Terence Hill
30 Aprile 2019   •   Argia Renda

Terence Hill, gli 80 anni di Trinità diventato Don Matteo

«Terence Hill lo scorso 29 Marzo ha festeggiato ottanta anni; i suoi occhi azzurri hanno conquistato l’Italia.»

Terence Hill, all’anagrafe Mario Girotti, ha dispetto del suo nome d’arte è un italiano doc, nato a Venezia, ha vinto nel 2010 il David di Donatello alla carriera insieme al suo compagno di set Bud Spencer.

Dopo aver passato quasi tutta la sua infanzia in Germania, Terence Hill esordisce ancora bambino sul set di Vacanze col gangster di Dino Risi che lo nota ad una gara di nuoto. La sua carriera cinematografica se in un primo momento serve solo a pagarsi gli studi primo al Liceo Classico e dopo all’Università nella facoltà di Lettere e Filosofia, poi diventa un vero e proprio mestiere. Inizia a prendere parti in film, come Le meraviglie di Aladino con Vittorio De Sica, Il Gattopardo con Alain Delon e Claudia Cardinale.

«È stato anche un incontro che mi ha fatto decidere di intraprendere definitivamente la carriera di attore, perché sino ad allora non ero ancora convinto che quella fosse la mia strada. Adesso capisco quanto fu importante quell’esperienza, perché partecipai alla realizzazione di un film che credo sia avvenuta raramente nella storia del cinema»
Terence Hill

Ciò che fa diventare Terence Hill un vero idolo è il genere spaghetti-western insieme al suo amico e compagno di set Bud Spencer, hanno girato insieme diciotto film di cui sedici come coppia protagonista.

Capolavori indimenticabili

Lo chiamavano Trinità, Annibale, Continuavano a chiamarlo Trinità, Il corsaro nero, Più forte ragazzi, Altrimenti ci arrabbiamo, Porgi l’altra guancia, I due superpiedi quasi piatti e Io sto con gli ippopotami… questi sono alcuni dei titoli dei celebri film in cui i due hanno recitato insieme.

«Mi presentarono Carlo Pedersoli, allora non avevamo ancora i nostri nomi d’arte: Bud Spencer si chiamava così e io ero Mario Girotti. Ci dissero di fare una scazzottata, eravamo entrambi degli atleti, io facevo ginnastica artistica, lui era stato un campione di nuoto. E lui inventò il famoso pugno a martello che mi stendeva dopo un volo per aria.»
Terence Hill

Il grande successo che ancora oggi fa sentire Mario Girotti uno di famiglia è Don Matteo, la fortunata serie televisiva di Rai Uno cominciata nel 2000 e ancora oggi dopo molti anni in attesa della stagione numero 12, la conclusiva. Inoltre per tre stagioni l’attore è stato protagonista di un altro successo di Rai Uno: Un passo dal cielo.

«Anche per don Matteo volevano ricorrere a un doppiatore, e allora ho preso lezioni di dizione per cinque mesi e ho fatto un regolare provino.»
Terence Hill

Uomo molto riservato dopo aver vissuto negli Stati Uniti, si è stabilito definitivamente a Gubbio insieme alla moglie da cui ha avuto due figli: Jess e Ross deceduto a soli sedici anni a causa di un brutto incidente stradale.

Argia Renda