azienda melegatti
27 Novembre 2018   •   Manuela Ciliberti

Azienda Melegatti: il lievito madre che dura da 124 anni

«Si chiamano Davide Stupazzoni e Matteo Peraro i due operai che hanno deciso di salvaguardare “l’embrione” della vecchia azienda Melegatti. In che modo?»

Nel periodo di crisi economica sia dell’azienda Melegatti sia di stipendi del personale i due hanno comunque deciso di tenere in vita il lievito madre originale usato da 124 anni per la creazione dei dolci. Si tratterebbe di un metodo che prevede il mantenimento del prodotto con microrganismi e batteri lattici che formano un impasto di acqua e farina. Il rischio era quello di distruggere tutta l’intera composizione di batteri e così di mandare in frantumi l’antica ricetta tradizionale del pandoro.

Questo è il segreto che ha permesso di mantenere integro il lievito madre per poter conferire al pandoro la tipica morbidezza e digeribilità. L’onore va dato a questi due operai, Davide Stupazzoni e Matteo Peraro, che hanno lavorato per anni nella Melegatti e che, pur non sapendo che fine avesse fatto l’azienda in crisi, si sono presi il compito di mantenere questo pezzetto di vita del marchio veronese, mantenendolo integro fino al passaggio della nuova azienda Spezzapria. Da ottobre, infatti, il gruppo commerciale vicentino ha preso le redini del famoso marchio di Verona, che grazie il lavoro dei due operai potrà mantenere un legame ancor più solido con la tradizione. Per i due si sta valutando l’ipotesi di nominarli Cavalieri del Lavoro per aver onorato e preservato 124 anni di storia dell’azienda Melegatti.

I nuovi proprietari

Come anticipato si tratta della famiglia Spezzapria, controllante della Forgital, un’azienda che non ha nulla a che vedere con i pandori, tantomeno con il settore agroalimentare in generale. L’azienda vicentina, infatti, è specializzata nella forgiatura dei metalli, in particolare nella laminazione circolare degli anelli. Sempre dal sito, si legge che oggi Forgital costruisce componentistica per motori di aerei, razzi spaziali, satelliti artificiali e stazioni orbitanti. La stessa Forgital, peraltro, è fornitore certificato per Rolls-Royce, ad oggi la più importante azienda costruttore di motori d’aereo del mondo. Nel 2016 il marchio della famiglia Spezzapriaha registrato un fatturato di 320 milioni di euro.

Foto copertina: Armin Kübelbeck [CC BY-SA], via Wikimedia Commons

Manuela Ciliberti