13 Ottobre 2016   •   Verdiana Cavezzan

Brunello Cucinelli: parla il re del cashmere

Brunello Cucinelli è una casa di moda italiana nota per la produzione di maglieria pregiata in cashmere, fondata dall’omonimo imprenditore.

Non tutti conoscono questo brand dell’alta moda italiana, nato dall’idea di Brunello Cucinelli definito il re del cashmere. Brunello ha lasciato la facoltà di ingegneria per produrre beni di lusso utilizzando come tessuto il cashmere , un materiale che teoricamente non si getta mai. “La bellezza salverà  il mondo” e se questa frase è vera allora  proprio da questo ideale nasce la produzione del nostro imprenditore umbro che da semplice studente ha abbandonato gli studi per mettere in atto una sua visione del mondo che era quello di “rendere il lavoro più umano, mettere l’uomo al suo centro. Ho sempre coltivato un sogno, quello di un lavoro utile per un obbiettivo importante. Sentivo che il profitto da solo non bastava e che doveva essere ricercato un fine più alto, collettivo. Ho capito che al fianco del bene economico si pone il bene dell’uomo e che il primo è nullo se privo del secondo.” Questo ideale ha preso forma dando vita alla sua casa di moda famosa in tutto il mondo, dove c’è sempre una grande attenzione verso il benessere e l’etica dei suoi lavoratori. Infatti Brunello paga ai suoi lavoratori salari del 20% superiori rispetto allo standard del settore, permettendo cosi alla sua impresa di promuovere la prosecuzione della tradizione artigianale italiana.

E’ nata nel 1978 nel borgo medievale di Solomeo ed oggi è tra le principali realtà internazionali attive nel settore del lusso avendo sviluppato collezioni femminili e maschili di total look e potendo contare su una rete di boutique di proprietà in tutti i continenti. E’ una casa di moda famosa per la produzione di abiti pregiati prettamente made in italy dove regna una grande armonia fra i lavoratori poichè, racconta Brunello Cucinelli, “chi lavora con noi ,indipendentemente dal ruolo, partecipa alla vita dell’azienda. Ciascuno sa che la propria opera è un tassello indispensabile alla crescita comune; la nostra qualità integrale è il frutto della qualità interiore di ognuno.”

Dalla sua idea di colorare il cashmere sono nate delle apprezzate collezioni sia uomo che donna. L’eleganza e la semplicità dei suoi abiti sono il punto di forza, la raffinatezza con i quali sono stati creati rappresenta la caratteristica di questo marchio. La donna con stile maschile ma con quel tocco di classe e fascino  la rendono più femminile che mai, mentre l’uomo è rappresentato da outfit distinti  raffigurandolo  con grande stile e eleganza.

Molto importante per il re del cashmere è la silhoutte della donna enfatizzata dai pantaloni larghi e dalle lunghe gonne, le combinazioni di colori si ottengono con gli immancabili bianchi declinati in tutte le nuance, il blu e il grigio, con un’intensa gamma di rossi. Per la collezione autunno-inverno 2016-2017 c’è uno stile molto british e dandy dell’epoca digitale, con dei tocchi retrò e tanto gessato e rigato. Elementi fondamentali della stagione sono le giacche e cappotti allungati, tutti fatti con materiale di cashmere e lana pregiata, tessuti tecnici lucidi e morbide flanelle rivestono i caldi piumini per la stagione invernale.

Le boutique sono sparse in tutto il mondo nei vari continenti e rappresentano la moda del Made in Italy in  maniera eccellente. Insomma un brand pregiato e soprattutto solidale basato sulla stima dei lavoratori e questo non può che generare creatività.

Verdiana Cavezzan