Milano Museocity
16 Marzo 2021   •   Manuela Ciliberti

Milano MuseoCity: grande successo anche per l’edizione 2021

«Nonostante la nuova chiusura dovuta all’emergenza sanitaria grande successo per Milano MuseoCity, che per una settimana ha aperto le porte dei suoi musei virtuali.»

Grande successo per la quinta edizione appena conclusa di Milano MuseoCity, la manifestazione promossa dal Comune di Milano | Cultura e realizzata in collaborazione con l’Associazione MuseoCity per far conoscere e valorizzare la storia, la bellezza e la ricchezza dei musei milanesi. Una settimana intensa – da martedì 2 a domenica 7 marzo – con un calendario fittissimo e ricco di appuntamenti digitali, pensati per far scoprire al grande pubblico lo straordinario patrimonio artistico della città. Nonostante la nuova chiusura dei musei dovuta all’emergenza sanitaria, grande partecipazione è stata registrata nelle 85 istituzioni pubbliche e private aderenti, che hanno aperto al pubblico le loro porte virtuali, proponendo un fitto programma di appuntamenti digitali, tra visite guidate, tour virtuali, laboratori per bambini, nuovi contenuti, conferenze, incontri, iniziative speciali tuttecaratterizzate da un unico filo conduttore: i musei curano la città.

80 nuovi video, più di 500 ore di riproduzione, oltre 6.100 visualizzazioni e più di 40.250 interazioni sul canale YouTube dell’Associazione MuseoCity; 2.000 gli ascolti del podcast in sole 48 ore. La giornata che ha visto la maggior partecipazione online è stata sabato 6 marzo. Le visite guidate in presenza – organizzate da ConfGuide-GITEC e Direzione Turismo del Comune di Milano, da Milanoguida e da MAUA – hanno registrato l’affluenza di 261 persone. In particolare, quelle proposte da MAUA sono andate sold out in meno di tre giorni dalla pubblicazione.

Tutte le iniziative

Molto apprezzate le iniziative speciali, curate direttamente dall’Associazione MuseoCity, che hanno arricchito il calendario della manifestazione: la Conversazione online in occasione della presentazione di OP·PO, la seduta progettata da un gruppo di studenti di POLI.design vincitrice del concorso Sitting Muses, una seduta per i musei, lanciato lo scorso maggio dall’Associazione MuseoCity in partnership con Intesa Sanpaolo e con il patrocinio di ADI; il convegno intitolato Musei in Ascolto, curato da Anna Detheridge e trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube dell’associazione – un dibattito pubblico sulla funzione di guida dei Musei rispetto al territorio e sul ruolo di prossimità nel periodo post Covid; le Connessioni Culturali, incontri curati da MuseoCity in collaborazione con Milanoguida, con suggerimenti per percorsi milanesi aventi per tema la Natura, le Donne e le sculture d’arte contemporanea della città; la visita in realtà virtuale della sala dedicata a Medardo Rosso all’interno della GAM – Galleria d’Arte Moderna Milano.

Per quanto riguarda il podcast Museo Segreto, i due episodi maggiormente ascoltati sono: Società e benefattori, sulla responsabilità del museo nei confronti della città, con gli esempi del MUMAC – Museo della Macchina per Caffè di Gruppo Cimbali e di Borsa Italiana; e il percorso immaginario avente per tema l’emozione, con protagonisti ACACIA – Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana, l’Archivio Alberto Zilocchi, l’Archivio Paolo Ghilardi e il Museo del Novecento di Milano. Il podcast e i video continuano a essere disponibili online sui canali dell’Associazione MuseoCity anche dopo il termine della manifestazione.

Milano Museocity

Il pubblico ha dimostrato di apprezzare la possibilità di scoprire musei più piccoli, ma grande attenzione è stata rilevata anche dai contenuti con curiosità inedite sulle collezioni delle più importanti istituzioni cittadine. Il Museo Storico Alfa Romeo ha ottenuto 20.611 visualizzazioni del video proposto per Museo Segreto; il video Farmacopea Museale, iniziativa speciale a cura di Rosanna Pavoni legata al progetto storiemilanesi.org, presentato dalla Fondazione Adolfo Pini è stato visto da 7.500 persone; il Museo teatrale alla Scala ha registrato oltre 4.900 partecipanti alle attività proposte online; il MUMAC – Museo della Macchina per Caffè di Gruppo Cimbali ha raggiunto 6.700 utenti grazie ai nuovi contenuti pubblicati; la Cineteca Milano ha ottenuto un totale di 1.000 visualizzazioni per i contenuti messi a disposizione sulla loro piattaforma riguardanti il ritrovamento di Ferravilla.

In particolare, tra gli altri video pubblicati sul canale Youtube dell’Associazione, quelli che hanno riscontrato maggior successo sono: Custodi della propria memoria storica, ma anche della salute pubblica, presentato dal Museo Storico dei Vigili del Fuoco di Milano; Biodiversità da curare: esistono ancora piante rare a Milano? del Museo di Storia Naturale di Milano; la presentazione delle opere scelte per Museo Segreto, con un approfondimento sulla Testa di Leda delle conservatrici dei Musei del Castello Sforzesco.

Occhio all’app

Anche l’App Museo Diffuso – con tutte le informazioni sui musei partecipanti, sulle opere d’arte presenti sulle facciate degli edifici milanesi del Ventesimo secolo, sui percorsi tra edifici storici e su oltre 40 opere di Street Art in realtà aumentata – è stata molto apprezzata dal pubblico: sono state registrate 145.000 interazioni di utenti che hanno navigato sull’app, ogni volta cliccata alla ricerca di qualcosa di diverso.

Con l’edizione 2021, Milano MuseoCity si conferma un’iniziativa di enorme importanza per la conoscenza e la valorizzazione dello straordinario patrimonio museale della città, sia pubblico che privato, capace di coinvolgere le persone alla scoperta di musei d’arte, di storia, musei scientifici, case museo, case d’artista, archivi e musei d’impresa diffusi su tutto il territorio cittadino e nell’area metropolitana: in molti casi gioielli nascosti, strutture di piccole dimensioni, sia centrali che periferiche, e luoghi spesso non accessibili se non in occasioni straordinarie.