cantanti emergenti
14 Aprile 2016   •   Snap Italy

Cinque giovani cantanti emergenti italiani da tenere d’occhio

«Vi portiamo alla scoperta dei talenti emergenti nella scena musicale italiana, una Top5 piena di sorprese e future scommesse dell’industria discografica»

Lo scenario indipendente nazionale ha vissuto un’autentica rivoluzione negli ultimi cinque anni: un numero crescente di band e cantautori si è fatto strada a partire da micro-scene regionali, conquistando un pubblico fedele attraverso proposte musicali radicalmente diverse tra loro. Scopriamo insieme alcuni dei nomi più interessanti emersi nel corso degli ultimi tempi.

  1. Calcutta

cantanti emergentiNome d’arte di Edoardo D’Erme, Calcutta è un 26enne originario di Latina. Nel novembre del 2015 pubblica il suo secondo album di inediti per l’indipendente Bomba Dischi (Jennifer Gentle, Adriano Viterbini), con la supervisione artistica di Niccolò Contessa, mente e voce de I Cani. Le dieci tracce di “Mainstream”, questo il titolo del disco, sono uno spaccato di vita tra romanticismo e disagio esistenziale, capaci di sposare abilmente cantautorato e sonorità indie minimali, tra synth e un’interpretazione vocale atipica nel nostro pop ma sempre riconoscibile. Abbandonate le sonorità lo-fi degli esordi, D’Erme si è aperto verso soluzioni che, pur mantenendosi in territori “indipendenti”, possono tranquillamente rivolgersi ad un pubblico più variegato grazie a ritornelli d’effetto che rimangono impressi nella mente (come in “Frosinone” o “Che cosa mi manchi a fare”), testi ironici e personali che strappano ora un sorriso, ora una lacrima. Non è forse un caso dunque che il giovane cantautore stia vivendo un successo non indifferente: passaggi radiofonici su Deejay, date sparse per tutta la penisola, tra cui anche quelle di supporto a I Cani in occasione della presentazione del loro nuovo disco a Roma, Milano e Livorno.

Se non volete perdervi l’occasione per vederlo dal vivo, l’artista laziale sarà ancora nel capoluogo lombardo in occasione del MI AMI, il maggior festival dedicato alla scena indipendente nostrana. In sua compagnia, ancora una volta, Niccolò Contessa e altri nomi d’eccezione del panorama indipendente. Tutte le informazioni sull’evento QUI.

  1. Joan Thiele

cantanti emergentiNata in Italia da padre svizzero e madre di origini napoletane, la 25enne Joan Thiele è una delle realtà più interessanti della musica italiana del momento: un mix di diverse culture le scorre nel sangue, ma nonostante questo lei si definisce “italianissima”. Il suo sound tra pop, soul ed elettronica alla James Blake ha un respiro internazionale, e non è forse un caso dunque che il suo primo EP (in uscita per Universal) sia stato registrato negli Stati Uniti con il produttore Chris Tabron (Beyoncè, Nicki Minaj, Mary J Blige). A marzo la giovane cantautrice si è esibita ad Austin, in Texas, nel corso del South by Southwest Festival, rappresentando il nostro paese, mentre il video del singolo “Save Me” è stato girato in Brasile. Un progetto nato tutto in Italia (Joan è stata scoperta dalla major durante un piccolo live allo Zog di Milano) ma che non nasconde chiare ambizioni internazionali, grazie anche ad un perfetto accento inglese che di certo agevolerà la giovanissima in questo suo promettente percorso.

  1. Francesco Motta

cantanti emergentiMotta è un nome che potrà dire poco, ma chi ci troviamo di fronte non è certo un novellino: toscano, dopo due album con i suoi Criminal Jokers esordisce da solista in un disco prodotto da Riccardo Sinigallia. Abbandonate le sonorità punk che contraddistinguevano il lavoro con la sua band, Motta si presenta con un disco di brani cantautorali intimi e fortemente personali: come da lui stesso raccontato, il disco è frutto di una lunga gestazione, iniziata addirittura nel 2013 dopo l’ultimo tour con i Criminal Jokers. Il titolo scelto è “La fine dei vent’anni”, e nelle tracce di questo lavoro il musicista toscano racconta cosa significhi avere oggi trent’anni: l’abbandono dei sogni adolescenziali, la ricerca di una nuova stabilità e il bisogno di sicurezze in un mondo precario che portano inevitabilmente ad una maturità difficile da raggiungere. Il disco si presenta come uno dei più interessanti esempi di cantautorato italiano del momento, tra sonorità adulte e tematiche sempre trattate in maniera intelligente (come in “Sei bella davvero”, dove viene affrontato il tema della transessualità).

Se volete fare meglio la sua conoscenza di artista, potete trovarlo ad una delle date pubblicate sulla sua pagina Facebook.

  1. Marianne Mirage

cantanti emergentiRecente acquisto in casa Sugar, Marianne nasce a Cesena e sviluppa sin dalla tenera età una forte passione per l’arte grazie al padre pittore; trascorre un’adolescenza tra l’Italia e l’estero studiando recitazione e musica, nutrendo un particolare interesse per il soul e il jazz. Il 25 marzo ha pubblicato per l’etichetta di Caterina Caselli il suo primo album di inediti, intitolato “Quelli come me”, prodotto da Max Elli e Jack Jaselli: un lavoro fresco, anticipato dal singolo “Lo so cosa fai” dove la musica nera si unisce al pop dando vita ad un mix avvolgente e che la cantante definisce come una “fotografia” della propria essenza. Un lavoro dall’impianto autobiografico dunque, in cui tuttavia molti si possono rispecchiare grazie all’immediatezza delle canzoni, legate a temi quotidiani e classici come l’amore.

  1. Giorgieness

cantanti emergentiDietro il nome di questo progetto si nasconde Giorgia D’Eraclea, valtellinese e attiva dal 2011 con questo suo progetto tra cantautorato al femminile e rock alternativo; “La giusta distanza” è il titolo dell’album d’esordio, pubblicato dall’indipendente Woodworm Label e composto da undici tracce tra scariche improvvise di energia rock e melodie più introspettive (a questo proposito, vi consigliamo l’ascolto di “Non ballerò” e “Come se non ci fosse un domani”). All’interno del lavoro si condensano attimi di vita, frammenti di un mondo personale che assumono la forma della canzone attraverso un’interpretazione ora dolce, ora rabbiosa, senza per questo mancare di coerenza al proprio interno. Una voce femminile che non lascia indifferenti, e che potrete apprezzare dal vivo in una delle date del tour che trovate sulla pagina Facebook della cantante.

Antonio Margiotta