cantanti italiane
28 Aprile 2017   •   Redazione

Mina: un’icona della musica dal successo planetario

«150 milioni di album venduti per una carriera decisamente fuori dagli schemi. Ecco chi è Mina…»

Quando si parla di Mina si toccano tematiche legate alla storia della musica italiana. Mina è una vera e propria icona in tutto il mondo ed è sicuramente la voce d’Italia per eccellenza. La carriera della cantante vanta record invidiabili, pur essendo contraddistinta da un percorso molto particolare che la vede allontanarsi dai riflettori mediatici quasi completamente.

Mina Anna Maria Mazzini nacque nel 1940 a Busto Arsizio, ma crebbe nella città di Cremona, dove si avvicinò alla musica su spinta della nonna Amelia, una cantante lirica. Fu sin da subito chiara l’incredibile dote artistica della giovane Mina che, su spinta del produttore Davide Matalon, raggiunse il successo in brevissimo tempo. Tuttavia alla fama si aggiunsero quasi subito complicazioni emotive, che segnarono poi tutta la sua carriera rendendola per alcuni aspetti ancora più incredibile. Al Festival di Sanremo del 1961 Mina arrivò soltanto quarta a causa di un’infiammazione alla gola e così decise che non avrebbe mai più partecipato a gare canore. Nello stesso anno la stampa si accanì sulla storia d’amore tra la cantante e Walter Chiari, e le cose peggiorarono quando le pagine dei giornali si riempirono con le indiscrezioni sulla relazione extraconiugale con Massimiliano Pani, e poi sulla tragica morte di Virgilio Crocco nel 1973, giornalista che Mina sposò tre anni prima e con cui ebbe una figlia. La cantante maturò in questi anni un crescente isolamento: smise di apparire in televisione e persino di esibirsi dal vivo. Solamente nel 1978, dopo sei anni, accettò un tour in Italia di tredici date, che rappresentò la fine della sua carriera live: al termine dell’undicesimo concerto, mentre i musicisti sul palco e la folla attendevano il bis,  Mina salì in macchina e se ne andò.

Quell’episodio segnò l’inizio dell’esilio di Mina, che non riuscì mai a rapportarsi al successo di fama mondiale che accompagnò la sua carriera:

Il fatto è che non l’ho mai cercato, il successo, non ho lottato per conquistarlo, e così non l’ho mai apprezzato. A una certa età, così come all’uomo viene la barba, a me è venuto il successo. L’ho accettato come una cosa normale: senza pena né fatica, senza rendermi conto della fortuna che mi capitava. Me lo sono tenuto come si tiene un regalo di cui si ignora il prezzo, e se lo perdo pace.

Nonostante questa sua peculiarità, in una società che potremmo definire dell’immagine, la cantante ha avuto una carriera segnata da record incredibili. E’ stata la cantante più venduta in Italia, con oltre 150milioni di album venduti nel corso di cinquant’anni di carriera, e l’artista più presente in classifica: tra album e singoli ha collezionato la bellezza di 24 numero uno, 61 top tre, 86 top five, 114 top ten e 130 top venti, vedendo entrare nelle hitlist ben 79 album e 62 singoli. Ma la sua carriera non si è limitata entro i confini italiani, ma è esplosa anche all’estero. Basti pensare che Mina ha cantato in molteplici lingue tra cui spagnolo, inglese, tedesco, francese, portoghese, catalano, turco e giapponese. È stata in tour in Giappone e Sud America, ma mai negli Stati Uniti, sebbene Frank Sinatra avesse dichiarato di essere disposto a pagare qualsiasi cifra pur di farla esibire negli States. In Germania, il suo singolo Heißer Sand ha il record di 1.300.000 copie vendute, attestandosi al primo posto in classifica per nove settimane. Il suo successo in terra tedesca è talmente dilagante che a Vienna Mina registra un varietà televisivo incentrato su di lei, affiancata da uno dei più popolari cantanti tedeschi dell’epoca, Peter Kraus.

Nel 1962, da un referendum svoltosi tra gli appassionati di musica leggera in Germania, Austria e Svizzera, Mina risulta la cantante più popolare del momento e, quasi certamente, la cantante più pagata in Europa. Anche oggi Mina si attesta come la cantante italiana più amata nel mondo, conquistando non solo i grandi della musica internazionale, ma anche personaggi illustri in vari ambiti. Elvis Costello, ad esempio, ha affermato che “Mina è la più grande cantante italiana, […] per lei ho avuto una specie di folgorazione e sono andato subito a comprarmi tutti i suoi album”. Celine Dion, invece, ha detto di pensare “alla sua voce come a un grandissimo, inimitabile dono della natura, il riflesso di un’anima”, mentre Louis Armstrong la definì la più “grande cantante bianca del mondo”.

Tra le canzoni dal successo planetario di Mina c’è sicuramente Grande grande grande, brano pubblicato in moltissimi Paesi tra cui Angola, Argentina, Austria, Brasile, Canada, Cile, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Portogallo, Spagna, Turchia, Uruguay, Venezuela e USA. Questo è solamente uno dei successi di Mina all’estero, i cui album e singoli hanno toccato quasi ogni Paese del mondo, facendo di lei la Voce d’Italia per eccellenza.

 Chiara Cavaterra