piccadilly
25 ottobre 2018   •   Manuela Ciliberti

Piccadilly: grande spettacolo nella quarta tappa del Cucinema 2018

«Al Piccadilly Roma di Via Appia Nuova, mercoledì 24 ottobre è andato in scena il quarto appuntamento del Cucinema 2018. Tappa dedicata ai Mixologist, cui hanno partecipato Angelo Bonanni (Resident), Valeria Pieri (Upsunsetbar La Rinascente) e Bruno Rocco (Pantaleo)»

Quarta tappa dedicata ai mixologist nell’elegante Piccadilly di Roma, con il Cucinema 2018 che torna ad occuparsi di bar tender  dopo le prime due puntate dedicate all’arte della Mixology (presso le location Aleph Rome Hotel  e Achilli al Dom) e la terza al Giulia Restaurant, dedicata invece al mondo del food. In giuria, oltre agli esperti di mixology, food blogger e giornalisti, anche i clienti del Piccadilly, invitati ad esprimere la loro preferenza sui cocktail in gara. Nell’elegante e moderna cornice del Piccadilly in Via Appia Nuova, i tre cocktail in gara abbinati rispettivamente a tre film cult del cinema. Angelo Bonnani presenta il suo “Vecchio mio”, ispirato al film Il Grande Gatsby; Valeria Pieri, invece, presenta il suo “Viaggio ancestrale” abbinato al film Chocolat, mentre Bruno Rocco porta in gara il “SuperTuscan”, ispirato al film Il Gladiatore.

Il primo ad “aprire il sipario” e vincitore della gara è Bruno Rocco (Pantaleo), che ci ha inizialmente offerto un bicchiere di acqua con scorza di arancia per prepararci all’assaggio del suo “SuperTuscan”. Un cocktail che si presenta con un calice e la crusta di pepe nero. Il profumo di rosmarino e del pepe ci proietta in Toscana e nella scena del film Il gladiatore, quando Marco Aurelio torna a casa tra le colline senesi. Negli ingredienti: sciroppo di San Giovese, succo di limone, spuma di liquore al rosmarino e gin sabatini. Bruno ci consiglia come food pairing una bella zuppa di farro calda. Il sapore è buonissimo, delicato e reso prezioso dal pepe che non risulta essere troppo piccante al palato.

A seguire la mixologist Valeria Pieri, che si è ispirata al film Chocolate e alla cultura Maya. Il suo “Viaggio Ancestrale” ci trascina in varie atmosfere messicane, con gusti molto particolari. La caratteristica che ci ha colpito di questo drink è sicuramente il cubotto di ghiaccio fatto di consommé di pollo, che regala sapidità al cocktail insieme agli altri ingredienti: pisco, mezcal, succo di limone, sciroppo di zucchero, liquore al cioccolato, ancho reyes e albume. La chicca finale un petalo di cioccolato.

Infine spazio al mixologist resident Angelo Bonanni che ci ha deliziato il palato con il suo “Vecchio mio” un cocktail che si può bere tranquillamente all’ora del thè come nel film Il grande Gatsby. Composto da bourbon whisky, con infusione di thè, peach tree, sciroppo alle mandorle, zucchero, lime e albume, il sup profumo è inebriante, buonissimo e presentato con un macaron in abbinamento.

Tra un drink e l’altro abbiamo potuto deliziare qualche assaggio della cucina del Piccadilly, splendido locale in Via Appia Nuova, che ci ha presentato piatti particolari come calamari con datterino giallo e rosso, ciliegina di mozzarella su guanciale al brandy e raviolo al tartufo.

 

Prossima tappa: 30 ottobre Cento Gourmet 

Manuela Ciliberti