del Lazio lunga ben 25 milioni di anni»

Continua il nostro tour tra i borghi e paesi d’Italia! Questa volta vi portiamo a Rocca di Cave (sito istituzionale), in provincia di Roma. Si trova a 45 chilometri da Roma, sui monti Prenestini. Conta circa 377 abitanti ed è uno dei paesi italiani più piccoli per numero dei residenti. Questo non deve però farci pensare che Rocca di Cave sia un paese spento, al contrario ha più di qualche attrazione che lo rende un posto davvero interessante!

  • L’osservatorio astronomico

Ecco la prima buona ragione per visitare Rocca di Cave! All’interno del castello, edificato nel X secolo come protezione contro i Saraceni, si trova oggi un’osservatorio astronomico. Dal momento che il paese si trova a 933 metri di altitudine sul livello del mare vi sembrerà veramente di essere ad un passo dal cielo, per cui approfittatene e visitate l’osservatorio! Qui vengono periodicamente organizzate delle serate in cui è possibile osservare il cielo sia a occhio nudo, che con il binocolo ed il telescopio.

Per i mesi di settembre ed ottobre 2018 vi segnaliamo delle date in cui si svolgeranno delle serate osservative che non potete ne dovete dimenticare:

  • 8 settembre: La costellazione di Andromeda e il cielo di fine estate;
  • 15 settembre: Il cavallo alato e le costellazioni delle acque celesti: Pegaso e l’Acquario;
  • 6 ottobre: Costellazioni di autunno: il cielo del Perseo

Estremente interessante è il Museo Geopaleontologico Ardito Desio. Nelle cinque sale che compongono il museo è possibile ripercorrere i 25 milioni di anni di storia geologica della Regione Lazio. La visita è adatta a tutti, dai piccini ai grandi, dai non specialisti agli appasionati. Infatti soprattutto per le scolaresche vengono proproste delle attività pratiche come l’osservazione delle rocce e dei fossili. Il Museo è dotato anche di una stazione meteo, per la registrazione dei fenomeni meteorologici, ed di una stazione sismica, per il rilevamento dei terremoti. Anche nel Museo Geopaleontologico Ardito Desio si trova un planetario stabile ed uno mobile, che si sposta di scuola in scuola mostrando agli studenti le meraviglie dell’universo.

  • La scogliera fossile corallina

Per gli appassionati di geologia Rocca di Cave è un territorio che non smette mai di stupire. La zona è la parte più occidentale del Cretaceo Superiore della regione laziale-abruzzese e rappresenta il margine della piattaforma carbonatica nell’intervallo Cenomaniano-Santoniano. Per queste ragioni vi si trovano fossili come rudiste, bivalvi, gasteropodi, esacoralli, poriferi e echinodermi. Recentemente sono stati scoperti dei fossili che testimoniano addirittura la presenza un antico mare tropicale in questa zona circa 100 milioni di anni fa.

  • Dove magiare…

Da Dario e Giuseppina è una trattoria che si trova nel centro di Rocca di Cave. Totalmente a conduzione familiare, propone piatti della tradizione locale con prodotti a chilometro zero cucinati con antica maestria. L’ambiente è caldo e accogliente e i proprietari ti fanno sentire a casa. In questa trattoria possiamo ancora mangiare il vero pranzo della nonna, porzioni abbondanti e ingredienti genuini tutto fatto in casa.

Poco sotto troviamo l’Agriturismo “La Mandera” posto ideale per gustare carne alla brace e godersi il verde. In estate dopo un’escursione tra la natura di Rocca di Cave è possibile anche rinfrescarsi in piscina. Propongono antipasti sfiziosi, primi e secondi vari, gustosi e abbondanti, il tutto accompagnato dall’incontaminata aria di montagnia.

Per gli amanti della pizza e non solo vi consigliamo il RistorantePizzeria “Le Quattro Stagioni” dove potete gustare una buona pizza e tanti primi e secondi veramente deliziosi. Un piatto particolarmente apprezzato sono i tortelli di zucca fatti in casa!

Immagine di copertina: da paesionline

Giulia Pepe