Nastri d'argento 2019
12 Luglio 2019   •   Argia Renda

Nastri d’Argento 2019, ecco chi sono tutti i premiati

«La nuova edizione dei Nastri d’Argento 2019, si è svolta il 29 giugno a Taormina; le candidature invece sono state annunciate il 30 maggio.»

Il 29 giugno si sono svolti i Nastri d’Argento 2019 che come forse anticipato, ha visto il trionfo di Pierfrancesco Favino e de Il traditore di Marco Bellocchio. Il film, che racconta le vicende di Tommaso Buscetta, mafioso e successivamente collaboratore di giustizia, guadagna sette riconoscimenti da parte del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani. Nastro per il protagonista Pierfrancesco Favino e per i Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane, a questo si aggiungono i nastri per miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio e colonna sonora.

I Nastri d’Argento 2019, giunti alla settantatreesima edizione si è chiusa al Teatro Antico di Taormina, con la vittoria come Migliore attrice protagonista ad Anna Foglietta per Un giorno all’improvviso. Ancora: Marina Confalone come Migliore attrice non protagonista per Il vizio della speranza, e Paola Cortellesi come Migliore attrice di commedia per Ma cosa ci dice il cervello. Infine premio per l’attore Stefano Fresi: Nastro per il Miglior attore di commedia e il Nino Manfredi, consegnato direttamente dalla moglie di Manfredi, Erminia e dalla nipote Sarah Masten.

Tutti i vincitori del 2019

  • Miglior film: Il traditore, regia di Marco Bellocchio
  • Miglior regista: Marco Bellocchio – Il traditore
  • Migliore regista esordiente: Leonardo D’Agostini – Il campione; Valerio Mastandrea – Ride
  • Miglior film commedia: Bangla, regia di Phaim Bhuiyan
  • Miglior produttore: Groenlandia in collaborazione con Rai Cinema e 3 Marys Entertainment – Il primo re, Il campione
  • Miglior soggetto: Paola Randi – Tito e gli alieni
  • Migliore sceneggiatura: Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, in collaborazione con Francesco La Licata – Il traditore
  • Migliore attore protagonista: Pierfrancesco Favino – Il traditore
  • Migliore attrice protagonista: Anna Foglietta – Un giorno all’improvviso
  • Migliore attore non protagonista: Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane – Il traditore
  • Migliore attrice non protagonista: Marina Confalone – Il vizio della speranza
  • Migliore attore in un film commedia: Stefano Fresi – C’è tempo, L’uomo che comprò la Luna, Ma cosa ci dice il cervello
  • Migliore attrice in un film commedia: Paola Cortellesi – Ma cosa ci dice il cervello
  • Migliore fotografia: Daniele Ciprì – Il primo re, La paranza dei bambini
  • Migliore scenografia: Carmine Guarino – Il vizio della speranza
  • Migliori costumi: Giulia Piersanti – Suspiria
  • Migliore montaggio: Francesca Calvelli – Il traditore
  • Migliore sonoro in presa diretta: Angelo Bonanni – Il primo re
  • Migliore colonna sonora: Nicola Piovani – Il traditore
  • Migliore canzone originale: A’ speranzaIl vizio della speranza, scritta e interpretata da Enzo Avitabile
  • Premio Nino Manfredi: Stefano Fresi
  • Nastro speciale: Adriano Panatta per il suo cameo in La profezia dell’armadillo
  • Premio speciale: Dafne, regia di Federico Bondi
  • Premio Hamilton Behind the camera – Nastri d’Argento: Stefano Sollima per il debutto internazionale con Soldado
  • Premio Guglielmo Biraghi: Chiara Martegiani, Pietro Castellitto, Giampiero de Concilio e Benedetta Porcaroli
  • Premio Graziella Bonacchi: Linda Caridi per Ricordi?
  • SIAE Nastri d’Argento: Giulia Steigerwalt per la sceneggiatura di Croce e delizia e Il campione
  • Nuovo Imaie – Nastri d’Argento per il doppiaggio: Angelo Maggi e Simone Mori per il doppiaggio in Stanlio & Ollio

Argia Renda