Eurovision 2019
28 Maggio 2019   •   Argia Renda

Eurovision 2019, l’Italia conquista il podio

«L’Eurovision 2019 ha segnato un punto di partenza fondamentale per l’Italia, che grazie a Mahmood arriva al secondo posto.»

Sabato scorso si è disputata la finale dell’Eurovision 2019, l’evento trasmesso in diretta, in prima serata su Rai Uno e condotta da Flavio Insinna e Federico Russo ha ottenuto grande successo. L’edizione dell’ESC di quest’anno era trasmessa da Tel Aviv, presso l’Expo, per il terzo anno in Israele. Come per gli altri anni anche l’Eurovision 2019 è stato diviso in semifinale e finale.

Eurovision 2019: i migliori piazzamenti dell’Italia

Vince, come molti di voi sapranno  l’olandese Duncan Laurence con la canzone Arcade, ma Mahmood già trionfatore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, non con poche polemiche, ha conquistato il secondo posto con il brano Soldi. Alessandro Mahmoud riporta la nostra terra alla medaglia d’argento, evento che non succedeva dal 2011 con Raphael Gualazzi; quindi meglio del Volo, di Francesco Gabbani e di Ermal Meta e Fabrizio Moro, tutti i vincitori di Sanremo partecipanti negli ultimi anni.

I punti di distacco dal vincitore dell’Eurovision 2019 sono solo ventisette per il televoto, la giuria tecnica, infatti aveva piazzato i due al terzo e al quarto posto in classifica.

A ogni modo, anche grazie all’Eurovision 2019 si riscopre l’amore per questo evento che negli ultimi anni, almeno fino al 2011, dall’Italia era stato un po’ snobbato. Dopo aver vinto nel 1964 con Gigliola Cinquetti e l’ultima volta addirittura nel 1990 con Toto Cutugno l’Italia si era ritirata per paura di vincere, restando fuori per tredici anni.

Mahmood e la classifica Spotify

Per concludere, sappiate che Mahmood resta ben saldo al secondo posto anche nella classifica Spotify, dopo l’olandese Duncan Laurence. I due cantanti, con le rispettive Arcade e Soldi, sono entrati in varie classifiche nazionali del colosso dello streaming online, raggiungendo inoltre la Top 50 Globale: Duncan nella posizione #14, mentre Mahmood nella #34.

 

Argia Renda