Ludovica Melisurgo
21 dicembre 2017   •   Anita Atzori

Ludovica Melisurgo: «La perfezione non esiste»

«È bella, è simpatica e di lei si è quasi impossibile non innamorarsi. Scoprite insieme a noi chi è Ludovica Melisurgo, l’alt-model dal sangue napoletano.»

Abbiamo intervistato Felisja Piana – Fishball e  giusto il tempo di riprendere fiato per l’emozione non potevamo non intervistare anche lei. Parliamo di una delle alt-model più richieste del momento, nonché tra le più apprezzate di tutto il panorama Alternative. Lei è Ludovica Melisurgo (profilo Instagram), una ragazza dal fisico scolpito, amante dei tatuaggi e conosciuta in tutta Italia per le numerose collaborazioni all’interno della moda italiana ed europea. Nelle vene scorre sangue napoletano, anche se in realtà, per Ludovica, la casa è tutta in una valigia. Viso angelico, occhi verdi ed un sorriso che rapisce sono solo alcune delle caratteristiche che questa bella napoletana possiede. Noi di Snap Italy l’abbiamo intervistata dopo il grande successo delle campagne pubblicitarie di Nike e Muga Style. Nonostante la miriade di tatuaggi presenti nel suo corpo Ludovica Melisurgo è una delle alt-model più eleganti e raffinate. Ha fatto perdere la testa non solo al pubblico italiano ma anche al suo compagno Noyz Narcos, importante rapper della scena nazionale e romana.

Di lei dicono sia una ragazza d’oro, estremamente generosa e molto apprezzata dalle sue stesse colleghe. Disponibilità, professionalità e umiltà sono solo alcune delle caratteristiche che contraddistinguono il carattere meraviglioso di questa ragazza. Così noi abbiamo voluto conoscerla meglio e toglierci alcune curiosità.

Ludovica Melisurgo. Sangue napoletano doc. Cosa ami di più della tua terra?
Napoli è una città bellissima, come tutte le città ha i suoi pro e i suoi contro, ma c’è un aria magica che si respira solo lì, e il calore delle persone è ineguagliabile. Io appena riesco ci torno sempre!

Quando e come hai iniziato a muovere i primi passi nel mondo della moda?
Ho iniziato a Napoli quando avevo 17 anni. Ho seguito un corso di portamento, e all’epoca non avevo ancora alcun tatuaggio. Successivamente ho iniziato a lavorare come hair model e modella da show-room, partecipando anche ad alcune sfilate.

Sei un alternative model tra le più richieste in Italia, ti è mai capitato di essere scartata per un lavoro a causa dei troppi tatuaggi?
Sì certo, come mi è capitato di essere poi selezionata proprio grazie ai miei tatuaggi. Ovviamente entri in un mondo più di nicchia, perché, ad eccezione di qualche brand, l’alta moda italiana ancora non è pronta alla modella troppo tatuata.

Hai fatto tante collaborazioni importanti nel campo della moda. Nike, Muga Style, Fred Perry… Cosa ci dovremmo aspettare per il futuro?
Beh, ovviamente spero altrettante collaborazioni di questo livello, ne sarei davvero felice ed entusiasta.

Hai un sogno nel cassetto?
Vorrei avere un giorno un mio negozio di vestiti vintage.

Chi ti segue quotidianamente tramite i social ammira il tuo fisico statuario, c’è qualche sport che pratichi in particolare?
Nessuno in particolare, vado in palestra, seguo qualche corso e ultimamente mi sto appassionando allo yoga.

Noi non dovremmo parlare della vita privata, ma ci puoi dire se Noyz Narcos rappa anche mentre cucina o quando fa la doccia?
No per fortuna! (ride, ndr)

Quali sono i tuoi hobby preferiti?
Mi piace fare sport, fare foto, andare in giro per i mercatini dell’usato, viaggiare e vedere posti nuovi. Amo mangiare e sono molto curiosa, quindi voglio sempre provare esperienze nuove!

Ci sono delle alt-model che apprezzi particolarmente?
Beh che domande, sicuramente la mia amica Felisja!

A chi sogna un lavoro e una carriera come la tua cosa consigli?
Se hai le caratteristiche fisiche per farlo ti ci ritrovi quasi involontariamente. Sicuramente di stare attente a chi hanno di fronte perché come in tutti i lavori anche qui ci sono persone poco serie e raccomandabili;  sopratutto quando lavori con il tuo corpo la gente spesso ti vede come un oggetto. Inoltre consiglio farsi rispettare e circondarsi di persone estremamente professionali. La perfezione non esiste, bisogna accettarsi per come si è senza cadere nel vortice del complesso. Mantenere una propria personalità, umiltà, e genuinità sono sicuramente valori preferenziali per arrivare al successo senza l’aiuto di terzi.

Lei come avrete ben capito è Ludovica Melisurgo, una che odia l’ipocrisia, i falsi dictat e il falso perbenismo. Spontanea, irriverente e tenace, insegue i suoi obiettivi senza mai cedere alle provocazioni di chi crede ancora che le luci della ribalta siano la vittoria dei raccomandati. Una vita fatta di sacrifici, aerei e rinunce, dove la dignità occupa sempre un ruolo di primaria importanza nella scala dei valori. Non sono tante le modelle alternative che in Italia godono di questa fortuna, perché anche qui, come nell’haute couture, i pregiudizi e le porte in faccia sono tante. Solo da un decennio il fashion system ha provato ad accettare – non senza remore – il curvy modeling ed ora sembra si stia aprendo anche al mondo delle tattoed girl con un atteggiamento meno ostile e più tollerante; consapevole che le generazioni cambiano e che la moda come la vita si evolve. Perché queste ragazze non sono solo semplici alt-model ma esempi di come la diversità molte volte sia un pregio e non un difetto. Ora non vi resta che seguirla e supportarla!

Anita Atzori